Ascolta ora gratuitamente con il tuo abbonamento Audible

9,99 € /mese

Dopo 30 giorni, 9,99 €/mese. Cancella quando vuoi.
Ascolta senza limiti migliaia di audiolibri, podcast e serie originali
Disponibile su ogni dispositivo, anche senza connessione
9,99 € al mese, cancelli quando vuoi
Acquista ora a 10,95 €

Acquista ora a 10,95 €

Paga usando carta che finisce per
Confermando il tuo acquisto, accetti le Condizioni d'Uso di Audible e l'Informativa sulla Privacy di Amazon. Tasse dove applicabili.

Sintesi dell'editore

Nives Schwartz non ha mai pensato che nella vita di sua madre Sara si celassero segreti di cui lei non sapeva nulla. Dopo la morte della donna, però, costretta a superare il dolore in fretta per occuparsi, sola, di tutte le incombenze che spettano a una figlia, Nives trova, dimenticata, una scatola di latta.

Una vecchia scatola per i biscotti che stride con l'ordine maniacale di sua madre. In essa, una vecchia fotografia che ritrae due giovani sconosciuti, qualche biglietto e una lettera. Violare l'intimità di Sara non è nelle sue intenzioni, ma quelle pagine sembrano chiamarla e così, come per caso, Nives entra in un mondo di segreti e verità taciute per più di mezzo secolo, di cui non sospettava l'esistenza.

Una donna di nome Bekka Kis aveva scritto, nel 1965, una lunga lettera a sua madre, confidandole le proprie paure, lo strazio mai dimenticato di essere sopravvissuta alla Shoah, di aver perduto tutto ciò che amava. E forse di aver causato la morte di tanti. Da quel momento, per Nives inizia un'indagine per ritrovare Bekka Kis, una ricerca che è anche uno scavo nei segreti più intimi della sua famiglia, un dissotterramento di verità incomprensibili per chi non ha vissuto quel mondo.

Sarà un viaggio nel cuore più fragile e dilaniato della seconda guerra mondiale, un disvelamento di quel senso di colpa che solo i salvati possono spiegare. Ma sarà anche la storia di un amore più forte della guerra, della separazione. Più forte della morte.

©2020 Piemme (P)2020 Piemme

Altri titoli dello stesso

Cosa pensano gli ascoltatori di La ragazza col cappotto rosso

Valutazione media degli utenti. Nota: solo i clienti che hanno ascoltato il titolo possono lasciare una recensione
Generale
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    90
  • 4 stelle
    28
  • 3 stelle
    15
  • 2 stelle
    7
  • 1 stella
    3
Lettura
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    94
  • 4 stelle
    22
  • 3 stelle
    10
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    2
Storia
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    84
  • 4 stelle
    25
  • 3 stelle
    11
  • 2 stelle
    5
  • 1 stella
    4

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • Gogo
  • 11/03/2020

Imbarazzante

Impossibile finirlo. Sembra un lungo tema di terza media. Pieno di banalità, scritto in maniera semplicistica e sciatta. Ci si chiede perché sia stato pubblicato. L’idea del cappotto rosso non è solo ridicola ma si fa beffa del terrore di quei tempi...ma chi cavolo se lo metteva a quel tempo rischiando la vita in un contesto in cui solo gli invisibili avevano una possibilità di sopravvivere? Libro insignificante.

3 persone l'hanno trovata utile

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    2 out of 5 stars
  • MARINA Giudici
  • 23/04/2020

Una storia da raccontare

Un po' troppo semplificata la narrazione di un periodo storico che in Ungheria è stato particolarmente tragico con episodi di efferata crudeltà da parte dell' organizzazione ungherese parallela alle SS.La protagonista invece riesce a superare il periodo con troppa fortuna. La lettura piacevole quasi sempre anche se,qualche volta, ho sentito una forzatura a volere dare il suono della vecchiaia.

1 persona l'ha trovata utile

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 01/04/2020

commovente .

il dramma delle deportazioni , il ricordo che chi non l ha vissuto non puo' capire . con maestria la scrittrice ci porta in un girone Dantesco. pero' il personaggio principale ha la forza di reagire sempre ci trascina e ci commuove.

1 persona l'ha trovata utile

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Schnee80
  • 27/03/2020

amato

Un ottimo lavoro, complimenti sia all'autrice che alla narratrice. Ascoltato due anni fa, ma sempre bello riascoltarlo.

1 persona l'ha trovata utile

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Nadejda
  • 20/03/2020

emozionante

Molto bello ed emozionante,ci riporta in un epoca di errori umani da ricordare e da non ripetere,anche se come dice la protagonista,stiamo già ripetendo gli errori del passato. l'uomo è in grado di creare e distruggere nello stesso momento. consigliatissimo

1 persona l'ha trovata utile

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Gabriele
  • 06/02/2022

Avvincente e commovente

Un racconto che fa vibrare le corde più intime dell'animo. Commuove il dramma vissuto da Bekka, ma nello stesso tempo è di grande insegnamento la sua vitalità, che lei definisce selvaggia. la vicenda raccontata è insolita, perché narra il prima e il dopo le deportazioni degli ebrei. non mancano sorprendenti sensi di colpa e fugaci, ma non per questo non importanti, momenti poetici. Molto avvincente il contenuto e bravissima la lettrice. Lo consiglio.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 28/11/2021

STUPENDO

Lettura scorrevole, lo consiglio vivamente
Il racconto insolito, storia triste ma emozionante. Lo asclltato in soli due giorni.

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Gabry
  • 30/04/2021

Delicato e Sensibile

Un orrore come quello delle deportazioni vissuto in in paese poco nominato dalla Storia. Durante tutta la narrazione mi ha colpito come la protagonista, nonostante tutto il brutto vissuto, ha affrontato la vita prima in nome ed in segno di un sogno (che anche nel buio più buio ti può far vedere un raggio di luce) e poi all'insegna della rivincita e la voglia di rivalsa anche per chi non c'è più. Nonostante un senso di colpa persistente Bekka è testimonianza che se si fa e si vuole vedere il bene, il bene ci viene incontro. Il giusto bilanciamento tra le brutture realmente accadute ed il romanticismo di una storia d'amore tra due ragazzi diventati adulti troppo presto fanno sì che il lettore/ascoltatore non abbandoni la storia fino alla fine. Scritto e letto in modo delicato e sensibile.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 14/11/2020

Stupendo

Un libro che tutti dovrebbero leggere per non dimenticate quello che hanno vissuto gli ebrei durante la seconda guerra mondiale

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Monia
  • 27/10/2020

Molto commovente...

Avvincente e toccante, scorrevole e mai noioso o scontato... Un punto di vista insolito sulla Shoa, quello dei ricordi, che riescono ad essere terribili in alcuni punti e delicati in altri... Assolutamente da ascoltare...o da leggere!