Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

"E Johnny prese il fucile" è un audiodramma in teatro: ogni spettatore, dotato di radio-cuffia, ha vissuto l'esperienza sonora ed emotiva della dimensione acustica, immergendosi nella narrazione in modo totalizzante. Un doloroso monologo amplificato nella sua potenza dall’impiego del microfono binaurale: questa forma di ripresa sonora è impiegata in particolare dal mondo musicale e da qualche anno anche per la registrazione di radiodrammi. Il palco si è trasformato in uno studio radiofonico e la luce rossa della registrazione è accesa.

Joe Bonham è un giovane americano che, insieme a milioni di connazionali, viene chiamato a combattere durante la Prima Guerra Mondiale. Nel conflitto viene colpito da una granata. Joe sopravvive. Joe pensa e i suoi pensieri sono la nostra storia. Ore, giorni, anni, scanditi dal battito del cuore, dal pulsare del cervello, dal sibilo del respiro, dal rimbombo dei passi di medici e infermiere. Dopo anni di isolamento psico-fisico Joe riesce a comunicare con il mondo esterno e a ricevere risposta. Joe è ancora in battaglia e dalla trincea grida il suo SOS di vita.

Pensare, sognare, ricordare: tre impostazioni diverse per narrare, intrecciate tra loro ma con caratteristiche acustiche saldamente separate dalla storia e dall'uso della voce. Tre voci laceranti e lacerate dello stesso attore che servono a denunciare gli orrori della guerra. Tratto dal romanzo di Dalton Trumbo.

Adattamento e regia di Sergio Ferrentino.
©2014 Fonderia Mercury (P)2014 Fonderia Mercury

Cosa ne pensano gli iscritti

Valutazione media degli utenti

Totali

  • 5,0 di 5
  • 5 stelle
    2
  • 4 stelle
    0
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Interpretazione

  • 5,0 di 5
  • 5 stelle
    1
  • 4 stelle
    0
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Storia

  • 5,0 di 5
  • 5 stelle
    1
  • 4 stelle
    0
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Ordina per:
  • Totali
  • Kiar
  • 08 12 2017

C-O-S-A-V-U-O-I-?-----------U-S-C-I-R-E

Impossibile non rivivere lo sbigottimento, l'incredulita, la rabbia, la disperazione di un'altra storia così drammaticamente simile. Quella di Piergiorgio Welby....