Gesù

Letto da: Andrea Failla
Serie: Farsi un'idea
Durata: 5 ore e 4 min
4.5 out of 5 stars (18 recensioni)
Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Che cosa sappiamo effettivamente di Gesù? La domanda riceve, da sempre, molte risposte. Non a motivo delle fonti - ce ne sono di canoniche e di apocrife, oltre a un numero limitato di documenti non cristiani - ma a causa della loro interpretazione.

Il volume si confronta con tre fondamentali approcci alla figura di Gesù: ecclesiale, storico, letterario. Attraverso questa polifonia di voci - insita già negli stessi vangeli di Matteo, Marco, Luca e Giovanni - si ripercorrono le parole e le opere di una figura unica, che ha inciso in modo profondo e duraturo sulle vicende del mondo.

©2012 Società editrice il Mulino Spa (P)2019 Audible Studios

Cosa pensando gli ascoltatori di Gesù

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    11
  • 4 stelle
    2
  • 3 stelle
    4
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    0
Lettura
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    10
  • 4 stelle
    2
  • 3 stelle
    3
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Storia
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    9
  • 4 stelle
    1
  • 3 stelle
    3
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    1

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Leonardo
  • 01/10/2019

cosa sappiamo di Gesù veramente?

Vi è una forte contrapposizione tra ciò siamo portati a credere e ció che potremmo essere…
Spiego subito la blasfemia.
Trovo che non vi sia una reale correlazione tra cio che Gesù sia stato ed il cristianesimo in se stesso.
Tutto parte dai miracoli che Egli compie un poco per dimostrare la Propria divinità, ed un poco per fare in modo gli altri gli attribuissero le qualità di un essere divino. Ma ciò nonostante qualcosa ci blocca dal comprendere la realtà dei fatti… che in un primo luogo fungono da concetti derivati dalla nostra scarsa capacità a vivere fuori dai luoghi comuni, ed in secondo luogo il riuscire a vedere chiaramente la realtà di tutti i fatti. Se oggi fosse ancora praticata la crocefissione dopo la morte di Gesù saremmo capaci di ammettere che si trattava del Cristo?

E ancora, se si saremmo in grado di considerare Egli come portatore dell'unica verità fra tutte le culture?

Sinceramente non credo, oggigiorno accadono certe cose, talmente orribili che la crocefissione sarebbe un regalo a confronto.

Sicuramente i nostri neuroni specchio vengono plasmati in giovane età da ció che ci viene insegnato esser giusto pertanto un poter Credere a qualcosa di diverso sarà molto difficile.
Perché questi insegnamenti sono entrati dalla porta principale intaccando la nostra parte emotiva, scardinando poi la parte mentale che ci e è stata imposta come una filastrocca a credere ed imparare a memoria impedendo alla mente di continuare ad espandersi.
Trovo che i neuroni specchio fungano di quella parte identificativa su cui Gesù si sia identificato totalmente leggendo le sacre scritture e diventando la parola vivente, quindi Egli si sia talmente immedesimato da farsi immolare sulla croce.
D'ora in poi pertanto scriviamo solamente di meraviglie che accadono, ed i telegiornali diano solamente notizie belle e di pubblica utilità, tutto questo catastrofismo ci porta ad identificarci col negativo che sta attorno a noi, ma non col positivo che viene dato per scontato troppo spesso, o comunque non totalmente totalizzante della realtà circostante…
Siamo umani condizionati a tavolino da chi gestisce il mondo e nessun profeta sarà mai innalzato a essere divino… pertanto ci rinuncio.
La salvezza di tutti gli uomini era forse il trip mentale di Gesù in quanto uomo, questa storia raccontata in tenera età ha inibito l'evoluzione del pianeta facendola rimanere con la mentalità di 2019 anni fa.
Cercate di seguire il discorso é abbastanza logico, se insegno a tutte le generazioni del mondo una storia di 2019 anni fa i neuroni specchio faranno in modo di identificarsi con le scritture come lo era stato con Gesù, tutti gli altri esseri per la colpa di essersi macchiati con l'uccisione del proprio Dio vivranno una vita frustrati e se potranno in cuor loro si malediranno per aver preso parte alla crocefissione e morte del Dio.
Bene dall'alto della mia finestra, ed in pieno possesso delle facoltà mentali vi dico che se Gesù è morto per i nostri peccati divenendo il Cristo salvandoci già dai nostri peccati. Allo stesso modo noi uomini dovremmo dimenticare questa storia divenendo finalmente quelle divinità in grado di riscrivere la storia del mondo in modo assolutamente positivo… perché così i nostri neuroni specchio creeranno il mondo delle nuove sacre scritture.
Lodato sia colui che sta scrivendo (<3)

3 people found this helpful