Vantaggi dell'abbonamento

Sintesi dell'editore

Pubblicata per la prima volta nel 1878 nella pagine de Il Fanfulla, "Rosso Malpelo" è diventata nel corso degli anni un classico della letteratura italiana. Una novella che rappresenta ancora oggi una testimonianza vivida delle durissime condizioni dei lavoratori delle cave siciliane dell'800, costretti a una "non vita" fatta di fatiche e sofferenze estreme. La tragica parabola umana di Malpelo, costretto a lavorare duramente e osteggiato dai compagni a causa dell'ignoranza e dei pregiudizi, è un monito esemplare che può insegnarci molto sull'importanza della dignità del lavoro e della persona.

©2018 LA CASE Books (P)2018 LA CASE Books

Cosa pensano gli ascoltatori di Rosso Malpelo

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    43
  • 4 stelle
    10
  • 3 stelle
    10
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    4
Lettura
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    36
  • 4 stelle
    11
  • 3 stelle
    8
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    5
Storia
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    36
  • 4 stelle
    15
  • 3 stelle
    6
  • 2 stelle
    3
  • 1 stella
    1

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Alfredo S.
  • 12/12/2018

Bello

Libro interpretato davvero molto bene, gradevole all'ascolto e di corta durata, difficilmente non lo si finisce

1 person found this helpful

  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Sally
  • 28/04/2020

Senza parole

Non ci si può improvvisare attori. Questa lettura è simile all'inerzia che vi sospinge continuamente in avanti e sollecita la contrazione dei muscoli addominali causata dal frenare incessante mentre cercate di godervi un viaggio in auto tranquillo.

  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Gnapolo
  • 17/11/2019

interpretazione fastidiosa

A fronte di una novella tra la più belle del Verga, la lettura è di livello mediocre. Il narratore non segue la punteggiatura e fa uso fastidioso di pause laddove non previste spezzando così il ritmo dello scritto; in alcuni punti il sospetto è che venga preso di sorpresa dall'andare a capo del testo. L'enfasi che viene data alla lettura è sproporzionata, l'attenzione del narratore incentratta esclusivamente sul tono teatrale piuttosto che sulla comprensione e quindi interpretazione del testo: in alcuni punti la recitazione è forzata e inadeguata. Infine la dizione, cosa comunque non determinante, non è propriamente da manuale.

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    2 out of 5 stars
  • Marco Cardone
  • 08/10/2019

Non ho gradito

Verga parla di sfruttamento di ragazzi, un tema delicato, in un modo discriminatorio Racconto maschilista, misogino. Personaggi poco dinamici.