Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Che cosa è accaduto ad Amalia? Chi c'era con lei la notte in cui è morta? È stata davvero la donna ambigua e incontentabile che sua figlia si è sempre immaginata? 

L'indagine di Delia si snoda in una Napoli plumbea che non dà tregua, trasformando una vicenda di quotidiani strazi familiari in un thriller domestico che mozza il respiro.

©1992 / 1999 / 2003 / 2013 Edizioni E/O (P)2018 Emons Italia S.r.l. / Edizioni E/O S.r.l

Cosa ne pensano gli iscritti

Valutazione media degli utenti

Totali

  • 3.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    82
  • 4 stelle
    69
  • 3 stelle
    79
  • 2 stelle
    23
  • 1 stella
    15

Interpretazione

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    166
  • 4 stelle
    59
  • 3 stelle
    15
  • 2 stelle
    9
  • 1 stella
    4

Storia

  • 3.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    59
  • 4 stelle
    68
  • 3 stelle
    75
  • 2 stelle
    32
  • 1 stella
    17
Ordina per:
  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Sara Poledrelli
  • 12 06 2018

Microcapolavoro conciso e ricco

Riletta tre volte, ascoltata, vista al cinema, questa storia continua ad essere suggestiva e a scavare tra le pieghe dell'anima e dei ricordi che non smettono di pulsare nel presente

6 su 6 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    4 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 13 06 2018

Angosciante.

La Ferrante è la Ferrante, e scrive come scrive magnificamente, ma la storia è asfittica, triste, desolante. Il personaggio di Amalia, tuttavia, resta nel cuore.

8 su 9 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 06 09 2018

intrecci di ieri e oggi raccontati con arte

I suoni e gli angoli di Napoli si sono fatti poco concilianti, ostili, bui e non sono solo sfondo, ma compresenza frastornata e vigile di un passato che si insinua nell'oggi, a tratti con immaginazione, a tratti con lucida rivelazione.

Ricordare è, allora, reinterpretare e porta alla mente che, un tempo, vivere era stato interpretare, dare senso proprio e fantasioso... per difesa, o per l'assenza di filtri capaci di far comprendere l'agire umano.

In questo continuo oscillare, Delia scopre Amalia, la madre, morta nel giorno del suo compleanno, annegata, e per capire quella morte, insegue i passi del ricordo e delle ipotesi sugli ultimi giorni di vita della donna.

La scrittura della Ferrante scivola in capitoli fluidi, leggeri, che si fanno raccontare senza sosta, con gusto narrativo non banale. Si infila negli angoli di Napoli e, parimenti, negli angoli della mente di Delia, di Amalia e delle umanità circostanti.

La voce di Delia non si scinde da quella della Bonaiuti, che di Delia è stata interprete anche sullo schermo, (e si nota un coinvolgimento vivido, un lavoro di ripensamenti e riletture personali!) attrice dalla voce calda, dal timbro appassionato e distaccato al tempo stesso, che possiede dell'antico esercizio del leggere, l'arte del coinvolgere.

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Interpretazione
    4 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • eleonora
  • 21 07 2018

Eleonora

si legge in un baleno . ottima la dizione di Anna Bonaiuto . il contenuto è originale

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • RICCIO GIANFRANCO
  • 20 06 2018

Coinvolgente.

Elena Ferrante non mi delude mai. Entra dentro i personaggi scavando e travolgendo chi legge. Letto in modo superbo.

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    3 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    2 out of 5 stars
  • Laura M.
  • 20 06 2018

Storia discreta

L’interpretazione sempre magistrale..Anna Bonaiuto è sempre bravissima!!..il contenuto del non mi ha entusiasmato..sicuramente introspettivo,ma non si capisce dove voglia andare a parare...sembra incompleto.

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    2 out of 5 stars
  • Interpretazione
    4 out of 5 stars
  • Storia
    2 out of 5 stars
  • Beocchia
  • 18 06 2018

Non trovo la storia

Non mi ha entusiasmato. Ho faticato a seguire la storia e i sentimenti espressi no sono emersi con la chiarezza che cercavo

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 12 06 2018

Thriller onirico e coinvolgente

La penna della Ferrante e la voce di Anna Bonaiuto sono un connubio suggestivo per questo thriller onirico ambientato in una Napoli lugubre e piovosa.

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    3 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 12 06 2018

Alla ricerca di sé.<br />

Elena Ferrante è una brava scrittrice che ha avuto la sua consacrazione con il grande successo de "L' amica geniale".
Tuttavia in questa storia con screzi psicanalitici, non ho ritrovato le emozioni e i sussulti delle altre volte
Mi è sembrata un'opera incompiuta, con un finale ingenuo e deludente.
Meravigliosa Anna Bonaiuto.

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Totali
    3 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Paxi
  • 11 06 2018

Anna Bonaiuto è una garanzia

All' inizio ho fatto fatica a seguire la vicenda, poi però quando il mistero viene svelato sono riuscita a mettere a fuoco la storia e ho molto apprezzato l'ultima ora.

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

Ordina per:
  • Totali
    2 out of 5 stars
  • Interpretazione
    5 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • Blind Girl
  • 06 07 2018

Il primo Ferrante - inconcepibile

Si dice che L'amore molesto é visionario. Lo chiamerei piuttosto allucinatorio. Per me risulta molto artificiale, astratta, sovramistificante. Le bravure stilistiche mi resero esausta per il gran vuoto dietro di esse.
Curiosamente giá il secondo Ferrante, I giorni dell'abbandono mi condusse a una tutt'altra via senza codeste stravaganze immature. Spero lo potró riascoltarlo fra poco interpretata dall'incomparabile signora Bonaiuto.