La Certosa di Parma

Di: Stendhal
Letto da: Silvia Cecchini
Durata: 17 ore e 57 min
4,3 out of 5 stars (20 recensioni)
Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

L'ultimo romanzo di Stendhal, scritto nel 1838.

Una narrazione disincantata e ironica denuncia il vuoto di valori che seguì la disfatta napoleonica. La cittadella descritta da Stendhal è in realtà molto diversa dalla vera cittadella di Parma e, invece, molto simile a Castel Sant'Angelo, dalla cui cella fuggì (calandosi con delle corde), nel Cinquecento, Alessandro Farnese, rinchiuso per aver rapito e sedotto una nobildonna romana. In seguito diviene cardinale e, poi, papa. L'esuberante personalità di questo ecclesiastico avventuriero richiama molto quella di monsignor Fabrizio, protagonista del libro.

Il romanzo ebbe un grande successo di critica e di pubblico; Balzac ebbe a dire che era "il più bel libro uscito da cinquant'anni a questa parte".

Cornice musicale di Gaetano Donizetti: sinfonia del Don Pasquale.
©Dominio pubblico (P)2016 Silvia Cecchini

Cosa pensano gli ascoltatori di La Certosa di Parma

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    7
  • 4 stelle
    11
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Lettura
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    7
  • 4 stelle
    11
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    1
Storia
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    6
  • 4 stelle
    10
  • 3 stelle
    3
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    0

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    2 out of 5 stars
  • Stella
  • 18/11/2018

un classico

Il libro appassiona sempre di più leggendo. Peccato che ci siano vocaboli ripetuti ogni 10 minuti il che comporta centinaia di volte per tutto il libro. In più ci sono errori grammaticali ( congiuntivi e condizionali) che l'interprete è costretto a leggere ma chi ha eseguito la traduzione deve tornare alle scuole elementari. Sarebbe opportuno trovare traduzioni senza gravissimi errori di grammatica. Il romanzo è un classico.

1 person found this helpful

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 11/07/2018

narrazione troppo piatta

mi sono arresa, e' sicuramente un mio limite ma fatico a seguire questa narratrice che legge e non interpreta e mi infastidisce con il suo accento toscano .