Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

"Lo Svedese" è un soprannome magico al liceo di Newark, New Jersey. Appartiene a Seymour Levov, il ragazzo che tutti vorrebbero essere. Alto, biondo, atletico, ebreo, Levov eccelle nel baseball e - nell' America degli anni '50 - è destinato ad eccellere nella vita: il successo professionale, quello famigliare, la villetta borghese.

Ma la lunga ed estenuante guerra del Vietnam squasserà l'America e coinvolgerà personalmente Seymour, nel modo più tremendo: l'amata figlia Merry, diventata una violenta radicale, sparirà con l'accusa di terrorismo. È il rovesciamento, la caduta, la fine senza appello dell'American dream che lo scrittore Nathan Zuckerman, abbagliato fin da ragazzo dalla solarità senza ombre dello Svedese, sente la necessità di narrare.

Philip Roth ci mostra il lato oscuro - del singolo, della società, della vita - in quello che è un grande romanzo politico ma anche emotivo. L'affresco epico di un paese e di un'epoca in un libro sulla memoria.
©1998 Einaudi (P)2016 Emons Italia srl

Cosa ne pensano gli iscritti

Valutazione media degli utenti

Totali

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    200
  • 4 stelle
    94
  • 3 stelle
    39
  • 2 stelle
    7
  • 1 stella
    4

Interpretazione

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    251
  • 4 stelle
    44
  • 3 stelle
    15
  • 2 stelle
    3
  • 1 stella
    7

Storia

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    180
  • 4 stelle
    89
  • 3 stelle
    35
  • 2 stelle
    11
  • 1 stella
    3
Ordina per:
  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 12 04 2018

Senza risposte

È un'opera importante, quasi maestosa. Non l'avrei mai conosciuta se non avessi sfruttato l'occasione di Audible.
Popolizio è strabiliante. Bravo da morire.

7 su 7 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • daniela martino
  • 26 10 2017

Il crollo del sogno americano - ottimo Popolizio

Quasi 500 pagine per 18 ore di ascolto. Ci voleva un lettore di grande esperienza per un libro così importante; Massimo Popolizio rende efficacemente lo sgomento, la rabbia, l'incredulità, l'epicità dei personaggi e degli scenari. Il libro è bellissimo. Parte lentamente, poi le cose accadono ma l'incedere del racconto non è mai veloce perché qui si va in profondità. Consiglio l'ascolto

13 su 15 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • michele
  • 06 06 2019

Capolavoro

Libro immenso, imprescindibile per chiunque voglia interrogarsi sull’idea di famiglia, di irrazionalità del destino, sull’idea di Storia che bussa alla tua porta anche se credi di poter vivere senza curarti di lei.

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    3 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • rossella
  • 23 11 2018

flusso di coscienza

esaustivo flusso di coscienza con molti spunti di riflessione riguardo alla trama non molto avvincente

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    3 out of 5 stars
  • Interpretazione
    4 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 21 06 2018

didascalico

Bravo il lettore. Il libro non mi è piaciuto. È un romanzo a tesi. Quella della incomunicabilità e del fraintendimento fra le persone: la fine crosta della razionalità può essere, in ogni momento e senza rimedio possibile, spazzata via dal caos sul quale poggia. Tesi condivisibile ma "dimostrata" lungo tutto il romanzo in maniera troppo didascalica. Il finale, dove tutto crolla, lo trovo forzato e messo lì ad hoc.

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    4 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Josef
  • 22 05 2019

bello ma troppo lungo e ripetitivo

bel libro ,a MA veramente un po'troppo lungo e ripetitivo, bastavano cento pagine in meno!

  • Totali
    3 out of 5 stars
  • Interpretazione
    3 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Davide B.
  • 15 04 2019

Forse Roth non fa per me

Ho avuto qualche difficoltà con la struttura del libro e i tempi di narrazione, col risultato che al ripetersi degli stessi meccanismi nell'avanzare del libro è nato spesso in me un sentimento di noia. Era il primo libro che "ascoltavo" di Roth, e l'impatto non è stato memorabile, peccato.

  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 06 04 2019

Capolavoro

il perfetto connubio di contenuto e lettura.
Roth mette a nudo le facezie del perbenismo raccontando una delle realtà della società americana del primo dopoguerra.
Popolizio ne trasmette tutte le sfumature.

  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Interpretazione
    4 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 31 03 2019

un vero libro

Mi è piaciuto molto...ogni parola sarebbe superficiale rispetto all'università della scrittura di Roth...È un viaggio onirico che ti fa fare ogni volta e ogni volta ti riempie e ti svuota.

  • Totali
    3 out of 5 stars
  • Interpretazione
    3 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • OrsoVispo
  • 31 03 2019

Non è riuscito ad appassionarmi

Ho ascoltato il libro per un paio di ore, sarà perché non mi interessa quello che scrive Roth, oppure perché mi stancava l'interpretazione di Popolizio, ma ho lasciato perdere. Ascolterò ancora Roth con un altro narratore, se è stato in odore di Nobel per tanti anni ci sarà un motivo. Ma ci sta anche che non sia lo scrittore adatto a me.