Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

"Daisy Miller", scritto nel 1878, è considerato uno dei capolavori dello scrittore americano Henry James. Ritratto intenso di una giovane americana che, nella buona società europea (la trama si dipana dalla Svizzera alla stupenda e decadente Roma dei papi), viene giudicata troppo libera (se ne va a passeggio per Roma dopo il tramonto, sola con un giovanotto che non è nemmeno il suo fidanzato...) e quindi imperdonabilmente poco seria, e messa al bando; solo dopo la sua morte improvvisa sapremo, insieme al protagonista narratore, che Daisy era assolutamente innocente, non una civetta o peggio, ma semplicemente una ragazza libera, indipendente, spontanea e disinteressata, amante del passeggiare e vagabondare, oppressa dai lacci delle convenzioni sociali che imprigionavano le donne.

Eroina femminista ante litteram, Daisy viene posta, dalla narrazione del co-protagonista Winterbourne, in una situazione culturale considerata "naturale" nella cultura patriarcale, fino all'invisibilità: la donna, priva di voce e di pensiero, oggetto d'interpretazione e di giudizio; l'uomo, detentore dell'autorità del punto di vista, titolato a interpretare e giudicare.
©2016 il Narratore Srl (P)2016 il Narratore Srl

Cosa ne pensano gli iscritti

Valutazione media degli utenti

Totali

  • 3.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    0
  • 4 stelle
    3
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Interpretazione

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    2
  • 4 stelle
    3
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Storia

  • 3.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    0
  • 4 stelle
    3
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Ordina per:
  • Totali
    4 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Laura B.
  • 30 09 2018

d'atmosfera

Ottima l'interpretazione. Lo stile della scrittura è molto piacevole e permette la piacevole immersione nella Roma vista dagli americani aristocratici dell'epoca.Il linguaggio è per me il punto di forza di questo romanzo: descrittivo, elegante, pacato e chirurgicamente preciso nei termini e negli aggettivi.
La trama, ora nel 2018 appare un po' scontata a parte la freddura finale, ma per l'epoca penso rappresentasse una visione moderna di intenti atti a scalzare i pregiudizi sull'universo femminile. Dasy Miller avanguardia femminista.