Ascolta ora gratuitamente con il tuo abbonamento Audible

9,99 € /mese

Dopo 30 giorni, 9,99 €/mese. Cancelli quando vuoi.
Ottieni accesso illimitato a questo titolo e a una raccolta di oltre 60.000 titoli.
Prezzo esclusivo per i membri di 9,99 EUR o inferiore su un catalogo esteso di audiolibri.
Nessun impegno. Cancella in qualsiasi momento e conserva tutti i titoli acquistati.

Sintesi dell'editore

La specie umana, unica tra le specie viventi, è in grado di ricostruire la propria storia biologica. Da un lato tutti gli uomini appartengono a una sola specie, dall'altro non esistono due uomini uguali sulla terra, tanto è grande la variabilità genetica tra individuo e individuo.

Unica tra le specie è anche la nostra complessa storia culturale e tra le due evoluzioni, biologica e culturale, esistono convergenze ma anche divergenze. Decisivo tra i fattori culturali è stato il molo delle migrazioni che hanno consentito a Homo sapiens di raggiungere in circa 2.500 generazioni tutte le terre emerse, determinando quegli adattamenti al clima che hanno complicato la ricostruzione delle varie linee di discendenza e che sono all'origine del falso concetto di razza.

©2007 Società editrice il Mulino Spa (P)2019 Audible Studios

Altri titoli dello stesso

Cosa pensano gli ascoltatori di Popolazioni e diversità genetica

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    17
  • 4 stelle
    13
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Lettura
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    18
  • 4 stelle
    9
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Storia
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    18
  • 4 stelle
    10
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Rossella Bozzini
  • 16/02/2020

Istruttivo e ben ascoltabile

Argomenti interessanti e ben proposti, che sarebbe bene fossero nel bagaglio culturale di tutti. Lascia solo qualche perplessità il modo in cui talvolta l’autore sconfina in considerazioni fuori tema quanto affettate. Eclatante lo scivolone sulla omosessualità, che viene detta - con buona pace di anni di studi e dibattiti - impossibile che sia fondata su basi genetiche, per il fatto di impedire la riproduzione. Va da sé invece come solo in casi limiti di omosessualità maschile vi sia la difficoltà si accoppiamento a fine riproduttivo, e come nella storia culturale umana sia conquista recente la possibilità lato femminile di scelta del partner o anche solo che la stessa possa essere concepita sulla base dell’attrazione. La questione resta dunque aperta, e così qualche dubbio si insinua nella credibilità complessiva del testo.

1 persona l'ha trovata utile