Il treno dei bambini

Letto da: Fabio Zulli
Durata: 6 ore e 4 min
4.5 out of 5 stars (947 recensioni)
Dopo 30 giorni EUR 9,99/mese

Sintesi dell'editore

È il 1946 quando Amerigo lascia il suo rione di Napoli e sale su un treno. Assieme a migliaia di altri bambini meridionali attraverserà l'intera penisola e trascorrerà alcuni mesi in una famiglia del Nord; un'iniziativa del Partito comunista per strappare i piccoli alla miseria dopo l'ultimo conflitto.

Con lo stupore dei suoi sette anni e il piglio furbo di un bambino dei vicoli, Amerigo ci mostra un'Italia che si rialza dalla guerra come se la vedessimo per la prima volta. E ci affida la storia commovente di una separazione. Quel dolore originario cui non ci si può sottrarre, perché non c'è altro modo per crescere.

©2019 Einaudi (P)2019 Einaudi

Altri titoli dello stesso

Cosa ne pensano gli iscritti

Valutazione media degli utenti

Generale

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    710
  • 4 stelle
    180
  • 3 stelle
    40
  • 2 stelle
    8
  • 1 stella
    9

Lettura

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    617
  • 4 stelle
    185
  • 3 stelle
    49
  • 2 stelle
    20
  • 1 stella
    14

Storia

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    665
  • 4 stelle
    164
  • 3 stelle
    33
  • 2 stelle
    12
  • 1 stella
    6

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Marianna barbanera
  • 24/02/2020

MERAVIGLIOSO!!!!

Questo libro non è solo bello, è meraviglioso, ti cresce dentro e non riesci più a staccartene. I personaggi, rappresentanti con ineguagliabile nitidezza, li vedi, li ami. La Pachiochia, Capefierro, Tommasino, la maestra Maddalena Criscuolo, mamma Antonietta, rude e dolcissima allo stesso tempo, Derna, con le sue camicette bianche che profumano di bucato, e poi lui, il protagonista, Amerigo Speranza, per tutti "Nobel". Questo bambino, già dai primi capitoli, sembra uscire dalle pagine del libro, materializzandosi davanti agli occhi del lettore per raccontare dalla sua viva voce tutte le incredibili avventure vissute dall'infanzia fino all'età adulta. Lo vedi scorrazzare con le sue scarpe rotte fra i vicoli di Napoli con gli altri scugnizzi, sempre in cerca di un modo per racimolare qualche lira per comprarsi una sfogliatella. Lo vedi seduto sul treno, con il cappottino nuovo nuovo, la mela annurca in mano e la paura negli occhi, diretto verso una meta sconosciuta. Le senti le sue speranze, i sogni, la passione per la musica, il suo essere un bambino spaccato a metà, fra due luoghi, due mamme, due vite...
Il narratore è forse il migliore mai ascoltato, l'autrice, che non conoscevo a fondo, è da subito divenuta una delle mie preferite. Ti fa piangere e gioire, ti rattrista e poi ti consola, ti fa vedere e sentire come solo in pochissimi sanno fare, i migliori.
Questo libro ti cambia!

5 people found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • simona
  • 20/01/2020

Molto bello

Non posso dire di più, che consigliare, caldamente, di leggerlo. Non conoscevo l'autrice, scrive veramente molto bene.

2 people found this helpful

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    2 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 18/05/2020

Passabile

Lo spunto da cui parte la storia è interessante, ma la narrazione è troppo prevedibile, i personaggi (soprattutto le famiglie del nord che accolgono i bambini) sono raccontate come in un'apologia e sembrano tutti santi. La seconda parte, quella che riguarda il protagonista da adulto, è inutilmente strappalacrime ed estenuante per il lettore, che non vede l'ora che finisca. Avrebbe potuto essere ristretta in un unico capitolo finale, e ce ne sarebbe stato abbastanza.

1 person found this helpful

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Ilaria
  • 29/04/2020

Tanta ... speranza

Un libro piacevole e che si legge o ascolta in fretta. Fabio Zulli, la voce narrante, è partecipe ed attento a far trapelare le emozioni del momento che sta raccontando. Unica pecca l'accento napoletano che manca, soprattutto nella prima parte del libro.
La storia è ben articolata anche se un po'prevedibile

1 person found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 21/01/2020

commovente<br />

mi ha fatto commuovere e pensare.
è da leggere o ascoltare.
lo consiglio a tutti.

1 person found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • maria carla
  • 15/01/2020

una storia molto commovente di un'Italia scomparsa

É una storia molto commovente e coinvolgente. Forse se il lettore avesse avuto una cadenza napoletana sarebbe stato meglio, ma la forza del racconto fa superare tutto

1 person found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 08/01/2020

LIBRO VERAMENTE FANTASTICO!!

Il libro è stato scritto veramente bene ed è riuscito soprattutto a toccarmi il cuore, cose che non tutti riescono a trasmettere tramite delle parole. Anche Fabio Zulli, il lettore, è stato veramente bravo. È riuscito a farmi provare le stesse senzazioni che ha provato Amerigo ed è riuscito a non annoiarmi (cosa non da poco).

1 person found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • giovanna
  • 03/01/2020

Bellissimo!

Storia toccante e tenera. Scritto bene e letto altrettanto. Un libro che ti resta dentro il cuore e la mente

1 person found this helpful

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Annarosa vanore
  • 28/11/2019

Delizia e Croce.

È un libro commovente e veritiero. La semplicità della parola corre per i vicoli di Napoli con la corse degli scugnizzi, e sembra di sbattere costantemente addosso a qualcuno mentre si cammina sovrappensiero sul Rettifilo...Brava Viola Ardone!
Purtroppo, la voce narrante, avrebbe dovuto essere partenopea ...questa pecca, impoverisce l'ascolto...

1 person found this helpful

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    2 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Silviap
  • 18/12/2019

Storia poco sentita e interessante

Il pregio del libro a mio parere è quello di raccontare un pezzo di storia d'Italia poco noto e che offre molti spunti di riflessione, anche di attualità. Non riesce però a far innamorare dei personaggi e a parte qualche lampo di tenerezza, non fa fibrare. È penalizzato dalla lettura che è troppo fredda e sembra a tratti una relazione, un referto, senza emozione.

2 people found this helpful