Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Questo romanzo, pubblicato nel 1883 e divenuto famoso per i numerosi adattamenti cinematografici e televisivi, è quasi un manifesto di Zola contro il consumismo e la spietata ruota del progresso economico che calpesta qualsiasi dimensione umana.

Ma accanto a questa acerba e sarcastica condanna c'è la descrizione di un vero "amante del gentil sesso", re della mercificazione di tutto e, quindi, anche delle donne, considerate belle "cose" per eccellenza: questi riceverà alla fine una lezione quando uno di questi oggetti farà breccia in lui e si farà riconoscere come persona.
©dominio pubblico (P)2017 Silvia Cecchini

Cosa ne pensano gli iscritti

Valutazione media degli utenti

Generale

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    20
  • 4 stelle
    14
  • 3 stelle
    4
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    1

Lettura

  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    19
  • 4 stelle
    11
  • 3 stelle
    5
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    1

Storia

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    20
  • 4 stelle
    11
  • 3 stelle
    6
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Bagheeralapantera
  • 16/04/2018

Lo consiglio

Il romanzo è una storia d’amore ambientata a Parigi a fine 800 quando, in pieno centro, viene aperto il primo centro commerciale che costringe i piccoli negozi a fallire e instilla nelle donne la febbre del consumismo con tutte le annesse tecniche di marketing per vendere. Una critica molto attuale, pare impossibile che sia stato scritto più di 100 anni fa. Nonostante l’interpretazione solitamente soporifera di silvia cecchini, si ascolta molto volentieri.

4 su 4 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • erny74
  • 27/04/2019

Un notevole affresco della Parigi '800

Il romanzo è piacevole, la descrizione dell epoca completa, troppo ripetuta e inutile la continua descrizione del negozio in cui si svolge il romanzo. Si poteva raggiungere lo stesso scopo con meno capitoli. opera comunque valida e intetessante

2 su 2 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Battini Genno
  • 27/04/2018

nascita dei grandi super mercati

siamo intorno alla fine del 18oo e Zola descrive perfettamente i meccanismi sia merceologici che pubblicitari per la società dei consumi e la morte del vecchio ordinamento .la storia dei personaggi è molto melensa e Zola in fatto di personaggi potenti a saputo fare di meglio.

2 su 2 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Stefano
  • 09/02/2018

un testo avveniristico e pieno di buoni sentimenti

Un libro pieno di passione e compassione ..idem per l'interpretazione ..si ascolta molto volentieri....davvero consigliato!

2 su 2 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Francesca
  • 10/06/2019

Bello ma non mi ha entusiasmata.

in generale mi è piaciuto
La storia è molto bella e personaggi sono descritti molto bene
Ho trovato ogni tanto un po' ripetitiva la descrizione del locale del Paradiso delle signore troppo lunga, eccessivamente particolareggiata; noiosa.

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • olto
  • 08/05/2019

E lo sconto ???

Mi sembra strano che il dettaglio di tutti gli aspetti di tipo gestionale e specialmente commerciale, tra i quali, i resi di merce, non menzionino una nota dolente (anche se prevalentemente presente nel piccolo commercio), come la richiesta da parte del cliente, dello sconto. Per il resto è quasi un “tesi commerciale”..la storia e’ misera.

0 su 2 utenti hanno ritenuto utile questa recensione