• Ultima fermata Auschwitz

  • Come sono sopravvisuto all'orrore 1943-1945
  • Di: Eddy De Wind
  • Letto da: Jacopo Calatroni
  • Durata: 7 ore e 23 min
  • Versione integrale Audiolibro
  • Categorie: Biografie e memorie
  • 4,6 out of 5 stars (144 recensioni)

Ascolta ora gratuitamente con il tuo abbonamento Audible

9,99 € /mese

Dopo 30 giorni, 9,99 €/mese. Cancella quando vuoi.
Ascolta senza limiti migliaia di audiolibri, podcast e serie originali
Disponibile su ogni dispositivo, anche senza connessione
9,99 € al mese, cancelli quando vuoi
Acquista ora a 10,95 €

Acquista ora a 10,95 €

Paga usando carta che finisce per
Confermando il tuo acquisto, accetti le Condizioni d'Uso di Audible e l'Informativa sulla Privacy di Amazon. Tasse dove applicabili.

Sintesi dell'editore

Sul finire del 1944 i tedeschi stanno abbandonando Auschwitz, mentre l'Armata Rossa si avvicina. Portano con sé gran parte dei prigionieri rimasti, forzandoli in estenuanti marce verso i lager della Germania. Per sfuggire a quel destino, Eddy de Wind si nasconde in una delle baracche, sotto un cumulo di vestiti; Friedel, sua moglie, non ha il coraggio di imitarlo. Di lì a qualche giorno Eddy trova un taccuino abbandonato e comincia a scrivere la sua storia.

Lui e Friedel si sono conosciuti nel campo di transito di Westerbork, nei Paesi Bassi. Giovani e in salute, i due erano stati messi al lavoro: Eddy come medico, Friedel come infermiera. Si erano frequentati, innamorati e sposati sempre all'interno del campo, ma quella parentesi di relativa pace non era destinata a durare. Caricati sui convogli della morte, erano stati anche loro trasferiti ad Auschwitz. Sopravvissuti alla prima selezione, si erano ritrovati di nuovo a lavorare nelle infermerie del campo, ma questa volta divisi.

Eppure, persino lì sono riusciti a mantenere una qualche forma di comunicazione, scambiandosi di nascosto brevi lettere d'amore, stringendosi in abbracci fugaci quanto illegali e resistendo fino all'ultimo. Quella di Eddy e Friedel è una vicenda autentica, una ricostruzione fedele scritta "a caldo" da dietro al filo spinato del lager.

Una storia in cui il racconto delle atrocità quotidiane - il timore nei confronti delle SS, gli abusi, le umiliazioni, l'abbrutimento, l'agonia propria e altrui - è venato da una flebile ma tenace speranza: quella di un amore che non smette di lottare anche in un simile scenario di sofferenza e morte. Un documento imprescindibile, per mantenere in vita il ricordo di ciò che non possiamo dimenticare.

©2020 Rizzoli (P)2020 Rizzoli

Altri titoli dello stesso

Cosa pensano gli ascoltatori di Ultima fermata Auschwitz

Valutazione media degli utenti. Nota: solo i clienti che hanno ascoltato il titolo possono lasciare una recensione
Generale
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    102
  • 4 stelle
    33
  • 3 stelle
    8
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    0
Lettura
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    86
  • 4 stelle
    31
  • 3 stelle
    9
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    0
Storia
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    101
  • 4 stelle
    20
  • 3 stelle
    6
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    0

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Daniela
  • 14/10/2020

Sempre interessante

Ho letto tantissimi libri sull'Olocausto, ogni volta è come la prima. Anche questo, lascia atterriti.

1 persona l'ha trovata utile

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 18/04/2022

terrificante e commovente

un libro che i "signori" negazionisti dovrebbero ascoltare... Uno spaccato crudo e reale delle atrocità commesse.. E della forza che la disperazione a volte dà.
il lettore è davvero bravo.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • bergesi anna laura
  • 19/11/2021

Interessante documentario storico

Il libro è interessante in quanto esperienza personale, vissuta da dentro il campo stesso, raccontato con lucidità e fermezza. Alla fine del libro sono riportati cenni storici e analisi psicologiche che aiutano a capire profondamente il fenomeno.
La lettura è chiara e piacevole.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • fabrizio
  • 28/07/2021

da promuovere

Ogni libro che parla Auschwitz va letto.
Non possiamo e non dobbiamo rinnegare nulla.
Tacere e ascoltare. Portare rispetto.
Ogni pagina è un dono. Non avremmo dovuto avere in dono questa parte di storia, ma ogni racconto di un sopravvissuto al valore di oro.
Umiltà, speranza perché non accada più che l'antisemitismo entri nelle nostre case sottoforma di qualsiasi razzismo e diversità di pensiero.
Un bel libro, scorrevole, bella lettura e a loro tanta fortuna anche se vi si chiede sempre è stata fortuna sopravvivere o sarebbe stata morire?

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 15/02/2021

da leggere assolutamente

ho letto parecchi libri su questo tema e ogni volta che credo di aver ormai letto di tutto e che nulla più mi può scioccare,ecco che i fatti mi sbattono in faccia la realtà e fanno male, sempre, tutte le volte...

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Mò Cav
  • 06/02/2021

Toccante

Basato sui quaderni scritti subito dopo la liberazione di auschwitz dei russi è uno spaccato duro, vero e toccante del campo.
È incredibile come mano a mano che procede la lettura si entri perfettamente nel clima di terrore e a volte surreale di quegli anni.
Sicuramente da leggere se si è interessati all'argomento.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Luciano Buraschi
  • 24/01/2021

Molto interessante

Un libro scritto molto bene, scorrevole, nonostante l'argomento non sia certamente allegro. Il narratore bravissimo. Lo consiglio: per non dimenticare!

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Andrea
  • 29/07/2020

interessantissimo

una testimonianza preziosissima che non indugia su particolari terribili ma rende l'idea della vita trascorsa nel campo. Toccante e sobrio

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 13/07/2020

Assolutamente da leggere (o ascoltare)

Testimonianza nuda e cruda della deportazione di un medico ebreo olandese. Molto interessante la descrizione nei più minuti dettagli della complessa organizzazione dei lager nazisti.
Un documento eccezionale e troppo poco noto.
Narratore eccellente.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 26/04/2020

Stupendo

Questo libro mi ha toccato particolarmente. Consiglio di ascoltarlo almeno una volta nella vita!