Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Se un tempo i suoi affiliati andavano a dorso di mulo, rubavano polli e vacche, e l'unica risorsa di cui disponevano era la violenza, oggi la 'ndrangheta è l'organizzazione criminale più ricca e più potente al mondo, con un fatturato annuo di diverse decine di miliardi di euro, in gran parte provenienti dal traffico internazionale di cocaina. Grazie alla sua enorme capacità di stringere relazioni con il potere, si è infatti radicata in quasi tutti i continenti e ha assunto una dimensione "globale", in un singolare connubio di tradizione e adattabilità, forza d'urto e mediazione, logiche tribali e cointeressenze politico-finanziarie. Ma è anche, incredibilmente, l'organizzazione mafiosa meno conosciuta, tanto che non molti anni fa, prima della strage di Duisburg in Germania (2007), era ancora considerata una versione casereccia e "stracciona" di Cosa nostra.

Eppure la 'ndrangheta ha una storia antica, che affonda le radici nella Calabria ottocentesca e nei suoi difficili, talora drammatici rapporti con il nuovo Stato italiano, ha attraversato indenne due guerre mondiali, il fascismo e la liberazione, grazie anche alle colpevoli omissioni e sottovalutazioni della classe dirigente e della magistratura, e si è sviluppata e rafforzata, cambiando pelle e diversificando la propria attività criminale, nella Prima e nella Seconda Repubblica, grazie alla debolezza della politica, delle istituzioni e dell'economia che con essa hanno scelto di convivere.

Spazzando via molti luoghi comuni e alla luce di una ricca mole di documenti e carte processuali, Nicola Gratteri, un magistrato che da trent'anni è in prima linea nella lotta contro la mafia calabrese, e Antonio Nicaso, scrittore e docente universitario che da trent'anni anni la studia e la analizza in ogni suo aspetto, ricostruiscono in dettaglio tutte le fasi evolutive della 'ndrangheta e raccontano come, lungo un'ininterrotta e feroce sequenza di delitti e omicidi, di violenze e sopraffazione, si è trasformata da cosca regionale eversiva e parassitaria in sistema di potere e di governo del territorio, che sta infiltrando e inquinando pericolosamente la politica e l'economia nazionale e internazionale.

Con questo audiolibro che è, insieme, un grido d'allarme e una dichiarazione di guerra, Gratteri e Nicaso intendono farci capire quanto necessario sia combattere con ogni mezzo questo "mostruoso animale giurassico che non si estingue, perché sono ancora in tanti a proteggerlo, a tutelarlo e a legittimarlo", e spezzare quell'oscuro grumo di potere che continua ad alimentarlo.

©2018 Mondadori (P)2019 Mondadori

Altri titoli dello stesso

Cosa ne pensano gli iscritti

Valutazione media degli utenti

Totali

  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    14
  • 4 stelle
    7
  • 3 stelle
    5
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    1

Lettura

  • 3.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    6
  • 4 stelle
    7
  • 3 stelle
    5
  • 2 stelle
    4
  • 1 stella
    4

Storia

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    17
  • 4 stelle
    4
  • 3 stelle
    3
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    0
Ordina per:
  • Totali
    1 out of 5 stars
  • domenico. agostino
  • 19/05/2019

inascoltabile

la lettura automatica rende inascoltabile questo audiolibro....per cui non si possono nemmeno valutarne i contenuti

2 su 2 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Alessandro C
  • 16/05/2019

deludente

È un libro pieno di fatti che attraversa tutto l'arco della storia della 'Ndrangheta, dai primordi a oggi. Molto documentato, ha il difetto di scorrere come una interminabile elencazione di fatti e persone senza mai cambiare di ritmo. Non gli giova la voce monotona e quasi annoiata del lettore, che cade peraltro anche in strafalcioni macroscopici, come ad esempio: "Icsmas", che starebbe per "Decima Mas". Il tema è interessante, l'audiolibro deludente

2 su 2 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Paolo A.
  • 15/06/2019

Fantastico tracciato del fenomeno N’Dranga

Questo libro è per tutti.
Perché se non si capisce questo “fenomeno” (per combatterlo insieme), ci troveremo tutti coinvolti prima o poi senza via di scampo ...

  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Jo Falco
  • 14/05/2019

Quasi enciclopedico

Una narrazione mozzafiato, di rara efficacia, su 2 secoli di storia criminale non solo della Calabria, ma di questo disgraziato Paese

  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 03/05/2019

Bello ma...

La lettura di Michele Maggiore purtroppo è davvero mono tono, senza enfasi o empatia. Un peccato perché l’argomento in se è molto interessante. Sembra di sentire il telegiornale e non un libro

Ordina per:
  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 09/09/2019

interesting!

mi sarei aspettata un maggiore approfodimento sull infiltrazione dell ndrangheta nella sanita' del nord Italia e soprattutto nella sanita' lombarda. Avrei voluto una " ricetta" per impedire che l ndrangheta si diffonda in tutta Europa