Vantaggi dell'abbonamento

Sintesi dell'editore

Il conte Neville, aristocratico belga decaduto, è costretto a vendere il suo magnifico castello nelle Ardenne. Prima di uscire di scena, per celebrare l'onore della famiglia, decide di organizzare una lussuosissima festa di addio. Ma nei giorni che precedono l'evento Sérieuse, la sua figlia più giovane, fugge di casa e si nasconde nella foresta. A trovarla è una misteriosa chiaroveggente e sarà costei, dopo aver avvertito il conte del ritrovamento della ragazza, a fargli una spaventosa profezia: "Durante il ricevimento, lei ucciderà un invitato". Il conte Neville, ossessionato da queste parole, dovrà trovare un modo per sfuggire al suo tragico destino.

Riprendendo Oscar Wilde e la tragedia greca Amélie Nothomb gioca con la letteratura e con l'intelligenza dei lettori, fornendo come al solito una sua personale versione dei miti.

©2015 Les éditions Albin Michel S.A. Per la versione italiana: Edizioni Voland. Tradotto da Monica Capuani (P)2018 Audible Studios

Cosa pensano gli ascoltatori di Il delitto del conte Neville

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    28
  • 4 stelle
    12
  • 3 stelle
    11
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    1
Lettura
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    32
  • 4 stelle
    14
  • 3 stelle
    5
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    1
Storia
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    28
  • 4 stelle
    10
  • 3 stelle
    12
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    2

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • Alexandra Gatej
  • 05/08/2020

DELUDENTE

Mi aspettavo molto di più invece è piuttosto mediocre, mi sembra che questa volta non ci si è proprio dedicata per niente, peccato!!

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Tina
  • 16/07/2020

Favoletta fantasiosa

L'autrice non smentisce la sua capacità di mettere insieme spunti disparati in un miscuglio alquanto indigesto. La virtù di questo libro è di essere breve. La voce corposa e precisa della lettrice lo salva.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Cliente Kindle
  • 15/06/2020

PARADOSSALMENTE LOGICO

Divertente, sorprendente, dialoghi paradossalmente logici. Lei non è mai banale. Tuttavia mi spiace molto dover dire che la lettura mediocre lo ha sminuito. La Zagabria non legge bene, in altri casi sono stata costretta a interrompere l'ascolto. Non mi è piaciuta affatto. Un stella la devo mettere per forza ma avrei volentieri evitato.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Valentina Ruocco
  • 25/04/2020

Assolutamente si

Il pensiero manipolatore può portare ad azioni terribili... per fortuna ogni tanto il destino ci mette mano. Cmq sia bellissimo libro. L unica cosa che non capisco e non mi spiego è per quale motivo la storia sia ambientata nel 2014. mentre si ascolta viene spontaneo immaginarla nella metà dell' 800. leggerò altri libri della scrittrice

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 03/12/2019

piacevole

ascolto piacevole anche se, a mio avviso, non una delle opere più riuscite della Nothomb

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Martina Toia
  • 06/03/2019

Interessante

Il libro è interessante soprattutto nel primo capitolo, per tutta la durata del secondo invece ci si trova davanti alle manipolazioni e agli sfiancamenti messi in atto da una diciassettenne adolescente, particolarmente pedante (una di quelle persone i cui interlocutori assentono nella vana speranza di zittirla: se l'intenzione dell'autrice era di alimentare gli istinti omicidi del lettore verso la ragazza..beh ci è decisamente riuscita). Sembra ambientato molto tempo fa, per questo quando i personaggi dicono esplicitamente che siamo nel 2014 è quasi uno shock, un curioso discontinuo nella narrazione, perché è faticoso immaginarsi questa famiglia ai giorni nostri (purtroppo o per fortuna sta al gusto personale). Molto buona l'interpretazione!