Ascolta ora gratuitamente con il tuo abbonamento Audible

9,99 € /mese

Dopo 30 giorni, 9,99 €/mese. Cancella quando vuoi.
Ascolta senza limiti migliaia di audiolibri, podcast e serie originali
Disponibile su ogni dispositivo, anche senza connessione
9,99 € al mese, cancelli quando vuoi
Acquista ora a 9,95 €

Acquista ora a 9,95 €

Paga usando carta che finisce per
Confermando il tuo acquisto, accetti le Condizioni d'Uso di Audible e l'Informativa sulla Privacy di Amazon. Tasse dove applicabili.

Sintesi dell'editore

Sulla corrente dei fiumi nulla cambia mai davvero. Al timone degli affusolati burchi dal fondo piatto, da sempre i barcari trasportano merci lungo la rete di acque che si snoda da Cremona a Trieste, da Ferrara a Treviso.

Quando Ganbeto sale come mozzo sulla Teresina del nonno Caronte, l'estate si fa epica e avventurosa. Sono i ruggenti anni '60, nelle case entrano il bagno e la televisione in bianco e nero, Carosello e il maestro Manzi. I trasporti viaggiano sempre più via terra, e i pochi burchi che ancora resistono, per ostinazione oltre che per profitto, preferiscono la sicurezza del motore ai ritmi lenti delle correnti e delle maree.

Quello del barcaro è un mestiere antico, ma l'acqua non dà certezze, e molti uomini sono costretti a impiegarsi come operai nelle grandi fabbriche. A bordo della Teresina, Ganbeto si sente invincibile. Gli attracchi, le osterie, le burrasche, il mare e la laguna, le campane di piazza San Marco, i coloriti modi di dire di Caronte e i suoi cappelli estrosi, le ragazze che s'incontrano lungo le rotte.

Presto, però, non potrà più far finta di niente, lui che ha un piede nel vecchio e uno nel nuovo dovrà imparare la lezione piú dolorosa di tutte: per crescere bisogna sempre lasciare indietro qualcosa. "Poche cose restavano chiare, nella sua mente: che Pellestrina è un'isola magnifica. Che il mare ti entra dentro più dei fiumi. Che, soprattutto, non avrebbe mai fatto altro nella vita: il barcaro era l'arte per la quale sentiva di essere nato". 

È il 1966, l'anno della grande alluvione. Ganbeto conquista i canali sul burchio del nonno Caronte, imparando a vivere a colpi di remo.

In copertina: illustrazione di Alessandro Sanna.

©2020 Einaudi (P)2020 Einaudi

Cosa pensano gli ascoltatori di Se l'acqua ride

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    75
  • 4 stelle
    26
  • 3 stelle
    12
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    0
Lettura
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    74
  • 4 stelle
    22
  • 3 stelle
    7
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    1
Storia
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    72
  • 4 stelle
    19
  • 3 stelle
    15
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Rita T.
  • 15/02/2022

Affascinate

Come mi succede per i libri che più mi piacciono anche per questo audiolibro ho cercato di ritagliarmi ogni secondo per proseguire nell'ascolto, finito in due giorni. Bellissimi i ritagli di un tempo e posti che anche nella realtà non esistono praticamente più se non per pochi mesi all'anno. Emozionate la scrittura ed entusiasmante la lettura.

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    2 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Andrea Muraro
  • 18/10/2021

Lettura fastidiosa

Il dialetto veneto non è bergamasco: non credo fosse così difficile trovare un lettore padovano. Senza contare che almeno per la pronuncia dei nomi di paesi basterebbe informarsi su Wikipedia...

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Fede
  • 14/08/2021

Bellissimo!

Letto benissimo. Gran bel libro ambientato in Veneto, un Veneto semplice e povero ma ricco di poesia. Molto bello.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 05/08/2021

Romanzo di formazione

Seguire Ganbeto nei suoi viaggi sui fiumi, nei suoi tentativi di "farsi uomo" cercando una ragazza, facendosi la Vespa, facendosi apprendista, cercando la barca dismessa del nonno è stato un piacere. Paolo Malaguti ha scritto un libro pieno di grazia e di dolcezza. Come è difficile e interessante crescere! Il lettore ha reso benissimo il dialetto Veneto!

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • chiara
  • 02/06/2021

Rapporto tra nonno e nipote

Breve ma intenso. Racconta gli anni 60 in Veneto con descrizioni puntuali della vita lungo i fiumi. Io lettore Fabrizio Rocchi è sicuramente bravo ma sarebbe stato meglio letto da un veneto essendo il libro ricco di espressioni dialettali.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 30/04/2021

libro S T U P E N D O con una voce PERFETTA!!

Il libro ha una trama fantastica ed il narratore ha interpretato in modo superbo tutti i passi del libro si arriva fino alla fine dello stesso a capire il vero significato del titolo e sono felice di averlo capito e me lo sono perfino memorizzato tra le frasi e tra i passi più belli dei libri che ho letto complimenti allo scrittore ed al narratore

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • francesca
  • 22/01/2021

leggero

una lettura leggera e scorrevole, una storia come tante ambientata negli anni 60. Molto ben letta soprattutto le frasi in dialetto veneto, con perfetta pronuncia.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • francesca
  • 17/01/2021

Piacevole lettura

Contenuto originale ,narrativa avvincente ,letto con maestria..Dettagliate descrizioni di un tempo .un luogo e una coltura non lontane ma non necessariamente noti .originalissimo romanzo di formazione.




  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • MP
  • 12/06/2020

un affresco di una Italia poco nota

lo ho bevuto letteralmente, la narrazione è scorsa veloce come le acque del Po, che sono le protagoniste in questa bella storia che racconta di un pezzo dell'Italia anni 60 con la voce di un ragazzo di paese che passa dall'adolescenza all'età adulta davanti ai nostri occhi ,con ironia e profondità

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Walter
  • 10/06/2020

una storia tutta veneta

una storia del bum economico italiano quando certi lavori sono spariti definitivamente dalla nostra storia.
racconto piacevole narrazione più bresciana che padovana visti i termini e località con l'accento sbagliato ma nell'insieme ppsitivo