Vantaggi dell'abbonamento

Sintesi dell'editore

Realtà molteplice e multiforme, in cui coesistono le più diverse posizioni, l'induismo è più una cultura in senso antropologico che una religione: non si rifà a un fondatore originario, reale o mitico, non ha un contenuto dottrinale unitario, né una chiesa, né dogmi. Del resto gli induisti preferiscono parlare di "sanatana dharma", la legge eterna dell'universo, piuttosto che di religione.

A questo mondo, affascinante e misterioso, in cui molti concetti per noi fondamentali, come quelli di tempo e di natura, acquistano significati diversi, è dedicato questo audiolibro.

©2000 Società editrice il Mulino Spa (P)2019 Audible Studios

Cosa pensano gli ascoltatori di L'induismo

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    16
  • 4 stelle
    6
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    1
Lettura
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    17
  • 4 stelle
    3
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    1
Storia
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    13
  • 4 stelle
    6
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    1

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Leonardo
  • 10/09/2019

l'Induismo è troppo fico...

Trovo sia una religione troppo bella per non esser presa in considerazione… allegramente! Ha un casino di figure al suo interno più o meno ortodosse 🤔😁 Anche se è una concezione anni luce diversa dalla nostra… ad esempio la vera disgrazia per le donne è rimanere vedove, perché l'uomo (giustamente) è visto come una divinità [anche se tratta male la consorte] quindi se l'uomo muore prima della donna, ella dovrà poi gettarsi sulla pira funeraria del marito e morire con lui! {proprio come in occidente: fin che morte non vi separi😂} Hanno veramente milioni di feste e di riti derivanti dalle varie divinità, è interessante questo concetto che sfiora quasi gli animisti, perché credono anche loro che tutti gli oggetti abbiano una propria energia ed anche un suo potere di restituzione di tale energia e credono che tutto abbia una matrice divina. Stando da umano super partes ad ascoltare le infinità di riti propiziatori e scaramantici per potersi aggraziare o allontanare eventi positivi o negativi; pertanto ringrazio infinitamente di esser nato europeo, italiano e Triestino. Perché provate solo ad immaginare una persona che nasce con questo tipo di cultura, passerà tutta la sua infanzia ad imparare nomi, riti religiosi, ricordarsi il momento propiziatorio per svolgere qualsiasi cosa... e riempirsi la testa di cose che non hanno alcun rapporto con la realtà. Egli, il bambino, sarà quindi molto più condizionato e sarà piú complesso abbandonare una religiosità esterna per cercare la propria divinità interna… Che poi se teniamo conto non è diverso se non nella quantità di riti della nostra religione, ma qui è veramente tutto in misura esponenziale il numero di precetti da osservare. Ha però delle basi molto valide rispetto al Tantra sul rituale dell' atto sessuale e del rispetto del organo e del seme come simbolo di importanza e potenza, infatti nel tantra tutte le pratiche sono ammesse e la prostituzione è vista come sacra e le donne che la praticano ottengono meriti infiniti. Naturalmente "Troppo bella"era un modo per definire un credo che non ha un dio unico ma tutto un insieme di divinità celestiali o mostruose da aggraziarsi o da allontanare. nota dello Scrittore Grazie al maestro Osho che ha scardinato i dogmi di tutte le religioni e ci ha mostrato la via elevando l'umano a stati di presenza superiori.

1 person found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 28/06/2019

Interessante

Interessante introduzione al complesso mondo religioso Induista, un punto di partenza per eventuali approfondimenti. Letto molto bene e con bella voce.

1 person found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 16/11/2020

Un'incasinata infarinatura

Una valanga di informazioni ben suddivise in macro-capitoli che aiutano ad intuire come la cultura (non religione) induista, in cui oggi si riconoscono miliardi di individui dopo millenni di sviluppo, sia un'incredibile esplosione di correnti, scismi e individualismi spirituali. La lettura è spedita e sicura: i nomi più assurdi si ascoltano con naturalezza e il tono delle citazioni poetiche è molto piacevole. Do solo 4 stelle al contenuto perché, per quanto il libro fosse ricco di informazioni, temo che avrei bisogno di due-tre ripassate prima di fissare decentemente qualche concetto specifico.

  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • Daniele Di Francesco
  • 17/10/2020

Pura lezione, zero emozione...

Noioso da morire, come un professore che ti spiega con precisione fatti e storia, ma che lo fa perché lo deve fare. Un catalogo di puri dati capace di spurgare l'induismo da qualsiasi fascino. Per me inascoltabile... Politicamente corretto, tutto qua. Peccato, il lettore ha una buona voce.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • filippo
  • 17/03/2020

ottimo testo

molto valido per la preparazione scolastica, me ne sono servito per preparare un esame universitario

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • FIORELLA ESPOSITO
  • 22/01/2020

complicato da comprendere, la voce aspra .

complicato da comprendere e la voce aspra non facilita l'immersione nei contenuti. Nomi difficili da pronunciare.