Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Di tutte le cose che le donne possono fare nel mondo, parlare è ancora considerata la più sovversiva. Se si è donna, in Italia si muore anche di linguaggio. È una morte civile, ma non per questo fa meno male. È con le parole che ci fanno sparire dai luoghi pubblici, dalle professioni, dai dibattiti e dalle notizie, ma di parole ingiuste si muore anche nella vita quotidiana, dove il pregiudizio che passa per il linguaggio uccide la nostra possibilità di essere pienamente noi stesse.

Per ogni dislivello di diritti che le donne subiscono a causa del maschilismo esiste un impianto verbale che lo sostiene e lo giustifica. Accade ogni volta che rifiutano di chiamarvi avvocata, sindaca o architetta perché altrimenti "dovremmo dire anche farmacisto". Succede quando fate un bel lavoro, ma vi chiedono prima se siete mamma. Quando siete le uniche di cui non si pronuncia mai il cognome, se non con un articolo determinativo davanti. Quando si mettono a spiegarvi qualcosa che sapete già perfettamente, quando vi dicono di calmarvi, di farvi una risata, di smetterla di spaventare gli uomini con le vostre opinioni, di sorridere piuttosto, e soprattutto di star zitta.

Questo audiolibro è uno strumento che evidenzia il legame mortificante che esiste tra le ingiustizie che viviamo e le parole che sentiamo. Ha un'ambizione: che tra dieci anni una ragazza o un ragazzo, trovandolo su una bancarella, possa pensare sorridendo che per fortuna queste frasi non le dice più nessuno.

©2021 Einaudi (P)2021 Einaudi

Cosa pensano gli ascoltatori di Stai zitta

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    473
  • 4 stelle
    75
  • 3 stelle
    14
  • 2 stelle
    7
  • 1 stella
    11
Lettura
  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    460
  • 4 stelle
    59
  • 3 stelle
    10
  • 2 stelle
    3
  • 1 stella
    7
Storia
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    438
  • 4 stelle
    71
  • 3 stelle
    13
  • 2 stelle
    3
  • 1 stella
    12

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • GIULIA
  • 15/04/2021

Semplice, Scorrevole, Emotivo

Per quelle di noi che lottano quotidianamente, questo libro risulterà una sana rispolverata primaverile.
Niente di nuovo, ma raccontato in modo fresco e scorrevole.

Sono convinta però che, anche se non contiene novità sull'argomento femminile...faccia bene all'anima.
Veniamo divise, nella vita.
Ascoltandolo mi sono ricordata che non sono sola.

Insomma...se sei una donna, sarà come un abbraccio.
Se sei un uomo...ascolta bene, e per una volta...stai zitto.

6 people found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 17/04/2021

Aprire gli occhi.

Parole semplici ma efficaci.
Parole che ci fanno capire che un cambiamento ci dev'essere, non sono quello mentale ma anche quelli pratico.
Bisogna allenare mente e corpo verso un'idea di donna che va oltre quello del maschilismo.
Grazie a Michela Murgia per questo libro.

3 people found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Luciano Bernardo
  • 16/04/2021

Acuto

Bel libro che allarga le vedute rispetto al linguaggio sessista che ascoltiamo ogni giorno. Da leggere

2 people found this helpful

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 16/04/2021

Le parole hanno la sua importanza... Sempre

Consiglio questo libro a tutti, non perché adoro Mugia, ma perché credo che sui concetti e i pensieri che stanno dietro la scelta delle parole dovremmo sempre soffermarci tutti. La discrimizione è sempre sbagliata, ma quando colpisce la metà della popolazione mondiale, beh credo che meriti una riflessione e almeno un paio d'ore d'ascolto. Buona lettura.

1 person found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Lisalia
  • 12/05/2021

Soddisfatta

Molto chiaro e illuminante. Una visione completa e paritaria di cosa sente nel profondo la persona" femminile"del sessismo nella nostra epoca.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Michele Pietrangelo
  • 11/05/2021

Ho imparato qualcosa in più

Grazie Per questo libro che apre gli occhi in un mondo sessista verso le donne

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 10/05/2021

libro interessante

ci sono stati passaggi che ho fatto fatica a capire quindi tornavo indietro, però ero curiosa di leggerlo grazie

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • E.
  • 10/05/2021

Libro necessario

Questo è un libro che dovrebbero leggere o ascoltare tutti. Soprattutto chi pensa di non averne bisogno, chi usa la parola "femminismo" come insulto e chi crede che parlare di molestia sia voler esagerare.

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Mary
  • 09/05/2021

Grande Michela Murgia!

Michela Murgia è una scrittrice che ha il talento della chiarezza e dell’efficacia del linguaggio. L’ho apprezzata a cominciare dal bellissimo libro Abbacadora e mi piace seguirla perché è arguta, coraggiosa e impegnata. Il libro “Stai zitta” insegna a riflettere sull’uso che facciamo delle parole e su come i condizionamenti di una società patriarcale sono talmente radicati in noi da non averne spesso consapevolezza. A volte alcuni episodi narrati sono delle iperboli ma servono per dare l’idea di un substrato culturale su cui è opportuno lavorare anche interiormente secondo i canoni di un atteggiamento sociale “woke” che può renderci più sensibili e attenti. Lo consiglio a tutte le amiche ma anche agli amici con il suggerimento di andare oltre l’approccio un po’ esagerato di alcuni passaggi e di considerarlo nell’essenza del messaggio sotteso che induce senz’altro a valorizzare e far crescere l’identità delle donne.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Pispino
  • 08/05/2021

Le parole sono pietre

Questa analisi della Murgia tagliente, diretta, chiara non fa sconti a nessuno. Ci si sente in imbarazzo difronte ad una dimostrazione, con tanti esempi presi dalla vita di ogni giorno, di quanto siano importanti le parole e al tempo stesso di quanto, come donne e come uomini, siamo responsabili del proseguire di questa mentalità sessista che veramente permea ogni nostra frase e peggio ogni nostro atteggiamento e pensiero. Una cultura intera che discrimina fino alla violenza della quale siamo tutti profondamente impregnati tanto da non esserne pienamente coscienti. Ringrazio questa donna che con la sua chiarezza dialettica riesce sempre a mettere in discussione l'assodato, il normale. Ben vengano queste letture che coltivano la nostra consapevolezza nell'uso delle parole e dei modi di dire scontati che continuano a costruire questo mondo che non ci piace per niente nella speranza di riuscire a cambiare educando i nostri giovani con valori diversi per un futuro migliore.