La ragazza col cappotto rosso

Letto da: Chiara Francese
Durata: 9 ore e 51 min
4.5 out of 5 stars (81 recensioni)
Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Nives Schwartz non ha mai pensato che nella vita di sua madre Sara si celassero segreti di cui lei non sapeva nulla. Dopo la morte della donna, però, costretta a superare il dolore in fretta per occuparsi, sola, di tutte le incombenze che spettano a una figlia, Nives trova, dimenticata, una scatola di latta.

Una vecchia scatola per i biscotti che stride con l'ordine maniacale di sua madre. In essa, una vecchia fotografia che ritrae due giovani sconosciuti, qualche biglietto e una lettera. Violare l'intimità di Sara non è nelle sue intenzioni, ma quelle pagine sembrano chiamarla e così, come per caso, Nives entra in un mondo di segreti e verità taciute per più di mezzo secolo, di cui non sospettava l'esistenza.

Una donna di nome Bekka Kis aveva scritto, nel 1965, una lunga lettera a sua madre, confidandole le proprie paure, lo strazio mai dimenticato di essere sopravvissuta alla Shoah, di aver perduto tutto ciò che amava. E forse di aver causato la morte di tanti. Da quel momento, per Nives inizia un'indagine per ritrovare Bekka Kis, una ricerca che è anche uno scavo nei segreti più intimi della sua famiglia, un dissotterramento di verità incomprensibili per chi non ha vissuto quel mondo.

Sarà un viaggio nel cuore più fragile e dilaniato della seconda guerra mondiale, un disvelamento di quel senso di colpa che solo i salvati possono spiegare. Ma sarà anche la storia di un amore più forte della guerra, della separazione. Più forte della morte.

©2020 Piemme (P)2020 Piemme

Cosa pensando gli ascoltatori di La ragazza col cappotto rosso

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    47
  • 4 stelle
    19
  • 3 stelle
    7
  • 2 stelle
    5
  • 1 stella
    3
Lettura
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    48
  • 4 stelle
    15
  • 3 stelle
    4
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    2
Storia
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    44
  • 4 stelle
    15
  • 3 stelle
    5
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    4

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • Gogo
  • 11/03/2020

Imbarazzante

Impossibile finirlo. Sembra un lungo tema di terza media. Pieno di banalità, scritto in maniera semplicistica e sciatta. Ci si chiede perché sia stato pubblicato. L’idea del cappotto rosso non è solo ridicola ma si fa beffa del terrore di quei tempi...ma chi cavolo se lo metteva a quel tempo rischiando la vita in un contesto in cui solo gli invisibili avevano una possibilità di sopravvivere? Libro insignificante.

2 people found this helpful

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    2 out of 5 stars
  • MARINA Giudici
  • 23/04/2020

Una storia da raccontare

Un po' troppo semplificata la narrazione di un periodo storico che in Ungheria è stato particolarmente tragico con episodi di efferata crudeltà da parte dell' organizzazione ungherese parallela alle SS.La protagonista invece riesce a superare il periodo con troppa fortuna. La lettura piacevole quasi sempre anche se,qualche volta, ho sentito una forzatura a volere dare il suono della vecchiaia.

1 person found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 01/04/2020

commovente .

il dramma delle deportazioni , il ricordo che chi non l ha vissuto non puo' capire . con maestria la scrittrice ci porta in un girone Dantesco. pero' il personaggio principale ha la forza di reagire sempre ci trascina e ci commuove.

1 person found this helpful

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Schnee80
  • 27/03/2020

4.5 stelle

Narrazione davvero molto piacevole.
Storia davvero ben sviluppata e ricca di descrizioni, caratteristiche da non dare per scontato.
Gli ultimi due capitoli mi hanno un po' delusa, ma non può essere tutto perfetto.

1 person found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Nadejda
  • 20/03/2020

emozionante

Molto bello ed emozionante,ci riporta in un epoca di errori umani da ricordare e da non ripetere,anche se come dice la protagonista,stiamo già ripetendo gli errori del passato. l'uomo è in grado di creare e distruggere nello stesso momento. consigliatissimo

1 person found this helpful

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 09/07/2020

Vicenda interessante, romanzo molto modesto

Vicenda molto interessante, narrazione estremamente modesta, voce narrante pessima a tratti fastidiosa. Lo stile da feulltton smaterializza e banalizza il dramma della deportazione.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • maria
  • 17/06/2020

la ragazza col cappotto rosso <br />

un viaggio prima e dopo nei campi di concentramento..racconta quanto l uomo può essere crudele ma anche di come un amore ti aiuti a superare le difficoltà

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Rebu
  • 16/06/2020

Carino e ben letto

Non sapevo cosa aspettarmi quando ho scelto questo libro, ennesimo punto di vista sugli orrori della seconda guerra mondiale. Varie storie si intrecciano alla principale che, forse, in alcuni punti è un po' "tirata via", in ogni caso una lettura piacevole interpretata da una lettrice bravissima

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Marcello T.
  • 17/04/2020

La vita segnata dalla storia

Rimorsi, rimpianti e amori, ma soprattutto c’è la tragedia della Shoah vissuta dagli ebrei ungheresi, un altro pezzo di storia che va conosciuto perché non sia dimenticato e non si ripeta mai più. Io l’ho apprezzato, il modo di raccontare dell’autrice, semplice e lineare mi ha avvolto e coinvolto. Brava anche la lettrice.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Campagnoli N.
  • 10/04/2020

Toccante

Mi ha appassionato storia nei tempi dei nazisti raccontata da un altro punto di vista.