Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Il patriota e scrittore Silvio Pellico fu arrestato nel 1820, processato e condannato a quindici anni, nel 1830 venne graziato e subito dopo scrisse "Le mie prigioni", libro di memorie in cui ricorda la propria vita in carcere. Il suo intento non era quello di scrivere un'opera di propaganda politica ma religiosa e spirituale, difatti ne risulta un lavoro ricco di vivaci spunti narrativi, di analisi e ritratti gentili nonché di riflessioni interiori che si concludono con l'elogio del perdono cristiano. 

In esso Pellico descrive la sua esperienza di detenzione - prima ai Piombi di Venezia, poi nel carcere dello Spielberg di Brno e infine in un ufficio londinese - accomunata a quella dell'amico Piero Maroncelli, dopo che la condanna a morte, a seguito del celebre processo Maroncelli-Pellico, fu commutata in detenzione al carcere duro. 

L'opera ebbe così tanta fortuna presso i contemporanei dello scrittore che divenne il libro italiano più famoso e letto nell'Europa dell'Ottocento.

©1832 / 2019 Per la versione audio italiana: Audible Studios (P)2019 Audible Studios

Altri titoli dello stesso

Cosa ne pensano gli iscritti

Valutazione media degli utenti

Generale

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    14
  • 4 stelle
    4
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Lettura

  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    14
  • 4 stelle
    4
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Storia

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    12
  • 4 stelle
    4
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 24/02/2019

un libro d'altri tempi

contenuto in certi punti scorrevole ed interessante, in altri un pochino pesantuccio; pagine in cui emerge uno stile di scrittura tutto personale e particolare degli scritti di 2 secoli fa.
letto in modo egregio.
Nel complesso, mi è piaciuto.

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 24/10/2019

Imperdibile

Capolavoro autobiografico e meditativo scritto nello stile malinconico delle Tristezze di Ovidio (che tuttavia non era in carcere ma in esilio). È anche un grande libro cristiano. Stile 9 contenuto 10.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Settala
  • 14/09/2019

Confronto interiore

Un eccezionale flusso di coscienza che scorre dietro le sbarre. Una segregazione fisica che porta il protagonista ad una autoanalisi dell essere con una onestà intellettuale pungente e disarmante.
Straordinaria storia che racconta sofferenza del corpo e dell animo in gabbia ma con la consapevolezza delle debolezze e lotte quotidiane di tutti gli uomini.

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Cliente Kindle
  • 15/04/2019

Illuminante sugli aspetti rilevanti della vita

Questo audiolibro letto magistralmente, mi ha sconvolto e al tempo stesso rassicurato di vivere in un epoca di benessere e di diritti.
Silvio Pellico con questa opera rassicura il lettore circa la potenza della fede quale ancòra di salvezza nei momenti di buio, e ci fa fare un viaggio nel dolore di un uomo che è sopravvissuto alla sofferenza e alla misera caducità umana solo grazie alla fede e agli affetti. Grazie a questo libro oggi posso apprezzare un po' di più le condizioni quotidiane in cui vivo mitigando il solito lamento.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Cliente Kindle
  • 15/04/2019

eccellente

avevo già letto il testo ma ascoltarlo intepretato dalla voce calda e accogliente di Accornero è tutto altra cosa. superlativo!!!