Ascolta ora gratuitamente con il tuo abbonamento Audible

9,99 € /mese

Dopo 30 giorni, 9,99 €/mese. Cancella quando vuoi.
Ascolta senza limiti migliaia di audiolibri, podcast e serie originali
Disponibile su ogni dispositivo, anche senza connessione
9,99 € al mese, cancelli quando vuoi
Acquista ora a 2,95 €

Acquista ora a 2,95 €

Paga usando carta che finisce per
Confermando il tuo acquisto, accetti le Condizioni d'Uso di Audible e l'Informativa sulla Privacy di Amazon. Tasse dove applicabili.

Sintesi dell'editore

La tana è uno degli ultimi racconti di Franz Kafka, scritto durante la sua permanenza a Berlino nel 1923, all'incirca sei mesi prima della morte. Il racconto narra dei continui disperati sforzi intrapresi da un protagonista - per metà umano e per metà animale - di costruirsi un'abitazione perfetta, così da potersi proteggere efficacemente dai suoi nemici invisibili.

In tutto il testo (rimasto incompiuto) vi è l'idea ossessiva di riuscir a realizzare una complessa opera architettonica, e dalla paura d'esser attaccato da potenziali nemici i quali però non danno mai prova d'esistenza reale: la tana, creata in questa costante ricerca di perfezione, non produce però quella pace e tranquillità che s'attendeva di trovare ma, piuttosto, ciò gli provoca ansie crescenti.

Franz Kafka è uno dei più celebri interpreti della complessità del vissuto umano e delle angosce che turbano la nostra epoca. Nacque a Praga nel 1883, figlio di un agiato negoziante, gretto e autoritario, con cui visse sempre in conflitto.

Trascorse un’esistenza apparentemente monotona e priva di grandi avvenimenti. Poco dopo la laurea s’impiegò in un ente pubblico, dove rimase fino a due anni prima della sua prematura scomparsa nel 1924.

©2020 SAGA Egmont (P)2020 SAGA Egmont

Cosa pensano gli ascoltatori di La Tana

Valutazione media degli utenti. Nota: solo i clienti che hanno ascoltato il titolo possono lasciare una recensione
Generale
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    8
  • 4 stelle
    9
  • 3 stelle
    4
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    2
Lettura
  • 3.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    6
  • 4 stelle
    10
  • 3 stelle
    4
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    2
Storia
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    10
  • 4 stelle
    4
  • 3 stelle
    6
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    2

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 07/01/2022

Qualche piccolo refuso

C' è qualche refuso nella lettura, ma nulla di grave. il racconto è incompiuto di suo, bisognerebbe saperlo prima di recensirlo male per questo.

  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • carla altea
  • 04/05/2021

non é completo!!

verso la fine si ripete e non finisce la storia, veramente poco bello. Una porcheria

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Herodiade
  • 03/05/2021

bello, qualche problema col montaggio

bellissimo libro, lo so ascolta volentieri e tutto d'un fiato. Kafka è pur sempre kafka.
il lettore ha una bella voce e la trovo appropriata al testo. ❤️
unica pecca (che mi ha fatta sorridere) nel terzo capitolo il montaggio ha avuto qualche problema. ci sono errori non tagliati e battute o interi paragrafi ripetuti! 🤔🤷🏻‍♀️

  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • Adri
  • 13/04/2021

ADORO KAFKA MA

Storia angosciante mal letta ( in genere il tizio è più bravo / qui su sentono più volte ripetizioni e addirittura 1 “ rifaccio”) che strazio. Cmq la storia in se non ho gradito

  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    2 out of 5 stars
  • Marina
  • 25/02/2021

Non so..

L'ho ascoltato fino alla fine giusto perché è breve e perché è Mr Kafka.
Per me, non è stato di nessun interesse, non ho trovato un senso a questo racconto e nemmeno una metafora. Non mi ha toccato nessuna corda. Noioso e ripetitivo. Nella parte finale si sente il lettore che dice "lo rifaccio" come se l'attaccatura della frase non fosse venuta bene e quindi avvertiva gli addetti ai lavori.. poi, poco dopo, ripete due volte l'inizio di un'altra frase, per la serie: diamo un colpo d'orecchio anche al backstage.
La lettura è perfetta ma, forse, avrei voluto ascoltare questo racconto con una voce più fresca. Solo per renderlo un po' meno noioso. Chissà...