Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Raechel, sguardo vispo nascosto da un cespuglio di ricci scuri e crespi, sogna di diventare libraia, nonostante nel suo villaggio, sepolto dalla neve della steppa russa, alle ragazze non sia permesso neanche leggere. Rosetta ha ereditato un pezzo di terra, ma subisce ogni giorno le angherie dei suoi compaesani, convinti che una donna sola e bella non possa restare troppo tempo senza un marito a cui sottomettersi. Rocco, figlio di un uomo d'onore, è costretto a una scelta: se non vuole morire, deve diventare anche lui un mafioso. Tutti e tre sanno che c'è un solo modo per essere liberi: fuggire, scappare lontano, al di là dell'oceano.

Arrivano a Buenos Aires per ricominciare, ma l'Argentina è terra di nessuno: per sopravvivere, gli emigranti accettano anche ciò che sembra inaccettabile, e sono le donne a pagare il prezzo più alto, in una città piena di uomini soli e senza scrupoli. Tra le grida del porto e i vicoli del barrio si annidano pericoli e fantasmi del passato, ma Raechel, Rocco e Rosetta sono pronti a tutto: inganni, travestimenti, loschi affari e fughe rocambolesche, per salvarsi ancora una volta e ricominciare, finalmente, a vivere senza paura.

"La figlia della libertà" ci conferma lo straordinario talento del narratore Luca Di Fulvio, l'autore italiano più venduto in Germania, con oltre tre milioni di copie.

©2019 Rizzoli (P)2019 Rizzoli

Cosa ne pensano gli iscritti

Valutazione media degli utenti

Generale

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    43
  • 4 stelle
    21
  • 3 stelle
    6
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    2

Lettura

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    51
  • 4 stelle
    14
  • 3 stelle
    5
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    1

Storia

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    43
  • 4 stelle
    18
  • 3 stelle
    6
  • 2 stelle
    3
  • 1 stella
    3

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Raffa
  • 26/05/2019

Toccante

Mi è piaciuto molto anche se troppo ricco di particolari cruenti, mi ha fatto pensare

4 su 4 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Mauro P.
  • 27/07/2019

Bellissimo

Storia avvincente scritta è narrata magistralmente
Ho ascoltato con grande piacere e alla fine mi sono commosso

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 21/07/2019

La figlia della libertà

Storie di vicende lontane nel tempo alla ricerca di libertà ma comunque attuali. Un racconto fluente e coinvolgente. Voce narrante intensa e capace di dare personalità e sentimento ai diversi personaggi, davvero brava!

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Ros
  • 20/07/2019

Mi è piaciuto

Molto bello questo romanzo "alla Dickens", una storia struggente e palpitante, con un intreccio che mi ha davvero presa dall'inizio alla fine. Tutti i personaggi sono potenti figure che Luca di Fulvio descrive sapientemente e che la voce narrante interpreta splendidamente, caratterizzandone i sentimenti e le emozioni. Da ascoltare tutto d'un fiato. Lo consiglio

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Davide Toniato
  • 11/07/2019

un tuffo nel viaggio fredda speranza in Argentina

crudo, realistico ma anche con una minima carica romantica che era merce rara nei primi del novecento.
un viaggio nei timori e nelle speranze di chi costruì l'odierna Argentina

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Franco G.
  • 04/07/2019

Coinvolgente!!

Luca di Fulvio ha voluto scrivere di un' epopea, di uno spaccato luogo- temporale, l'Argentina dell'inizio del secolo scorso e l'immigrazione di giovani donne alla ricerca di una vita migliore, estremamente affascinante e molto spesso crudo e spietato. Tutte queste ragazze assomigliano alle giovani africane o dell'est europeo che ai giorni nostri vengono attratte nei paesi occidentali con la prospettiva di una vita migliore....
Bellissimo romanzo, si ascolta tutto d'un fiato nonostante la lunghezza, la narratrice è davvero brava nell'identificare, anche nella voce sgradevole del personaggio "peggiore" del romanzo, il barone, tutti i personaggi, colorandone i caratteri e trasportandoci in quell'epoca e in quei luoghi senza un attimo di noia, grazie anche ai colpi di scena. Lo consiglio vivamente.

1 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Stefania
  • 14/07/2019

Deludente

Prometteva bene ma la banalità e il patetismo hanno preso il sopravvento.
La lettrice è brava, ma alcune voci date ai personaggi fanno più pensare alla Melevisione che a una storia drammatica.

1 su 2 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    2 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Loulou
  • 27/06/2019

Interessante con alcuni ma...

In generale mi è piaciuto perché è una bella storia d’amore e avventura, anche se in alcune parti fa troppo Oliver Twist ma con spiccata vena sadica. Troppo spiccata. Se da un lato mostra la forza di alcune donne, dall’altra quasi tutte le figure femminili del romanzo sono principalmente puttane e poi sono stuprate, rapite, picchiate, seviziate, drogate ed usate a piacimento di chiunque. E tutte giovanissime o bambine. L’unica che si salva è brutta e somiglia più ad un ragazzo che una ragazza. Linguaggio inutilmente scurrile: più che nel 1913 sembra di essere nel 2019 in qualche periferia Italiana degradata. La lettrice che tenta di fare le vocette mi ha infastidito moltissimo (il barone in particolare) Avrei preferito una lettura più neutra, ne avrebbe giovato il libro.

1 su 2 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • TryAgain
  • 07/09/2019

Toccante ma lunghissimo!

Libro (forse troppo lungo) spiazzante, crudo, violento, ti getta nell'epoca oscura del primo Novecento, dove i migranti erano gli italiani e la legge era la mafia.
E poi la condizione della donna, praticamente relegata a un oggetto, brutalmente descritta in ampie scene di violenze e soprusi, perpetrati tanto in Europa quanto nel Nuovo Mondo.
Appena sufficiente l'interpretazione. Non so, mi sarei aspettato un tono diverso per dare voce a una storia come questa.

0 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione

  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    2 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 28/08/2019

Depressione....

Purtroppo lo scrittore si è compiaciuto di narrare continuamente fatti violenti e truci, al punto di far venire al lettore il volta stomaco....

0 su 1 utenti hanno ritenuto utile questa recensione