Vantaggi dell'abbonamento

Sintesi dell'editore

"Questa è una storia di errori e occasioni mancate, di imperfezioni e cedimenti, di abbandoni e di sconfitte, di ritiri e contraddizioni. Eppure è la storia di due re che hanno avuto la fortuna e la colpa di nascere nella stessa epoca: così opposti da attrarsi, ma costretti a sfidarsi dal destino che prevede un solo posto per il trono. Qualcuno ha dedicato un libro alla solitudine dei numeri primi e a voler esser pignoli nessun numero è asociale come il numero uno. E più ripensi a questa storia e più ti accorgi che tutto è nato per errore, o meglio, per errori."

L'autore, esperto conoscitore del mondo del tennis e appassionato di questo sport, rappresenta con parole dirette ed efficaci la personalità e la carriera di due dei più grandi tennisti di tutti i tempi: lo svedese Björn Borg e lo statunitense John McEnroe.

I protagonisti di questa storia sono due stelle rivali, due grandi sempre in competizione. Le finali di Wimbledon 1980 e degli US Open 1981, qui descritte e commentate, sono passate alla storia. Ma la loro è anche una storia di sacrifici, di tenacia e di crescita personale, dove l'atleta e l'uomo non conoscono distinzione.

"Che strano il destino dei due protagonisti della nostra storia: uno si è ritirato perché aveva perso qualche partita di troppo, l'altro si è fermato non avendo motivazioni dopo aver vinto troppo. Sì, poi li abbiamo rivisti ancora in campo qualche volta con apparizioni che rappresentano solo un volume, le pagine della loro leggenda erano già state dattiloscritte. Si divertiranno a recitare in qualche spot televisivo in cui non si preoccuperanno di interpretare la parodia di sé stessi. Se erano amici quando duellavano impugnando una racchetta, lo sono in modo ancora più pieno senza gli strascichi dell'agonismo. Ciò che invece bisogna aggiungere è l'epilogo della nostra storia, che non sarà una fiaba ma che mantiene comunque il lieto fine."
©2017 Area51 Publishing (P)2017 Area51 Publishing

Cosa pensano gli ascoltatori di Björn Borg e John McEnroe: Le due stelle rivali

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    6
  • 4 stelle
    13
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    0
Lettura
  • 3.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    3
  • 4 stelle
    7
  • 3 stelle
    8
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    0
Storia
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    3
  • 4 stelle
    13
  • 3 stelle
    3
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    0

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Matteo Tassone
  • 30/10/2020

Una bella storia di sport e di vita

La storia di Borg e McEnroe è molto conosciuta ed è ben narrata. La cosa più interessante però, e l’autore a volte ci indugia, sono le storie dei personaggi laterali. Due o tre meriterebbero un loro podcast :)

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • loredana
  • 25/03/2020

personale

Scrivo a titolo strettamente personale. Scrivere un libro dove è già stato detto tanto se non tutto è molto difficile, trovare annedoti nuovi per chi lo ha vissuto quasi impossibile. Anche la narrazione nulla di appassionante, cmq tiene viva la passione verso 2 grandi artisti della racchetta

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Kilo
  • 13/01/2020

ottimo

unico difetto la brevità. letto molto bene, un pezzo di storia dello sport, ma anche un fenomeno sociale

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 19/07/2019

Un utile compendio al film

Libro interessante che approfondisce alcuni temi del film Borg/McEnroe. Buona la narrazione, si ascolta piacevolmente.

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • OrsoVispo
  • 13/03/2019

I rivali

Veramente tra i due ho sempre fatto il tifo per John, però non mi era simpatico e nonostante questo ho sempre tenuto per lui per il suo modo di giocare aggressivo e creativo. La finale di cui si parla, la vidi e fu davvero emozionante. Ad ogni modo il mio preferito è Sampras

  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    2 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 31/08/2018

Quanti ricordi

Un tuffo nostalgico in una gran epoca tennistica, ma ho trovato fastidiose le parti musicali

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • TomelC64
  • 25/07/2018

Un dritto ed un rovescio

Diritto al cuore, chi ha vissuto quella epoca rivivrà delle forte emozioni. Rovescio della medaglia, troppe interruzioni musicali.