Ascolta ora gratuitamente con il tuo abbonamento Audible

9,99 € /mese

Dopo 30 giorni, 9,99 €/mese. Cancella quando vuoi.
Ascolta senza limiti migliaia di audiolibri, podcast e serie originali
Disponibile su ogni dispositivo, anche senza connessione
9,99 € al mese, cancelli quando vuoi

Sintesi dell'editore

Chi conosce Edgar Wallace per i suoi thriller resterà stupito di questo suo romanzo leggero. Scritto nel 1909, è una ironica e delicata satira dell'atteggiamento inglese verso la nobiltà. In certi punti si può quasi pensare che Woodhouse, che ha fatto di questo tipo di romanzi la sua fortuna, si sia ispirato a questo tipo di scrittura.

In ogni caso, la storia di un "duca" anticonvenzionale che si stabilisce in periferia, è l'occasione per sorridere e tuffarsi in un mondo ormai passato, che cercava di liberarsi delle vecchie abitudini di pensiero e di comportamento della chiusa società britannica.

Cornice musicale: "Black and white Rag" di George Botsford.

©1940 Public domain (P)2019 Silvia Cecchini

Cosa pensano gli ascoltatori di Il duca nel sobborgo

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 3.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    6
  • 4 stelle
    1
  • 3 stelle
    5
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    1
Lettura
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    7
  • 4 stelle
    2
  • 3 stelle
    3
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    1
Storia
  • 3 out of 5 stars
  • 5 stelle
    2
  • 4 stelle
    3
  • 3 stelle
    5
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    2

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • giovanni lippi bisori
  • 11/06/2021

storia interessante

storia insolita, interessante, qualche volta un poco tediosa ma verso la fine diviene avvincente, La lettrice sempre all'altezza della storia narrata

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Adri
  • 07/01/2021

IMPOSSIBILE

Non è “ ascoltabile” la voce della signora Cecchini. Nn si capisce se è un giallo un romanzo una favola. Monocorde e senza intonazione appropriata. Son costretta ad evitare di scaricare i romanzi ( perfino le novelle di Pirandello ho dovuto interrompere !) quando vedo che son LETTI da lei. Che peccato. Ma scuola di recitazione no ?