Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Quentin P_ è un enigma per i suoi genitori, anche se non credono affatto all'accusa di molestie sessuali mossa da un minore nei suoi confronti. Quentin P_ è un enigma per il suo psichiatra, che comunque lo incoraggia, apprezzando le potenzialità positive dei suoi sogni, di cui parla tanto apertamente. Per sua nonna, Quentin P_ è solo un ragazzo dolcissimo, cui è impossibile dire di no. Ma Quentin P_ in verità è l'assassino psicopatico più terrificante del Michigan.

Condannato alla libertà vigilata, Quentin è accondiscendente, ma rimane insensibile a tutto: alla famiglia, ai controlli giudiziari, ai medici. Un giorno, per caso, scopre la lobotomia, e d'un tratto le sue ossessioni prendono forma concreta. Una a una, sceglie le sue vittime obbedendo a una volontà di potenza, il bisogno insopprimibile di creare uno "zombie" tutto per sé che, passivo e remissivo, lo supplichi e lo gratifichi. Esagitato da varie sostanze e dalle sue stesse perversioni sessuali, assolve con zelo ogni sanguinoso compito e, nella meccanicità, acquisisce sempre maggiore astuzia e perizia.

"Zombie" è il romanzo della mente psicotica di un killer seriale che, nel delirio impermeabile del suo monologo, riproduce i movimenti automatici di una società disumanizzata. Joyce Carol Oates descrive con rara maestria efferatezze difficili anche solo da immaginare, in una prosa rapida, tagliente, che evoca il male con una manciata di pensieri dissociati - la sintassi nevrotica di una coscienza che rimane mistero. 

Ascoltare questo audiolibro è un'esperienza disturbante: facendo rivivere i nostri peggiori incubi, nella sua tensione nerissima ci tiene prigionieri della mente del mostro, fino a quando vorremo implorare pietà.

©2015 Il Saggiatore S.r.l. Tradotto da Marco Pensante (P)2019 Audible Studios

Cosa ne pensano gli iscritti

Valutazione media degli utenti

Totali

  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    17
  • 4 stelle
    15
  • 3 stelle
    7
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    3

Interpretazione

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    35
  • 4 stelle
    3
  • 3 stelle
    4
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Storia

  • 3.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    16
  • 4 stelle
    10
  • 3 stelle
    8
  • 2 stelle
    4
  • 1 stella
    4
Ordina per:
  • Totali
    4 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Tiziano B.C.
  • 08 03 2019

Viaggio dentro la mente di un serial killer

Romanzo del 1995, prende spunto dal serial killer Jeffrey Dahmer "il mostro di Milwaukee"ne condivide alcuni aspetti uno su tutti il desiderio irrefrenabile di lobotomizzare persone per renderle propri schiavi. Raccontro crudo per stomaci forti ma allo stesso tempo la Oates ci fa fare un viaggio psichedelico dentro la mente di una persona disturbata. Interpretazione di Bocci magistrale.

2 su 2 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Elisabetta Passagrilli
  • 07 03 2019

Giallo interessante

Bellissimo giallo psicologico, pieno di suspense e colpi di scena Anche la lettura è molto piacevole

2 su 3 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    1 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • cri
  • 21 05 2019

raccapricciante

veramente osceno, l ho finito solo perché non amo lasciare i libri iniziati e perché chi leggeva era davvero bravo. per il resto osceno..

  • Totali
    1 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • Andrea
  • 20 05 2019

Incompleto

Il libro è bello veramente, un serial killer spietato è un storia molto interessante. Ma, finisce all'improvviso. Sembra quasi un errore è spero lo sia, perché così amico mio odierai questo libro senza finale. Spero che ci sia un numero 2 così rivedrò la mia recensione.

  • Totali
    3 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Salvatore Giannì
  • 24 04 2019

Riccardo Bocci, una certezza.

Il libro tiene sempre viva la curiosità, l’interpretazione di Riccardo Bocci è sempre perfetta, è già da tempo che lo ascolto e mi fa piacere ogni libro che legge.
Metto solo tre stelle perché non mi è piaciuto il finale, proprio non si capisce perché interrompere così il tutto senza spiegare come va a finire.

  • Totali
    4 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 14 03 2019

scannerizzazione di una mente malata

interessante punto di vista della visione della vita di un malato di mente
piacevole se si può dire di questo libro

  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • gattobeige
  • 11 03 2019

Inquietante...

Molto ben raccontato ed interpretato dal lettore. Cupo ed inquietante ti fa vivere nella mente di un uomo fortemente malato e maniaco. Mi sfugge però il senso del finale. Consigliatissimo!

  • Totali
    1 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • etrusco60
  • 21 03 2019

che occasione sprecata...

Narrato meravigliosamente, peccato... perché tutto il resto è da dimenticare
Giallo? no, Horror? poteva esserlo, Thriller psicologico? semmai psicopatico...
Il problema è che il protagonista, solito psicopatico omosessuale serial killer, lucida follia, consapevole e felice della sua situazione, si parla addosso per tutto il libro
La narrazione è in prima persona dal punto di vista del serial killer lasciando poco o nulla ai dialoghi e ti aspetti che succeda qualcosa, si arriva di continuo al limite dell’azione e...niente, ricomincia a parlarsi addosso ripetendo concetti già espressi fino alla nausea per arrivare a un finale che...non c’è!
Peccato...

0 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione