L'ospite inquietante

Il nichilismo e i giovani
Letto da: Donato Sbodio
Durata: 5 ore e 42 min
4.5 out of 5 stars (40 recensioni)
Dopo 30 giorni EUR 9,99/mese

Sintesi dell'editore

Il nichilismo, la negazione di ogni valore, è anche quello che Nietzsche chiama "il più inquietante fra tutti gli ospiti". Si è nel mondo della tecnica e la tecnica non tende a uno scopo, non produce senso, non svela verità. Fa solo una cosa: funziona.

Finiscono sullo sfondo, corrosi dal nichilismo, i concetti di individuo, identità, libertà, senso, ma anche quelli di natura, etica, politica, religione, storia, di cui si è nutrita l'età pretecnologica. Chi più sconta la sostanziale assenza di futuro che modella l'età della tecnica sono i giovani, contagiati da una progressiva e sempre più profonda insicurezza, condannati a una deriva dell'esistere che coincide con il loro assistere allo scorrere della vita in terza persona.

I giovani rischiano di vivere parcheggiati nella terra di nessuno dove la famiglia e la scuola non "lavorano" più, dove il tempo è vuoto e non esiste più un "noi" motivazionale. Le forme di consistenza finiscono con il sovrapporsi ai "riti della crudeltà" o della violenza (gli stadi, le corse in moto).

C'è una via d'uscita? Si può mettere alla porta l'ospite inquietante?

©2008 Giangiacomo Feltrinelli Editore S.r.l. (P)2020 Audible Studios
Cosa ne pensano gli iscritti
Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    31
  • 4 stelle
    5
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    1
Lettura
  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    29
  • 4 stelle
    6
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Storia
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    28
  • 4 stelle
    4
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    1

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • claudio mastropaolo
  • 24/05/2020

Trombone

Mi capita raramente di chiudere un libro appena aperto, ma questa supponenza è insopportabile. Dovrò prendere fiato, calmarmi, rifletterci sopra. Poi magari lo riascolterò e potrò confezionare una stroncatura meno viscerale. P. S.: ho sessantott'anni e non sono certo un giovanilista tout court, ma I giovani sono ad anni luce di distanza da queste pagine che vorrebbero parlare di loro.

1 person found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 28/04/2020

Eccellente

viaggio nell'universo giovanile utile anche all'universo degli adulti. Galimberti un maestro stimolante che ci accompagna con tante citazioni e ci invita a riflettere.