Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

La quiete della notte tra il 16 e il 17 luglio 1937 viene turbata a Bellano da un grido di donna. Trattasi di Emerita Diachini in Panicarli, che urla "Al ladro! Al ladro!" perché ha visto un'ombra sospetta muoversi tra i muri di via Manzoni. E in effetti un balordo viene poi rocambolescamente acciuffato dalla guardia notturna Romeo Giudici. È Serafino Caiazzi, noto alle cronache del paese per altri piccoli reati finiti in niente soprattutto per le sue incapacità criminali. Chiaro che il ladro è lui, chi altri? Ma al maresciallo Maccadò servono prove, mica bastano le voci di contrada e la fama scalcinata del presunto reo. Ergo, scattano le indagini. Prima cosa, interrogare l'Emerita. Già, una parola, perché la donna spesso non risponde al suono del campanello di casa, mentre invece è molto attivo il suo cane, un bastardino ringhioso e aggressivo che si attacca ai polpacci di qualunque estraneo. E il Maccadò, dei cani, ha una fifa barbina. 

"A cantare fu il cane" ci offre una delle storie più riuscite di Andrea Vitali. I misteri e le tresche di paese, gli affanni dei carabinieri e le voci che si diffondono incontrollate e senza posa, come le onde del lago, inebriate e golose di ogni curiosità, come quella della principessa eritrea Omosupe, illusionista ed escapologa, principale attrazione del circo Astra per le sue performance, ma soprattutto per il suo ombelico scandalosamente messo in mostra. E per la quale, così si dice, ha perso la testa un giovanotto scomparso da casa...

©2017 Garzanti (P)2019 Adriano Salani Editore

Il principe del noir.
-- The New York Times

Cosa ne pensano gli iscritti

Valutazione media degli utenti

Generale

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    70
  • 4 stelle
    24
  • 3 stelle
    20
  • 2 stelle
    5
  • 1 stella
    0

Lettura

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    72
  • 4 stelle
    21
  • 3 stelle
    11
  • 2 stelle
    5
  • 1 stella
    4

Storia

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    63
  • 4 stelle
    25
  • 3 stelle
    15
  • 2 stelle
    8
  • 1 stella
    1

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • BARONE CATERINA
  • 06/07/2019

Grande Simpatia

Il libro è veramente molto interessante simpatico piacevole da leggere peccato però l'interpretazione ....simpaticamente penso che gli autori dovrebbero scrivere e non leggere il loro libro 😁

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Elena
  • 28/06/2019

Libro intelligente, scorrevole, quasi naïf.

Uno spaccato di provincia egli anni 30/40 molto interessante. Peccato per la narrazione (dello stesso autore), noiosa, piatta... è riuscito a rovinarmi l'ascolto.

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Pesca
  • 19/06/2019

Simpatico

Andrea Vitali ha un senso dello humor molto spiccato, sottile ed efficace. I capitoli si intrecciano e spesso, l'ultima parola di un argomento diventa la prima di un altro. Il tutto ben articolato, divertente e spassoso. La sua lettura, anche se criticata da molti, la trovo azzeccata. Il suo marcato accento e la lettura solo apparentemente monocorde fanno risaltare le continue battute decisamente British... Aspetto altri suoi libri che mi mettono decisamente di buon umore.

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 07/11/2019

Uno spasso!

Semplice, gustoso e raffinato. Ho scoperto questo magnifico narratore e lo pongo tra i miei preferiti. La lettura è una delizia: amo il fatto che sia letto con calma e con l'accento lombardo, tipico delle zone in cui l'intreccio si svolge.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • elisabetta
  • 19/10/2019

Bello

Uno dei libri più godibili di Vitali. La serie del maresciallo Maccadò non delude mai

  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Francesca
  • 14/09/2019

Inascoltabile

Ci vuole una buona dose di forza di volontà per arrivare in fondo. Non entro nel merito del libro in sé, il cui apprezzamento è questione di gusto personale, ma non capisco come un autore possa rovinare così il proprio lavoro!

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • olto
  • 08/08/2019

Non mi è piaciuto.

Di tutti quelli che ho letto, questo è il peggiore. La ripetitività di alcune situazioni e la trama “esile” mi hanno quasi costretto all’interruzione dell’ascolto.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • : lalory :
  • 30/07/2019

Una garanzia

L’autore non delude mai e quella sua cadenza nella lettura lo fa amare ancora di più . Si entra nei personaggi , nel paese, nelle situazioni.
Forse è la morte la risposta?

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Lilian Levriers
  • 16/06/2019

Unico Vitali

Impossibile smettere di ascoltare i racconti di Andrea Vitali, personaggi tanto reali da poterli immaginare mentre si muovono bella Bellano di tanto tempo fa , storie avvincenti nella loro semplicità ! Magnifico

1 su 2 utenti hanno ritenuto utile questa recensione