La doppia vita è bella il doppio

Letto da: Ennio Coltorti
Durata: 6 ore e 20 min
4.5 out of 5 stars (10 recensioni)
Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Questo libro è uno scontro epocale tra le due personalità del suo autore: il romanziere che ha scritto "Sveglia, Sir!" e "lo e Henry" sfida il giornalista e saggista di "Cosa (non) amare".

Meglio quindi "Annoiato a morte", il racconto da cui è stata tratta la sceneggiatura della serie televisiva "Bored to death - Investigatore per noia", oppure i reportage dagli U.S. Open e da un festival di musica gotica e le bizzarre interviste con Marilyn Manson e Lenny Kravitz?

Forse è meglio non scegliere e leggersi da cima a fondo questa raccolta in cui Ames riesce a reinventare con ironia il genere hard boiled alla Raymond Chandler e nel contempo a regalarci un inconsueto e graffiante ritratto della società americana.

©2011 Baldini & Castoldi Srl (P)2020 Audible Studios

Altri titoli dello stesso

Cosa pensando gli ascoltatori di La doppia vita è bella il doppio

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    5
  • 4 stelle
    3
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Lettura
  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    8
  • 4 stelle
    0
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Storia
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    3
  • 4 stelle
    3
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    0

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Elena
  • 11/07/2020

Un Bukovsky senza poesia

Non conoscevo questo scrittore e sono un po’ rimasta spiazzata per la varietà del libro, c’è un racconto, interviste, articoli.
Le interviste sono molto interessanti e qualche articolo pure, lo consiglio per questo. Però il pippone “vacanze estive in Europa del tipico americano 18enne” anche no. Banalità su banalità a cui si sopravvive grazie alla voce narrante e al foreword.
L’autore ci racconta alcune delle sue peripezie sessuali e, come donna, mi ha fatto una pena infinita. Siamo anni luce da un Bukovsky che si pulisce l’uccello sulle tende ... Ames è uno sfigato che subisce. Un loser.