Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

L'inondazione di odio in Internet, i cori negli stadi contro i giocatori neri, il risveglio del demone antisemita, le spedizioni squadristiche contro gli omosessuali, i rimpianti di troppi politici per "i metodi di Hitler", le avanzate in tutta Europa dei partiti xenofobi, le milizie in divisa para-nazista, i pestaggi di disabili, le rivolte veneziane contro gli "zingari" anche se sono veneziani da secoli e fanno di cognome Pavan, gli omicidi di clochard, gli inni immondi alla purezza del sangue...

Come a volte capita nella storia, proprio negli anni in cui entrava alla Casa Bianca il primo nero è rifiorita la pianta maledetta del razzismo, della xenofobia, del disprezzo verso l'altro che pareva rinsecchita nella scia del senso di colpa collettivo per il colonialismo, per le leggi Jim Crow negli Stati Uniti, per l'apartheid in Sudafrica e soprattutto per l'Olocausto.

Dal terrore dei barbari alle pulizie etniche tra africani, dalle guerre comunali italiane al peso delle religioni, fino alle piccole storie ignobili di questi giorni, Stella ricostruisce un ricchissimo e inquietante quadro d'insieme di ieri e di oggi del rapporto fra "noi" e gli "altri".

Perché "la storia documenta una cosa inequivocabile: l'idea dell"altro" non è affatto assoluta, definitiva, eterna. Al contrario, dipende da un mucchio di cose diverse e è del tutto relativa. Temporanea. Provvisoria".

©2009 The Italian Literary Agency S.r.l. (P)2021 Audible Studios

Cosa pensano gli ascoltatori di Negri, froci, giudei & co.

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    16
  • 4 stelle
    3
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    1
Lettura
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    12
  • 4 stelle
    4
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Storia
  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    15
  • 4 stelle
    1
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 12/03/2021

Siamo sempre l' "altro" di qualcun altro

Non fatevi spaventare dal titolo, quella di Gian n fatevi spaventare dal titolo, quella di Gian Antonio Stella è una provocazione. Il suo intento è di dimostrare che ogni cultura, nazione o religione nel corso della storia ha sempre cercato di dimostrare la propria centralità. E quando questa idea cresce a dismisura ecco che si originano razzismo, xenofobia, violenza e genocidio. Tra serio e faceto, a cavallo tra idee a dir poco ridicole e agghiaccianti mostruosità il giornalista riporcorre vicende che si originano nella notte dei tempi ed arrivano fino ai giorni nostri.Antonio Stella è una provocazione. Il suo intento è di dimostrare che ogni cultura, nazione o religione nel corso della storia ha sempre cercato di dimostrare la propria centralità. E quando questa idea cresce a dismisura ecco che si originano razzismo, xenofobia, violenza e genocidio. Tra serio e faceto, a cavallo tra idee a dir poco ridicole e agghiaccianti mostruosità il giornalista riporcorre vicende che si originano nella notte dei tempi ed arrivano fino ai giorni nostri.

Siamo sempre l' "altro" di qualcun'altro.

1 person found this helpful