Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Pubblicato nel 1912, questo romanzo ebbe un grande successo, non solo perché raccontava lo “scandalo russo”, la storia dell’avventuriera Maria Tarnowska, condannata a 8 anni per aver spinto , con la complicità di un suo amante, un altro suo amante a uccidere il suo futuro marito; ma perché la storia di questa donna la vedeva al centro di grandi passioni e di suicidi (se ne contano almeno due). Maria Tarnowska ebbe una pena mite grazie all’impostazione della difesa che mostrò la sua storia di sposa bambina con un pervertito, e la sua infermità mentale, dovuta anche alla cocaina.

Ecco la critica del libro de le Journal di Parigi: “un lucido e incessante turbine di azione, di sogno, di incoscienza, di follia. IL melodramma sipurifica in elegia, senza perdere niente della sua intensità e della sua furia. L’emozione più rara, più universale fa palpitare queste pagine di febbre, questa ricostruzione ideale e forsennata…E su questa bellezza sparsa e condensata, sul sangue sparso e sul fango illuminato dal sole, le grandi ali della pietà apportano nei giorni della sofferenza di una prigioniera tutto il cielo e tutto il sogno…”

Cornice musicale: concerto n. 1 di Prokoviev

Public Domain (P)2012 Silvia Cecchini

Cosa ne pensano gli iscritti

Non ci sono recensioni disponibili