Vantaggi dell'abbonamento

Sintesi dell'editore

Nell'agosto 2014 lo scienziato Alessandro Vesespignani riceve una chiamata: un'epidemia senza precedenti sta distruggendo la Guinea, presto contagerà il resto del mondo. Il nome del virus è ormai noto a tutti: Ebola. Vespignani e il suo team si collegano a un supercomputer e, grazie ad algoritmi e simulazioni, riescono a prevedere la diffusione del virus con mesi di anticipo.

Predire il futuro è la nostra ossessione sin dall'alba dei tempi. Gli aruspici hanno scrutato per secoli il domani nelle carcasse degli animali, e ancora oggi non riusciamo a fare a meno della divinazione: sapere a che ora sorge il sole o quando ci sarà la prossima eclissi lunare mitiga il nostro senso di spaesamento nell'universo. Cosa accadrebbe se fosse possibile prevedere con largo anticipo non solo fenomeni come quelli meteorologici, ma tutta la nostra vita? Togliamo il se. I nuovi indovini artificiali lo stanno già facendo.

Alessandro Vespignani - uno dei più importanti scienziati della predizione al mondo - con la sua arte mantica non si affida ai segni della natura, bensì a quelli matematici della datificazione. E a fornirgli questi dati siamo proprio noi. Non ci credete? Guardatevi intorno: le nostre tracce sono ovunque. I pagamenti che eseguiamo con il bancomat dicono cosa possiamo permetterci e cosa ci piace, il gps sullo smartphone registra tutti i nostri spostamenti, l'algoritmo di Facebook impara i nostri gusti in fatto di cinema e musica, moda e cibo, fino a sapere che cosa abbiamo intenzione di votare alle prossime elezioni.

Tutti questi dati che seminiamo sono il punto di partenza, il pozzo da cui attingere per simulare e anticipare il futuro. Una sfida che non si esaurisce nella predizione delle attività quotidiane, ma che mira a utilizzarle per profetizzare fenomeni molto più grandi: pandemie, guerre, crolli economici e politici, disastri naturali. L'algoritmo e l’oracolo non racconta come tutto ciò potrà accadere un giorno; racconta come, senza che ce ne accorgiamo, stia già accadendo.

©2019 Il Saggiatore S.r.l. (P)2020 Audible Studios

Altri titoli dello stesso

Cosa pensano gli ascoltatori di L'algoritmo e l'oracolo

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    36
  • 4 stelle
    8
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Lettura
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    35
  • 4 stelle
    6
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    0
Storia
  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    34
  • 4 stelle
    8
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 25/03/2020

Algoritmi come nuovi Indovini

Interessante riflessione sul nuovo ruolo degli algoritmi nella nostra società. Di facile ascolto. Opera divulgativa e non tecnica. Consigliato.

1 person found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 08/09/2020

un libro eccellente

molto interessante e oggettivo. adesso però mi aspetto una ulteriore riflessione critica sugli algoritmi di previsione dopo covid19

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Giancarlo
  • 24/08/2020

visione del futuro

molto interessante per capire cos'è l'intelligenza artificioso e cosa è in grado di fare e come potrebbe essere utilizzata dai grandi gruppi mondiali consiglio vivamente il suo ascolto

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    2 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Francesca
  • 12/06/2020

Correlazione non è causalità

"Correlazione non è casualità" si cita ad un certo punto, in argomento dell'articolo rivoluzionario di Anderson ed è stato come quando sento abusare il termine 'tipologia', unghie sulla lavagna. Vorrei sapere se è un errore del lettore o se davvero è l'autore a stravolgere questa formula magica delle spiegazioni scientifiche (si potrebbe comunque correggere? Non è affatto piacevole da sentire). Non ho ancora finito l'ascolto e mi ripropongo di farlo perché è davvero un interessante e aggiornato lavoro di epistemologia, ma questo errore sono in grado di governarlo e lo sto ascoltando per conoscere, mi auguro che sia solo un incidente.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Francesco Schettini
  • 30/04/2020

Un sapere che mi mancava

Si può arrivare a capire molte cose attraverso questo libro, rispetto al nuovo mondo che ci circonda...

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • robyPeppy
  • 28/04/2020

Lettura molto semplice e attuale: coronavirus

Ciao, a dispetto del titolo che ho messo non si parlerà del Coronavirus , ma l'autore ci va incredibilmente vicino perché questo scienziato, intervistato tra l'altro a LA7 questo aprile 2020 proprio con argomento pandemia, ha tanto da dire su predizioni e algoritmi, e su come esistano delle branche di studi che, attraverso l'elaborazione di BigData, riescano a predire i nostri sentimenti su elezioni politiche, la prossima pandemia, cosa compreremo. Cercate questo scienziato e documentatevi, perché ciò che dice è molto utile per avere un quadro generale di cosa siamo noi su Internet e a cosa servono tutti i nostri like e le nostre immagini. La parte interessante dell'audio non è all'inizio, quindi pazientate un po', i discorsi interessanti sono dopo la metà e verso la fine addirittura. Buon ascolto, e buona programmazione :)

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • mariano maponi
  • 14/03/2020

consigliato al tempo del coronavirus

letto al tempo del coronavirus permette di capire la scienza delle previsioni basate su sistemi complessi

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 05/03/2020

eccezionale eccezionale chiaro e direi illuminante

pone quesiti preoccupanti in modo chiaro e facilmente comprensibili spero che i dubbi sollevati stimolino il nostro pensiero