Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

È una domenica mattina di fine giugno e Sergio e Giovanna, come d'abitudine, hanno invitato a pranzo nel loro appartamento al Testaccio due coppie di cari amici. Stanno facendo gli ultimi preparativi in attesa degli ospiti quando una sconosciuta si presenta alla loro porta.

Molti anni prima ha vissuto in quella casa e vorrebbe rivederla un'ultima volta, si giustifica. Il suo sguardo sembra smarrito, come se cercasse qualcuno. O qualcosa. Si chiama Elsa Corti, viene da lontano e nella borsa che ha con sé conserva un fascio di vecchie lettere che nessuno ha mai letto. E che, fra aneddoti di una vita avventurosa e confidenze piene di nostalgia, custodiscono un terribile segreto. Riaffiora così un passato inconfessabile, capace di incrinare anche l'esistenza apparentemente tranquilla e quasi monotona di Sergio e Giovanna e dei loro amici, segnandoli per sempre.

Ferzan Ozpetek, al suo terzo libro, dà vita a un thriller dei sentimenti, che intreccia antiche e nuove verità trasportando il lettore dall'oggi alla fine degli anni Sessanta, da Roma a Istanbul, in un susseguirsi di colpi di scena, avanti e indietro nel tempo.

Chi è davvero Elsa Corti? Come mai tanti anni prima ha lasciato l'Italia quasi fuggendo, allontanandosi per sempre dalla sorella Adele, cui era così legata? Pagina dopo pagina, passioni che parevano sopite una volta evocate riprendono a divampare, costringendo ciascuno a fare i conti con i propri sentimenti, i dubbi, le bugie.

Il presente si mescola al passato per narrare la potenza della vita stessa, che obbliga a scelte da cui non si torna più indietro. Ma anche per celebrare - come solo Ozpetek sa fare - una Istanbul magica, sensuale e tollerante, con i suoi antichi hamam, i palazzi ottomani che si specchiano nel Bosforo, i vecchi quartieri oggi scomparsi.

©2020 Mondadori (P)2020 Mondadori

Altri titoli dello stesso

Narratore

Cosa pensano gli ascoltatori di Come un respiro

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    1.001
  • 4 stelle
    460
  • 3 stelle
    186
  • 2 stelle
    56
  • 1 stella
    19
Lettura
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    1.226
  • 4 stelle
    278
  • 3 stelle
    72
  • 2 stelle
    17
  • 1 stella
    12
Storia
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    842
  • 4 stelle
    426
  • 3 stelle
    212
  • 2 stelle
    82
  • 1 stella
    37

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Matteo Piazza Bonati
  • 05/09/2020

Storia interessante, poco sviluppata

Storia con spunti interessanti, un bel parallelismo narrativo tra lettere e romanzo, che però a mio avviso resta come incompiuto. L’autore lascia inesplorate molte direttive narrative e la sensazione che resta è come di un’opera incompiuta. Poteva fare molto di più.
Menzione d’onore alla lettrice, davvero brava e coinvolgente .

6 people found this helpful

  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    2 out of 5 stars
  • Maya D'Souza
  • 18/08/2020

Scontate banalità

Come un respiro (Ferzan Ozpetek)
Terza prova letteraria per il prolifico regista turco naturalizzato italiano che qui a prova raccontare un difficile rapporto tra due sorelle, Adele ed Elsa Corti, che si snoda tra l’Italia e la Turchia degli anni 60/70 del secolo scorso. Le due ragazze, cresciute in simbiosi anche a causa di una madre autoritaria e dalla personalità borderline, vedono via via sfaldarsi la loro unione a causa dello stesso uomo. La loro storia, narrata sia in prima persona dalla prima delle sorelle, che per via epistolare dall'altra, si interseca con le vicende di tre coppie di amici trentenni, riunitisi per il consueto pranzo domenicale nella casa che cinquant'anni prima è stata teatro del dramma delle due ormai anziane sorelle Corti. Le tre coppie sono testimoni, loro malgrado, della tragedia di Elsa e del successivo racconto di Adele che dipana la matassa del mistero.
Se l’idea di fondo, sebbene già largamente sfruttata, potrebbe anche apparire di un certo interesse, purtroppo è poco organica, monotona (si salva solo la parte epistolare scritta da Elsa) e soprattutto altamente prevedibile: il grande segreto che lega le due sorelle è comprensibilissimo sin dall'inizio, mentre l’autore ne vorrebbe fare il perno attorno a cui ruota tutta la “nebulosa” vicenda.
Il ruolo defilato, poi, dei sei amici, coppie all'apparenza serene, ma, sotto sotto, tormentate, afflitte, infedeli e fragili, è un cliché che sinceramente ha davvero annoiato, utilizzato com'è, da qualche anno, in mille situazioni (compresi i film dello stesso autore). Questi sei personaggi inoltre, non apportano nulla allo svolgimento della trama, ma ne costituiscono solo la cornice alquanto sbiadita e banale. Non nego che il libro sia ben scritto e anche scorrevole nella lettura, ma la banalità della storia non ne fa di certo un romanzo degno di nota, soprattutto di un autore solitamente raffinato come Ozpetek.
Voto: 5

6 people found this helpful

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • vanityfair
  • 22/08/2020

Scontato

Fin dall'inizio si capisce dove andrà a parere la storia. Il racconto è noioso e la presenza dei personaggi, che non siano le due sorelle, non aggiunge nulla alla storia. L'unica cosa che lo rende piacevole sono i racconti evocativi delle atmosfere turche. Non un libro imperdibile. Passate pure oltre.

4 people found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 12/08/2020

meraviglioso

Si legge d'un fiato , anzi si ascolta , consiglio la lettura ,vedrete ,e un racconto stupendo letto da una voce calda ,affascinante ,partecipe

3 people found this helpful

  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 05/10/2020

noioso

banale, noioso. Finto. a volte ti chiedo a che serve voler scrivere a tutti i costi.

2 people found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 06/09/2020

Una lettrice stupenda

Bella storia interpretata magistralmente ! La lettrice é grandiosa
Spero che arrivi presto una versione cinematografica

2 people found this helpful

  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • Michele
  • 12/01/2021

quanta banalità

Una vera delusione. Trama banale, prevedibile, noiosa ed inverosimile. quattro ore sprecate, l'unica cosa che salva questo audiolibro è la lettrice.

1 person found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 23/12/2020

Da leggere d'un fiato!

Mi è piaciuto molto!
Storia coinvolgente, mai noiosa.
Brava la lettrice, con il suo tono accorato rende molto bene gli stati d'animo, e fa immergere l'ascoltatore dentro la storia, come se assistesse personalmente alla rappresentazione dei fatti narrati.
Assolutamente consigliato!

1 person found this helpful

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    2 out of 5 stars
  • Sara Sondrio
  • 22/12/2020

Aspettativa non soddisfatta

Adoro Ozpetek come regista, purtroppo questo romanzo non mi ha entusiasmato, l'ho trovato un po' banale e poco coinvolgente.
La lettrice è stata molto brava, voce calda e ottima lettura.

1 person found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • francesca trussoni
  • 22/02/2021

Come un respiro

Da ascoltare tutto d’un fiato...e riascoltare per cogliere anche più a fondo il finale a sorpresa, i sottointesi e i segreti di una storia avvincente i cui personaggi sono delineati in modo così dettagliato da farli quasi prendere vita...

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • LAURA PUDDU
  • 17/08/2020

Pogaridadi!

Pogaridadi! Espressione in sardo per dire 'per carità!' L'ho finito perché era breve e ero curiosa di sapere se avrebbe sostenuto sempre lo stesso livello. In alcune fasi terribile sia nello stile, sia nei contenuti, sia nella verosimiglianza. Fondamentalmente un romanzo maschilista e didascalico per quanto abbia messo in scena una donna divenuta spregiudicata. Qualche profilo di personalità coerentemente definito ma scontato (Giovanna e Vittorio) e uno sforzo risolutivo di tipo psicanalitico (rapporto simbiotico tra le sorelle), forse la parte poco poco più convincente. D'Orrico che dà 7 sulla Lettura del Corriere: boh!

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Roseanna Badalamenti
  • 16/08/2020

intrigante

molto interessante non vuoi staccare di ascoltare
perché ti intriga a saperne di più