Ascolta ora gratuitamente con il tuo abbonamento Audible

9,99 € /mese

Dopo 30 giorni, 9,99 €/mese. Cancella quando vuoi.
Ascolta senza limiti migliaia di audiolibri, podcast e serie originali
Disponibile su ogni dispositivo, anche senza connessione
9,99 € al mese, cancelli quando vuoi
Acquista ora a 1,95 €

Acquista ora a 1,95 €

Paga usando carta che finisce per
Confermando il tuo acquisto, accetti le Condizioni d'Uso di Audible e l'Informativa sulla Privacy di Amazon. Tasse dove applicabili.

Sintesi dell'editore

La storia della campagna militare in Nord Africa voluta da Benito Mussolini che si trasformò in una terribile disfatta delle forze armate italiane durante la Seconda guerra mondiale. Una decisione presa per raggiungere gli allori militari sognati dal Duce e un posto al tavolo di una pace imminente accanto alle potenze che si fronteggiavano nel conflitto. Una campagna che coinvolse tutte le forze dell'Asse, e che si risolse nella fine di un progetto ambizioso e folle partito, tre anni prima, con il celebre discorso in cui Benito Mussolini dichiarò l'entrata in guerra del Paese, iniziando a segnare le sorti del regime e della stessa Italia.
©2015 Audible GmbH (P)2015 Audible GmbH

Cosa pensano gli ascoltatori di La campagna in Nord Africa 1940-1943

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    42
  • 4 stelle
    18
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Lettura
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    43
  • 4 stelle
    9
  • 3 stelle
    4
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Storia
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    38
  • 4 stelle
    16
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    0

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Raffaele C.
  • 04/02/2018

Ottimo

Ottimo sia il contenuto che la narrazione. Storie che tutti dovrebbero conoscere. Da far ascoltare a scuola

2 persone l'hanno trovata utile

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    2 out of 5 stars
  • Silvano Pira
  • 22/11/2021

Impreciso

La lettura è molto scorrevole, il libro scivola via molto facilmente. Forse tutta la campagna viene riassunta anche troppo velocemente e senza curarsi di scendere bene in profondità. Ciò che mi ha lasciato perplesso durante tutta la lettura è l'esterofilia di cui il libro è intriso. Ogni riferimento alle truppe italiane e al loro comando è costellato di critiche e accuse per le strategie, le mancanze logistiche, gli equipaggiamenti e la produzione bellica di una nazione tra l'altro piccola, con pochissime materie prime e che NON voleva la guerra. Capisco che l'autore non voglia rischiare accuse di revisionismo o fascismo, ma bisognerebbe dare a Cesare quel che è di Cesare. Si vantano le grandi tattiche di Rommel e degli Alleati, i loro aerei, i grandiosi Panzer, i formidabili Sherman, e si fa trasparire il soldato italiano con il solito stereotipo del soldato arrendevole, con le "scarpe di cartone" e inetto. Si calpesta il coraggio dei nostri uomini, sempre ammesso e lodato anche dai nemici. Si parla dei nostri carri armati M13 (che erano efficaci contro i Cruiser), ma solo per sottolineare quanto fossero inefficaci contro i Matilda II, senza avere l'onestà intellettuale di dire che i Matilda II arrivarono molto dopo e quindi questi erano già evoluti e blindati per resistere ai nostri pezzi da 47.
Non si racconta del coraggio da leoni dei nostri Bersaglieri, che di notte spostavano i campi minati costruiti dagli inglesi durante il dì. Insomma, si insiste con la becera e infamante tradizione di far figurare gli italiani come dei vigliacchi arrendevoli.
"Mancò la fortuna, non il valore." non fa riferimento alla mancanza di appoggio logistico o del fatto che si combatteva alla "spera in dio", ma vuole sottolineare la tenacia ed il valore cristallino dei nostri uomini, che resistevano anche senza cibo, senza acqua, benzina e munizioni.
La sintesi massima della campagna italiana in Africa io la leggo più nell'ultimo radiomessaggio lanciato al comando dalla Divisione Ariete, che nel libro -ovviamente- non viene menzionata: "Carri nemici fatta irruzione sud Divisione ARIETE. Con ciò ARIETE accerchiata. Trovasi circa 5 chilometri nordovest Bir el Abd. Carri ARIETE combattono!".
Non potevamo vincere quella guerra, ma abbiamo sempre combattuto con onore fino alla morte, e di questo bisognerebbe andarne fieri, senza paura di ammetterlo.

1 persona l'ha trovata utile

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Alain C.
  • 29/05/2021

Ottimo resoconto storico

Mio padre classe 1914, soldato semplice è tornato 6 anni dopo da quella folle impresa

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Alessio B.C.
  • 13/10/2020

il fronte Africano squisitamente analizzato

Un'analisi ampia ma mai pesante che descrive con dovizia di dettagli tutti i momenti più salienti della campagna Italiana in Nordafrica durnate la seconda guerra mondiale. L'ho trovato un ascolto molto interessante, completo, con un'ottima introduzione e una capacità di analisi degli eventi non solo molto dettagliata, ma anche molto "a tono", nella sua narrazione agrodolce e infine amara della disfatta italiana. Ottima la voce narrante, gli aneddoti dietro alcune battaglie, il modo di raccontare i rapporti fra le diverse forze in campo, anche se avrei personalmente apprezzato qualche parola in più a riguardo del versante Somalo ed Etiope dell'Italia in Guerra. In sostanza, un ottimo prodotto, che consiglio caldamente.

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • NapolitanoRoberto
  • 26/08/2018

tunisia

ottimo contenuto, firma e lettura. avrei però voluto sapere cosa è successo dopo la battaglia di Kassserine.