Le confessioni di un italiano  Audiolibri

Le confessioni di un italiano

Ascolta gratis per i primi 30 giorni

Iscriviti ora
  • Ascolta senza limiti oltre 13.000 audiobook e serie audio
  • Scarica sul tuo smartphone e tablet e ascolta anche offline
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a €9,99 al mese

Sinossi

"Le confessioni di un italiano" (inizialmente pubblicato con il titolo di "Le confessioni di un ottuagenario") è un romanzo storico di Ippolito Nievo, pubblicato postumo nel 1867.

È un libro appassionante, un capolavoro, purtroppo poco conosciuto, capace di farci conoscere, attraverso le vicende del suo protagonista, un periodo piuttosto oscuro della storia d'Italia, dalla Rivoluzione Francese fino ai moti insurrezionali del 1848.

Con la sua narrazione piacevole e ironica, Ippolito Nievo ci fa amare i suoi personaggi. Poetici e coraggiosi protagonisti di un periodo di avvenimenti unici e irripetibili, sopra i quali spicca “la Pisana”, donna capace di ogni bellezza, ma soprattutto ritratto di donna mediterranea, appassionata e vitale, così diversa dalla gelida bellezza anglosassone o dalla frivola bellezza d'oltralpe. Un'opera raffinata che, grazie ai vari temi che vi trovano felice sviluppo (etico-religioso, patriottico, storico, evocativo, sentimentale), riesce ad essere un vero e proprio romanzo di formazione.

Nel suo inarrestabile evolversi, la storia ci mostra come gli Italiani dalla fine del Settecento alla metà dell'Ottocento si fossero gradualmente aperti alle idee di libertà e di autodeterminazione ed avessero iniziato il faticoso cammino, costellato di lotte e sacrifici, che sanciscono il diritto di un popolo di essere libero ed indipendente.

Cornice musicale: preludio de "I Lombardi alla prima crociata", di Giuseppe Verdi.

© dominio pubblico (P)2017 Silvia Cecchini

Info Titolo