Ascolta ora gratuitamente con il tuo abbonamento Audible

9,99 € /mese

Dopo 30 giorni, 9,99 €/mese. Cancella quando vuoi.
Ascolta senza limiti migliaia di audiolibri, podcast e serie originali
Disponibile su ogni dispositivo, anche senza connessione
9,99 € al mese, cancelli quando vuoi
Acquista ora a 7,95 €

Acquista ora a 7,95 €

Paga usando carta che finisce per
Confermando il tuo acquisto, accetti le Condizioni d'Uso di Audible e l'Informativa sulla Privacy di Amazon. Tasse dove applicabili.

Sintesi dell'editore

La vita cambia in un istante. Passa dalla normalità alla catastrofe. John Gregory Dunne, sposato da quarant'anni con Joan Didion, muore all'improvviso la sera del 30 dicembre 2003. Ed è così che per Joan inizia "l'anno del pensiero magico". Un anno in cui tutto viene rimesso in discussione, riconsiderato, riformulato. Le idee sulla morte, sulla malattia, sul calcolo delle probabilità, sulla fortuna e sulla sfortuna, sul matrimonio e sui figli e sulla memoria, sul dolore, sui modi in cui la gente affronta o non affronta il fatto che la vita finisce, sulla fragilità dell'equilibrio mentale, sulla vita stessa.

Una scrittrice ironica e graffiante, un'icona dell'America contemporanea racconta se stessa con sincerità, con crudezza, e racconta una storia d'amore. Le sue parole colpiscono nel profondo chiunque sappia che cosa significa amare qualcuno e perderlo. Parole che scandiscono un rito di passaggio, che si affollano di riflessioni, letture, stralci di conversazioni, di stratagemmi per sopravvivere. Come quel pensiero magico che induce a credere di poter modificare ciò che è già accaduto, di poter tornare indietro, perché lui possa tornare indietro.

Fino a che, dopo un anno e un giorno, Joan si rende conto, quasi suo malgrado, che qualcosa sta cambiando. Che guardando al tempo trascorso incontra ricordi in cui John non è più presente. Che è necessario, e giusto, lasciare andare i morti. Per poter sopravvivere. Per poter continuare a vivere.

©2008 Il Saggiatore S.r.l. Tradotto da Vincenzo Mantovani (P)2019 Audible Studios

Cosa pensano gli ascoltatori di L'anno del pensiero magico

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    70
  • 4 stelle
    35
  • 3 stelle
    24
  • 2 stelle
    15
  • 1 stella
    4
Lettura
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    76
  • 4 stelle
    32
  • 3 stelle
    16
  • 2 stelle
    7
  • 1 stella
    9
Storia
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    68
  • 4 stelle
    29
  • 3 stelle
    25
  • 2 stelle
    11
  • 1 stella
    6

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    2 out of 5 stars
  • alessio baratella
  • 24/09/2019

Noioso!

La signora Anita Zagaria Avràpure una perfetta dizione ma rende il libro noioso e ridondante calcando la mano sui termini inglesi e perdendo la poesia della lettura!

1 persona l'ha trovata utile

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Ilaria Felici
  • 21/01/2022

bellissimo libro, peccato per la lettura

Mi è piaciuto moltissimo il libro, peccato per la lettura che è estremamente "meccanica", tanto da andare incontro a veri errori di intonazione che in certi punti pregiudicano la comprensione del testo. Ad ogni modo, un libro da leggere (ma non da riascoltare)

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    2 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Francesca
  • 05/01/2022

Alcuni spunti

Avevo già letto questo libro e lo avevo apprezzato. Ho voluto provare ad ascoltarlo. Molto molto fastidiosa la lettura dei termini inglesi. Il libro è importante, ma forse sopravvalutato.

  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • lorenza
  • 28/12/2021

lettura irritante

lettura irritante.. non sono riuscita a finirlo.. mi spiace ma tutti i vocaboli in inglese letti in questo modo mi hanno provocato un grande fastidio.. talmente tale da non riuscire a continuare nell'ascolto.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 23/11/2021

Un viaggio indimenticabile attraverso il lutto

Una storia struggente, che riguarda tutti noi che dobbiamo salutare chi muore, per sopravvivere

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Glikanera
  • 30/07/2021

Il dolore non si conosce fino a che non arriva

L’autrice è una giornalista/scrittrice e stavolta il reportage riguarda l’anno successivo alla perdita del marito. Un anno in cui di rifugia nel pensiero magico che lui possa tornare. Per la sua capacità narrativa e la sua abilità di saggista trasforma un dramma personale in un’epica universale. 10 anche alla lettrice: una voce adatta al viso dell’autrice

  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    2 out of 5 stars
  • Michele
  • 20/05/2021

Delusione.

Un libro piuttosto estenuante perché riguarda una rispettabilissima ma molto (fin troppo) personale esperienza di lutto dell’autrice, che tuttavia non riesce mai a diventare un sentimento universale, ma solo l’elenco di referti medici e stati d’animo deprimenti. Sono arrivato fino in fondo in larga parte per la meravigliosa voce dell’attrice. Deluso.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Francisco R.
  • 17/08/2020

Analisi di una perdita

Veramente difficile, triste, drammatico, ma terribilmente vero... non so se di aiuto ma ti fa scandagliare nel profondo del tuo stesso dolore

  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 04/04/2020

Fra il diario e una guida turistica

Scrittura superficiale , trascrizione stucchevole di un diario che trova nella tragedia di una serie di eventi tristi la ragione di un lungo , dettagliato nomi di ristoranti , città e indirizzi di ospedali in tutto in un insalata di ricordi di una vita posh di una donna che vuole sempre avere ragione ......come ripetuti più volte dal marito defunto.