Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Fumo di asfalto colloso nella spossante Milano estiva delle periferie. Tra le case popolari di Calvairate, il quartiere dormitorio di Quarto Oggiaro e il carcere di Opera emergono, come strani zombie dal sottosuolo, un suicidio sospetto, un giro di pedofili e un ex terrorista nero evaso. E tra servizi segreti impegnati in grossolani depistaggi, inconfessabili ed esplosive verità e inquietanti parole d'ordine come "indulto", a vent'anni dal delitto Moro l'ispettore Guido Lopez non potrà fare a meno di avvertire l'aria pesante e sporca di un complotto.

Un noir dirompente, un groviglio di fili elettrici che affondano nel terreno della nostra storia recente. Un romanzo d'esordio che "con una scrittura adrenalinica" per usare le parole di Fruttero e Lucentini "strappa dal già visto cortili, sotterranei, scali ferroviari, ex macellai", restituendoci una città intensa, ambigua, torbidamente poetica. Vera.

©1999 Piergiorgio Nicolazzini Literary Agency (P)2019 Audible Studios

Cosa ne pensano gli iscritti

Valutazione media degli utenti

Generale

  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    14
  • 4 stelle
    16
  • 3 stelle
    14
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    0

Lettura

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    29
  • 4 stelle
    7
  • 3 stelle
    5
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    1

Storia

  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    14
  • 4 stelle
    16
  • 3 stelle
    11
  • 2 stelle
    3
  • 1 stella
    0

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Roberto C.
  • 04/05/2019

Recitazione...... Inadeguata.

La recitazione è ed il timbro di voce inadatti alla freschezza ed al ritmo del testo. Narrazione, timbro e velocità identici sia nelle descrizioni che nei dialoghi, nei momenti pacati ed in quelli concitati. Peccato. Idea e scrittura godibili.

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Concetta Vasta
  • 13/02/2019

un piccolo, inaspettato gioiello

non conoscevo l'autore e lo scopro con vero piacere con questo titolo. storia ben scritta, ottimamente narrata.. scrittura elegante, mai banale.

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Andrea S.
  • 25/09/2019

è un buon lavoro

mi è piaciuto molto, forse un pò ridondante nelle descrizioni. la voce di La Monica, dalla professionalità immensa sia come attore sia come doppiatore, hanno reso il contenuto davvero godibile per un romanzo avvincente.

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    2 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 07/02/2019

Stanchezza

La prima sensazione
che si avverte è una grande stanchezza.
La Monica concorre con una. lettura. stanca e con poco fiato.
Non ho capito cosa vuol significare l'autore mettendo troppa carne al fuoco.
Sconsigliato.

1 su 2 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Blind Girl
  • 12/05/2019

Leggendolo mi viene il mal di stomaco addosso

Uffà, che libro mal fatto. All'epoca provavo a leggere Dies Irae dell'autore. Mi trovavo non intelligente abbastanza per capacitarlo. E adesso questo...
Mi posso benissimo immaginare il signor Genna. Un sapientone che parla di continuo, uno che sa lunga di ogni connessione geopolitica ed economica e se non sei ben informato ti guarda con occhi così beffardi che vuoi morire. Meno male che a tutto ciò viene uno stile quasi adolescente di scrivere. Maldestro. Irritante. Un romanzo d'esordio, bene. Ma se dal protagonista sappiamo solo che ha sonno per tutto il corso del libro e NIENT'ALTRO dico che si tratta di un romanzo sgradevole. Non è atmosferico, non è credibile, non è ben ritmato e ben costruito. Basta così e mille grazie, non voglio più Genna in vita mia.
Ma il signor Lamonica è stato un narratore bravissimo. Andavo fino in fondo nel 'Catrame' solo per poter ascoltare la sua voce, lL'unico chiarore tra i nei.