Ascolta ora gratuitamente con il tuo abbonamento Audible

9,99 € /mese

Dopo 30 giorni, 9,99 €/mese. Cancella quando vuoi.
Ascolta senza limiti migliaia di audiolibri, podcast e serie originali
Disponibile su ogni dispositivo, anche senza connessione
9,99 € al mese, cancelli quando vuoi
Acquista ora a 10,95 €

Acquista ora a 10,95 €

Paga usando carta che finisce per
Confermando il tuo acquisto, accetti le Condizioni d'Uso di Audible e l'Informativa sulla Privacy di Amazon. Tasse dove applicabili.

Sintesi dell'editore

Sebastián Urrutia sente avvicinarsi la fine e nel corso di una notte febbrile ripercorre la sua vita di sacerdote dell'Opus Dei, di poeta mediocre e di autorevole critico letterario.

Nell'ultimo romanzo di Bolaño affiorano dall'inaffidabile torrente della memoria compromessi e complicità della letteratura con gli orrori della storia, in una scrittura mirabilmente musicale.
©2000 / 2016 Roberto Bolaño / Adelphi Edizioni S.p.A. Milano (P)2017 Emons Italia srl

Altri titoli dello stesso

Cosa pensano gli ascoltatori di Notturno cileno

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    67
  • 4 stelle
    37
  • 3 stelle
    17
  • 2 stelle
    8
  • 1 stella
    1
Lettura
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    94
  • 4 stelle
    10
  • 3 stelle
    4
  • 2 stelle
    5
  • 1 stella
    6
Storia
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    59
  • 4 stelle
    36
  • 3 stelle
    17
  • 2 stelle
    5
  • 1 stella
    2

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • donnadelfaro
  • 08/09/2020

Bel libro

Ci sarebbe molto da dire su questo libro. Nell’ultima notte della sua vita, un uomo torturato dalla propria coscienza, quel giovane invecchiato che lo tormenta e gli impedisce di morire in pace, racconta la propria vita per ricordare il negativo della realtà, per suggerire, nel vuoto “viscerale, intestinale” della trama, il grido di sgomento, desolato, di chi non ha saputo opposti alla storia, pur avendone tutte le capacità. Questo canto del cigno, così duro, così pastoso, così vibrante, è una denuncia senza diritto di replica della codardia e dell’indifferenza degli intellettuali cileni sotto Pinochet e avverte una certa “vergogna”, rispetto a se stesso, alla sua nazione, al mondo, la vergogna di chi si sente lacerato dall’ingiustizia, dai crimini, dal puro arbitrio del potere e sembra vivere il romanzo come un gigantesco punto interrogativo: come è stato possibile che nessuno abbia parlato, da dove origina tanta connivenza, tanta collusione, quando le persone muoiono e tutti lo sanno?

4 persone l'hanno trovata utile

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Stefania Mante
  • 22/02/2020

Gifuni strepitoso!

Una mirabolante storia tra le elucubrazioni di un prete narrate magistralmente da Gifuni, che rende questo libro meraviglioso.

3 persone l'hanno trovata utile

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • carlo cianetti
  • 23/11/2020

lettura che dà un contributo decisivo al testo

Bello, spietato e profondo. Gifuni è superlativo, Bolano fra i migliori scrittori di sempre. Un viaggio esistenziale a ritroso

2 persone l'hanno trovata utile

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • sabrina fornari
  • 20/05/2020

Lettura top

La lettura di questo libro è talmente perfetta che sembra di essere protagonisti della storia

2 persone l'hanno trovata utile

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    2 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 07/01/2022

Dubbi sulla recitazione

Un bel libro, come sempre le opere di Bolaño. Intenso. Uno spaccato sul Cile, tra democrazia e dittatura. Molti dubbi invece sulla recitazione, sempre enfatica e fortemente drammatica che lascia poco spazio sia all’interpretazione di chi ascolta sia — e soprattutto —all’ironia sarcastica caratteristica dell’autore. La recitazione fa a mio avviso perdere lo spessore e le finezze del testo. Ho sicuramente apprezzato maggiormente la versione cartacea.

1 persona l'ha trovata utile

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • serges
  • 16/11/2019

Sorprendente, magnetico, magnificamente interpretato

Scrittura spiazzante e sorprendente, come un flusso di coscienza, concettualmente pungente e urticante, interpretazione magistrale, superba. Una lettura imperdibile

1 persona l'ha trovata utile

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Pietro Casadei
  • 28/10/2019

Capolavoro.

Gifuni immenso. La sua voce avvolge la prosa come un guanto.
Quanto mi piacerebbe che leggesse Il nome della rosa!

1 persona l'ha trovata utile

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 26/04/2022

Vago e pesante al contempo

Per me un po' troppo erratico, appesantito talvolta da una lettura, se pure egregia, particolarmente enfatica

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • maria stella contini
  • 25/04/2022

Un fluire di parole che ipnotizzano

È il mio primo incontro con questo scrittore e, probabilmente, se non fossi stata aiutata dalla meravigliosa interpretazione di Gifuni, avrei avuto qualche difficoltà a superare il primo quarto d'ora di ascolto. Poi il fascino delle parole, delle metafore, dei mantra mi ha definitivamente catturata. Una notte di racconto, di confronto con un interlocutore sconosciuto è il modo di ripercorrere la vita di questo "pretino" che molto ha fatto, molto ha studiato, molto ha evitato in un Paese, il Cile, dove "così si fa letteratura".

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Oli
  • 04/03/2022

Interpretazione di un delirio

In questo libro Gifuni supera se stesso, sembra di stare a teatro e sentire un lungo monologo in cui la storia e la tragedia del Cile vengono narrati in febbrile delirio. E nel vortice si rimane talvolta senza fiato.