Vantaggi dell'abbonamento

Sintesi dell'editore

"Viaggio in Italia" è il resoconto di viaggio del Grand Tour che Johann Wolfgang von Goethe compì in Italia in circa due anni, a partire dal settembre del 1786. L'opera è considerata un vero e proprio caposaldo della storia del turismo perché da essa si manifesta un nuovo modo di viaggiare, un viaggio di tipo "antropologico". 

Da Goethe, infatti, il viaggio assume una forma in cui non si impara solo, come nei tipici Grand Tour, a conoscere la politica, la cultura, l'arte e le antichità dei paesi europei ma anche ad apprezzare i tratti più comuni delle popolazioni visitate, grazie a giri turistici, a frequentazioni degli ambienti locali, come mercati, chiese, e all'incontro con le persone. Particolarmente approfondite le descrizioni di Venezia, Roma, Napoli e della Sicilia.

©1900 public domain (P)2019 Silvia Cecchini

Cosa pensano gli ascoltatori di Viaggio in Italia

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    27
  • 4 stelle
    10
  • 3 stelle
    4
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    0
Lettura
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    23
  • 4 stelle
    6
  • 3 stelle
    6
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    5
Storia
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    30
  • 4 stelle
    4
  • 3 stelle
    7
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Massimo
  • 16/07/2019

Viaggio nell'Italia del XVIII secolo

Bellissima e minuziosa descrizione di luoghi, persone, opere d'arte, usi e costumi. Un racconto che spesso sorprende per la sua attualità ( sporcizia strade, incuria di siti importanti... ) e per il preciso ritratto degli Italiani. Meravigliosa la descrizione di Napoli "libera, allegra, vivace. L'escursione sul Vesuvio in eruzione è anche l'occasione per un resoconto su rocce e vegetazione. Mille cose da scoprire in questa opera imperdibile.

2 people found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Maria Margherita Striano
  • 19/08/2020

Ho partecipato al viaggio!

Ho viaggiato con una guida eccezionale, Goethe mi ha portata in un’Italia del ‘700 bella, ricca di arte, con una natura rigogliosa e un popolo intraprendente. Ho visitato un sud, finalmente, riscattato dal pregiudizio di gente fannullona, la descrizione dettagliata di Napoli e dintorni nonché della Sicilia mostra la profonda ammirazione dello scrittore. Bravissima la lettrice.

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • tiziana
  • 12/07/2020

Negativo

Lettura monocorde e noiosa, voce piatta a volte irritante. Problemi di registrazioni con intoppi. Lo sconsiglio, rovina un’opera dai contenuti spettacolari.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Stefano Calabretta
  • 15/03/2020

Il “vecchio” Goethe e la brava Cecchini!

Strano ma vero, la lettura al femminile di Silvia Cecchini infonde profondità e ulteriore bellezza al “viaggio” di Goethe! Mi sono talmente affezionato alla sua voce, che ho deciso di ascoltare anche “Idolori...” dalla sua voce!

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Tina
  • 03/11/2019

Viaggio al Sud d'Italia

È venuto in Italia ad attingere alla cultura classica e invece ammette di essersi arricchito di umanità e di aver imparato ad adattarsi agli altri, usando "la bilancia del merciaiolo invece di quella scrupolosa dell'orafo". Colpisce e intenerisce anche la capacità di Goethe di entrare nell'umanità e nel carattere della gente del sud. A tratti ne fa anche una difesa rispetto alle accuse del Nord! Purtroppo l'interpretazione non mi è risultata gradita (lo stesso è successo anche con altre opere lette da Cecchini): monotona e piatta, risulta persino irritante. Gli stacchetti musicali inutili e fastidiosi. La registrazione è in alcuni punti difettosa (fruscio, colpi, ripetizioni). Insomma, Goethe meritava di essere trattato meglio.