• Scienza e pseudo-scienza nel Seicento

  • Storia d'Italia e d'Europa 46
  • Di: Autori Vari
  • Letto da: Eugenio Farn
  • Durata: 1 ora e 4 min
  • 4,1 out of 5 stars (20 recensioni)

Ascolta ora gratuitamente con il tuo abbonamento Audible

Dopo 30 giorni (60 per i membri Prime), 9,99 €/mese. Cancella quando vuoi.
Ascolta senza limiti migliaia di audiolibri, podcast e serie originali
Disponibile su ogni dispositivo, anche senza connessione
9,99 € al mese, cancelli quando vuoi
Scienza e pseudo-scienza nel Seicento copertina

Scienza e pseudo-scienza nel Seicento

Di: Autori Vari
Letto da: Eugenio Farn
Iscriviti ora

Dopo 30 giorni (60 per i membri Prime), 9,99 €/mese. Cancella quando vuoi.

Acquista ora a 3,95 €

Acquista ora a 3,95 €

Paga usando carta che finisce per
Confermando il tuo acquisto, accetti le Condizioni d'Uso di Audible e ci autorizzi ad addebitare il costo del servizio sul tuo metodo di pagamento preferito o su un altro metodo di pagamento nei nostri sistemi. Per favore, consulta la nostra Informativa sulla Privacy qua.

I fan di questo titolo hanno amato anche...

La decadenza dell'Italia nel XVII secolo copertina
Scienza e Tecnica nel Rinascimento copertina
Cronache di vita principesca copertina
La Controriforma copertina
La nascita delle università copertina
Le monarchie militari romane copertina
La scoperta di nuove terre copertina
L'impero della Svezia copertina
Regno Unito. nascita di un modello copertina
Il Cinquecento copertina
I fermenti religiosi nell'Europa del '500 copertina
Il Trecento e gli albori dell'Umanesimo copertina
Le colonie d'America copertina
Firenze medioevale copertina
Il dispotismo illuminato austriaco copertina
La Riforma in Europa copertina

Sintesi dell'editore

Tra Cinquecento e Seicento si assiste in Europa a un rapido progresso delle scienze, che investe non soltanto l'acquisizione di singole conoscenze, ma soprattutto il metodo scientifico adottato.

Tutto inizia con la rivoluzione astronomica di Copernico nel XVI secolo, seguito poi dal genio di Galilei, di Keplero e infine di Newton. Filosofia e scienza in questo periodo si intrecciano in maniera nuova, ma il più radicale momento di questa rivoluzione si deve al filosofo Giordano Bruno, che ha definitivamente superato il mondo degli antichi e prospettato le linee fondamentali di quello moderno.

Ma il 1600 è anche un periodo dalla "doppia anima": mentre si sviluppano scienze nuove basate sulla precisa osservazione dei fenomeni naturali alla ricerca delle cause attraverso il metodo sperimentale, si bruciano le streghe nelle piazze, l'Inquisizione toglie la vita e la libertà ai liberi pensatori, l'astrologia e le pseudo-scienze si sviluppano come mai prima di allora. L'audiolibro racconta le contraddizioni e i paradossi della cultura europea del secolo del Barocco.

Questo volume è realizzato a cura di Maurizio Falghera, con riferimento alle opere degli storici Daniello Bartoli, Adriano Carugo, Pietro Omodeo, Vittorio Somenzi, Michele Straniero. La lettura è di Eugenio Farn.
©2017 il Narratore Srl (P)2017 il Narratore Srl
  • Versione integrale Audiolibro
  • Categorie: Storia

Cosa pensano gli ascoltatori di Scienza e pseudo-scienza nel Seicento

Valutazione media degli utenti. Nota: solo i clienti che hanno ascoltato il titolo possono lasciare una recensione
Generale
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    10
  • 4 stelle
    6
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    2
Lettura
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    10
  • 4 stelle
    6
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    1
Storia
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    8
  • 4 stelle
    6
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    1

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
Immagine del profilo di Utente anonimo
  • Utente anonimo
  • 27/12/2021

Un pessimo modo di fare storia

Manca di un approccio distaccato agli studi storici. Parlando di personaggi antiscientifici di quattrocento anni fa l'autore si irrita come un bambino a cui hanno rubato il giocattolino.

Si è verificato un problema. Riprova tra qualche minuto.

Hai valutato questa recensione!

Hai segnalato questa recensione!