Ascolta ora gratuitamente con il tuo abbonamento Audible

9,99 € /mese

Dopo 30 giorni, 9,99 €/mese. Cancella quando vuoi.
Ascolta senza limiti migliaia di audiolibri, podcast e serie originali
Disponibile su ogni dispositivo, anche senza connessione
9,99 € al mese, cancelli quando vuoi
Acquista ora a 4,95 €

Acquista ora a 4,95 €

Paga usando carta che finisce per
Confermando il tuo acquisto, accetti le Condizioni d'Uso di Audible e l'Informativa sulla Privacy di Amazon. Tasse dove applicabili.

Sintesi dell'editore

Trent'anni, analista programmatore in una società di servizi informatici, il protagonista di questo romanzo conduce un'esistenza indifferente. Il lavoro, i viaggi d'affari, le prigioni dell'amore e del sesso, l'assenza di qualsiasi sentimento che non sia di insofferenza verso se stesso, lo scivolare lento e inesorabile in uno stato di insensibilità dal quale sembra non esserci via d'uscita.

In una lingua affilata e gelida, che più volte costeggia i territori di tragedie innominabili, Michel Houellebecq compone un romanzo epocale, una educazione alla non-vita, alla noia, all'indifferenza capace di segnare la generazione contemporanea come Lo straniero di Camus segnò i giovani del dopoguerra.

©2020 La nave di Teseo Editore Srl. Tradotto da Sergio Claudio Perroni (P)2021 Audible Studios

Altri titoli dello stesso

Cosa pensano gli ascoltatori di Estensione del dominio della lotta

Valutazione media degli utenti. Nota: solo i clienti che hanno ascoltato il titolo possono lasciare una recensione
Generale
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    95
  • 4 stelle
    53
  • 3 stelle
    42
  • 2 stelle
    22
  • 1 stella
    5
Lettura
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    129
  • 4 stelle
    45
  • 3 stelle
    19
  • 2 stelle
    9
  • 1 stella
    3
Storia
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    85
  • 4 stelle
    49
  • 3 stelle
    37
  • 2 stelle
    23
  • 1 stella
    12

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Marco Alfieri
  • 26/01/2021

Cinismo, disfatta, disperazione.

Ho ascoltato con vivo interesse questo romanzo del grande scrittore francese che ha scelto uno pseudonimo, per me, impronunciabile. Grande interesse, ripeto, perché di lui non avevo letto nulla. Posso dire che i primi capitoli mi sono parsi notevoli, tra l’altro la lettura era più che eccellente. Poi l’intero romanzo ha cominciato ad annoiare, andava rotolando in una serie di episodi e considerazioni privi di un qualunque barlume di positività. Certo è che non deve essere una pretesa da parte del lettore aspettarsi una funzione consolatrice dalla letteratura...questo mi è palese, tuttavia in tempi di pandemia e di angoscia esistenziale, è auspicabile non ascoltare un testo come questo, più che deprimente e amaro.

3 persone l'hanno trovata utile

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Davide
  • 26/01/2021

Cinico e pieno di spunti di riflessione

Molto bello. Nichilista e cinico e con un senso dell'umorismo a volte formidabile. Spesso politicamente scorretto tanto che per qualcuno potrebbe risultare fastidioso, ma genera riflessione sulle relazioni umane e sulla società. Il lettore ottimo, con il perfetto distacco ironico e ambiguamente disinteressato del protagonista del libro.

2 persone l'hanno trovata utile

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Massimo V
  • 23/01/2021

Houellebecq

Inquietante, come questo scrittore sa essere. Meno noto di altre opere (è il suo primo romanzo) ma tutt’altro che minore. Da leggere.

2 persone l'hanno trovata utile

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Stefano Buganza
  • 16/08/2021

Il fascino del cinismo

Una boccata di aria pura, con l’autore che da A a B tira una retta e non una linea contorta, come fa chi pensa di padroneggiare il concetto della relatività prima di saper usare il pallottoliere. Peccato solo sia l’unica opera di Houellebeck in catalogo.

1 persona l'ha trovata utile

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Roberto Barcellona
  • 15/05/2021

Più che un libro, una vivisezione senza anestesia

Letteratura alta, profondità disarmante come una vivisezione, solare chiarezza espositiva, prosa sfavillante. Huellebecq rende sublime l'infimo. E anche la lettura sta al passo. Cosa chiedere di più a un audiolibro?

1 persona l'ha trovata utile

  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • millyit
  • 28/01/2021

Impossibile da terminare

Irritante. Penso che il giusto aggettivo sia “irritante”.... tanto che non ho continuato nella lettura.

1 persona l'ha trovata utile

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • F G
  • 23/01/2021

Bello Ma tossico

Scritto benissimo, storia interessante, traduzione ottima, letto molto bene. Però l’autore è profondamente tossico, consigliato a chi ha le spalle forti

1 persona l'ha trovata utile

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Daniele Orlando
  • 01/05/2022

Houellebecq come è nella mia testa quando lo leggo

Potente il testo e fantastico il lettore, ti fa entrare nel grigio mondo del tecnico informatico con maestria dei toni e dell'interpretazione

  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • S.S.
  • 16/02/2022

Elogio alla tristezza ed all'angoscia.

Forzatamente strano ed estremamente negativo, non ci ho trovato nulla di interessante. Letto benissimo. Non lo rileggerei.

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 27/01/2022

Amarezza e disillusione

Disturbante, ma a suo modo bello. Anzi meglio: interessante, bello è un aggettivo fuori luogo. Ricorda molto l'Étranger di Camus, per la disillusione e il trasporto passivo in una vita vacua del protagonista. Talvolta fin troppo cinico e in alcuni passaggi si annoda un po' lo stomaco, ma son contento di averlo ascoltato.