Ascolta ora gratuitamente con il tuo abbonamento Audible

9,99 € /mese

Dopo 30 giorni, 9,99 €/mese. Cancella quando vuoi.
Ascolta senza limiti migliaia di audiolibri, podcast e serie originali
Disponibile su ogni dispositivo, anche senza connessione
9,99 € al mese, cancelli quando vuoi
Acquista ora a 6,95 €

Acquista ora a 6,95 €

Paga usando carta che finisce per
Confermando il tuo acquisto, accetti le Condizioni d'Uso di Audible e l'Informativa sulla Privacy di Amazon. Tasse dove applicabili.

Sintesi dell'editore

Lui, Bearzot, classe 1927, oggi avrebbe 90 anni. Per tutti era il "vecio", come lo aveva soprannominato Giovanni Arpino. Ci sono persone, nel mondo dello sport come nella vita, di cui è impossibile non sentire la mancanza. Enzo Bearzot è una di queste. In molti possono limitarne il ricordo, indelebile, a quando, allenatore della Nazionale italiana, sollevò la Coppa del mondo al Santiago Bernabeu, la sera dell'11 luglio 1982, quando gli Azzurri vinsero un Mondiale contro tutto e tutti. Ma per scoprire molto altro non resta che ascoltare l'audiolibro che Gigi Garanzini gli ha dedicato. In una lunga intervista è Bearzot stesso a parlarci del giocatore che è stato e dell'allenatore che è diventato. Si va dall'infanzia in Friuli agli studi classici dai Gesuiti. Poi Milano, la maglia dell'Inter, Luisa, la donna conosciuta sul tram numero 3 che diventerà sua moglie. La cessione inaspettata al Catania.

L'arrivo al Torino, squadra che gli rimarrà per sempre nel cuore. I primi passi come allenatore sulla panchina della Primavera granata sotto l'ala di Nereo Rocco fino alle prime esperienze in Federcalcio e l'approdo in Nazionale. La sua Nazionale. Uomini scelti da lui, contestati dai tifosi, alcuni per l'età avanzata, altri fuori allenamento e marchiati dallo scandalo del calcioscommesse, ma tutti uomini in cui il patriarca, il vecio, credeva. E che non lo hanno deluso, regalando a lui e a tutti noi quella Coppa sollevata da Zoff e applaudita da Pertini.

©2018 Baldini & Castoldi Srl (P)2019 Audible Studios

Cosa pensano gli ascoltatori di Il romanzo del vecio

Valutazione media degli utenti. Nota: solo i clienti che hanno ascoltato il titolo possono lasciare una recensione
Generale
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    48
  • 4 stelle
    14
  • 3 stelle
    3
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Lettura
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    47
  • 4 stelle
    9
  • 3 stelle
    5
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Storia
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    48
  • 4 stelle
    8
  • 3 stelle
    5
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Sabrina
  • 10/05/2022

CHE PERDITA PER L'UMANITÀ

In questi anni di social inutili, di media indegni d'esistere, di stupidità imperante e malvagità crescente, quanto si sente la mancanza, la necessità di avere ancora Uomini come Lui, un Signore d'altri tempi, che sarebbe quantomai attuale.

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Giovanni
  • 13/05/2021

giudizio positivo

l'unica cosa che non capisco sono le severe critiche al gioco di Arrigo Sacchi. Nel calcio moderno probabilmente gli schemi del vecio non avrebbero scampo

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • sergy66
  • 23/04/2021

un tuffo nel passato

uno straordinario viaggio in un calcio che non esiste più e non solo... uomini veri

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Luca Lamberti
  • 26/03/2021

Si stava meglio quando si stava peggio...

Non consigliato per chi crede che il passato sia un luogo comune....lo sport non è quello che vediamo oggi.
Lezioni di vita di una persona che non si sentirebbe più adatto a questo mondo.
Ottimo lavoro Sig. Garanzini

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 29/10/2020

Vita e riflessioni di un grande allenatore

Lo consiglio a chi ama il calcio ed ha amato questo grande allenatore, ricco di aneddoti e riflessioni, nel racconto di un calcio che purtroppo non c'è più. Gustoso e letto in modo magistrale.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Roberto Bosio
  • 08/11/2019

Un'emozione...

Un grande uomo ed un grande allenatore, tanti dovrebbero imparare da lui... Sempre bello ritornare al Mundial 82.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 25/10/2019

Completo, Emozionante e Prezioso

Dunque esiste il nostro Profeta dello Sport: semplicemente Lo avevamo solo vissuto, non ancora ascoltato.