Ascolta ora gratuitamente con il tuo abbonamento Audible

9,99 € /mese

Dopo 30 giorni, 9,99 €/mese. Cancella quando vuoi.
Ascolta senza limiti migliaia di audiolibri, podcast e serie originali
Disponibile su ogni dispositivo, anche senza connessione
9,99 € al mese, cancelli quando vuoi

Sintesi dell'editore

Questo romanzo non è solo uno squarcio su un periodo della storia russa, né è soltanto la storia straordinaria di un amore filiale forte come pochi nel panorama letterario contemporaneo. Zuleika apre gli occhi è la Storia nella storia, in una miscela talmente rarefatta e intensa da catapultarci fuori del tempo, fra antichi usi, sopraffazioni radicate, una suocera-arpia, un marito-despota e Zuleika-Cenerentola.

Difficile credere che dietro a questo osannato e pluripremiato romanzo-rivelazione ci sia una scrittrice esordiente, ma così è: al suo debutto letterario, Guzel' Jachina riesce nell'intento di innestare nelle spire sovietiche di una Storia devastante come fu la dekulakizzazione degli anni Trenta del Novecento (con le sue centinaia di migliaia di deportati) la piccola - banale, ma esemplare - vicenda di una donna come tante. Altrettanto difficile è credere che possa averlo fatto con una scrittura che il romanzo storico, pur se sui generis, mai aveva conosciuto.

Intima e distesa, la narrazione ricorda la voce calda e profonda dei 'fuori campo' dei vecchi film epici; sapide e affilate, le descrizioni introducono in una realtà altra nel tempo e nello spazio senza nulla concedere all'esotismo da cartolina; fresca nonostante l'argomento rovente, agile nonostante il piombo degli eventi narrati, visiva, cinematografica quasi (e dalla cinematografia viene infatti l'autrice), la scrittura offre con una leggerezza quasi straniante l'orrore di ciò che accade.

In mezzo all'orrore, tuttavia, si accende una luce: quella "bontà illogica", quell'"umano nell'uomo" che si ostina a sopravvivere anche là dove dell'umanità sembra non restare più traccia.

Fra la neve delle lande russe più desolate si fa dunque strada un'eroina indimenticabile, degna erede delle grandi donne della letteratura russa.

©2017 Salani (P)2021 Adriano Salani Editore

Altri titoli dello stesso


Un inno potentissimo all'amore a alla tenerezza anche all'inferno.
-- Ljudmila Ulickaja

Cosa pensano gli ascoltatori di Zuleika apre gli occhi

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    48
  • 4 stelle
    9
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    3
  • 1 stella
    0
Lettura
  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    49
  • 4 stelle
    5
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    1
Storia
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    43
  • 4 stelle
    9
  • 3 stelle
    3
  • 2 stelle
    3
  • 1 stella
    0

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Laura B.
  • 15/09/2021

Per ora lo lascio in sospeso (....) AGGIORNAMENTO

Ho ascoltato i primi 50 minuti e ho deciso per ora di non andare oltre. I personaggi di marito e suocera mi risultano di una violenza per me intollerabile che mi procura uno stato di insofferenza rabbiosa soprattutto perché nella sinossi si evince che questa realtà è veramente accaduta. Per ora sospendo, ma mi riservo la possibilità di ascoltarlo in futuro poiché si rifà a dei fatti storici realmente accaduti e di cui non conosco nulla. [..........................]
Ecco, sono passati alcuni giorni, nel frattempo ho ascoltato " il meglio di noi" di Gungui che tratta di una coppia con figlio che si sta separando, e ho ripreso "Zuleika apre gli occhi"; stavolta sono riuscita a proseguire e l'ho trovato molto bello, coinvolgente. Ciò che più mi ha colpito al cuore, oltre al durissimo e aspro e brutale destino dei kulaki, è stata la scrittura: ho difficoltà a descriverla, ma direi che è nitida, sensoriale, a tratti cinematografica e quasi poetica e arriva dritta al cuore. Mi ha un po' ricordato la scrittura di Agota Kristof nella " trilogia della città di K" che avevo molto amato anche perché alcuni passi mi hanno commosso sino alle lacrime, pur rifuggendo totalmente la retorica e il patetico, in entrambi i romanzi. Insomma la scrittura è veramente notevole, sorprendentemente diversa e toccante rispetto alla maggioranza della narrativa contemporanea da me frequentata. Inoltre anche se in genere mal tollero il tono di lettura sussurrato devo dire che, in questo caso, ci va a pennello perché rimanda all'intimità del pensiero e delle cose che è la cifra di questa scrittura. L'interpretazione è veramente ottima. Anche la storia raccontata è molto interessante, della deportazione dei kulaki, delle loro etnie, del loro modo di vivere prima , durante e dopo lo sradicamento dalle loro case,non ne sapevo proprio nulla. Questo libro ha il fascino delle grandi epopee, è intimo e lucido ed è pieno di un inno alla forza d'animo, alla capacità di resistere, di essere solidali anche ruvidamente, di credere e lottare fortemente per uno scopo che può essere anche solo continuare a vivere, e al tempo stesso è anche poetico. Questo tipo di scrittura intima e lucida mi ricorda anche " la porta" di Magda Szabò. Dai, Audible, aggiungi anche questi altri due libri che ho citato perché sono veramente notevoli e bellissimi e in qualche modo richiamano la notevole scrittura e i temi sociali e individuali di " Zuleika apre gli occhi". Superconsigliato.

9 persone l'hanno trovata utile

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 26/09/2021

molto bello

Discreto e incredibilmente intenso. Suscita emozioni molto forti esprimendosi in forma così straordinariamente educata e mite.

2 persone l'hanno trovata utile

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Davide Bertorello
  • 15/10/2021

fantastico

Il libro un po duro e un po drammatico, soprattutto nella prima parte, ma toccante e profondo.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 14/10/2021

grande capolavoro

lo straordinario stile narrativo dell'autrice trascina sul palcoscenico degli eventi e ci permette di assistere ai fatti come se fossimo presenti anche noi, partecipi alla storia accanto ai diversi personaggi
l'ascolto è stato profondamente coinvolgente grazie anche alla voce della narratrice, bravissima

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Silvia Morlacchi
  • 13/10/2021

Meraviglioso

Libro scritto magnificamente e letto in altrettanto modo. Apre la porta ad un mondo dimenticato e poco conosciuto, mi ha commossa ed emozionata come pochi altri libri.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Valentina Mancini
  • 04/10/2021

Intenso

E' un libro molto bello, uno spaccato della realtà dei gulag russi che non conoscevo. È anche una storia di rivincita e speranza. Narratrice bravissima.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 28/09/2021

Apre gli occhi e il cuore

Bellissima e intensa narrazione resa ancor più bella dalla straordinaria Tiziana Avarista.
Libro da ascoltare assolutamente

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Allegra D'Errico
  • 26/09/2021

Zuleika icona del femminile

Ritmo narrativo stretto ma avvincente, storia straordinaria e coinvolgente…. Si parla tanto del nazisti ma troppo poco dell’idra a mille teste del comunismo. È un libro davvero molto bello, consigliatissimo

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Ofe
  • 26/09/2021

Terribile e bellissimo

Una bellissima e struggente storia di resilienza.
Scritto meravigliosamente e letto benissimo.
Lo consiglio!