Moll Flanders

Letto da: Silvia Cecchini
Durata: 3 ore e 57 min
4,3 out of 5 stars (16 recensioni)
Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

"Fortune e sfortune della famosa Moll Flanders" fu pubblicato nel 1722, con l'aggiunta come sottotitolo. "Che nacque a Newgate, e durante una vita di continui cambiamenti per una sessantina d'anni dopo l'infanzia, fu per dodici anni prostituta, cinque volte moglie (compresa una volta con suo fratello), dodici anni ladra, otto anni delinquente deportata in Virginia; alla fine divenne ricca, visse onestamente e morì pentita. Trascritto dalle sue memorie".

Defoe lo scrisse dopo aver lavorato come giornalista ed autore di pamphlet. Nel 1722 era già un romanziere apprezzato, dopo il successo di "Robinson Crusoe", pubblicato nel 1719. Il suo impegno politico si stava attenuando in seguito alla caduta dei capi politici; stava iniziando la sua ascesa Robert Walpole, con il gruppo del quale Defoe non si trovò mai completamente d'accordo. Tuttavia l'orientamento Whig di Defoe è evidente nella storia. Alcuni ritengono che la vicenda sia una rappresentazione narrativa del capitalismo, date le numerose allusioni al denaro, ai contratti e ad altri argomenti legati alla moneta. Tutto, comprese le persone, ha un valore monetario. Il capitalismo però non divenne un concetto familiare se non molto più tardi; è dunque meglio ritenere che Defoe, che fu lui stesso carcerato a Newgate e spia, rappresenti piuttosto la vita sociale del XVIII secolo.

Daniel Defoe era puritano. Le sue vedute sono chiare, in quanto egli crede nel lavoro duro, nella devozione e nell'opera della provvidenza come grazia, e ne scrive. Ci si chiede, tuttavia, in che luce Defoe intendesse presentare il personaggio di Moll. Il romanzo, che dedica molte pagine al crimine e al peccato, e pochissime al pentimento o al rimorso, porta il lettore a mettere in discussione il desiderio di perdono di Moll. Ella è dunque un personaggio ambivalente. Dal punto di vista degli storici, Moll Flanders fornisce notevoli informazioni su vita, abitudini e punizioni del mondo criminale.
©Dominio pubblico (P)2016 Silvia Cecchini

Cosa pensano gli ascoltatori di Moll Flanders

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    6
  • 4 stelle
    9
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    0
Lettura
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    6
  • 4 stelle
    5
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    2
Storia
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    6
  • 4 stelle
    8
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 21/01/2019

Interpretazione sciatta

Romanzo a lieto fine e coinvolgente ma l'interpretazione risulta piatta e priva di emozioni e letto in modo troppo veloce nonostante il rallenty.. peccato perché è un bel romanzo, cmq consigliato.

  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • paolo daffara
  • 20/03/2018

Delusione

Interpretazione piatta, senza spirito. Le parti salienti vengono lette come una lista della spesa, non da emozione