• Il Trecento e gli albori dell'Umanesimo (Storia d'Italia 28)

  • Di: vari
  • Letto da: Eugenio Farn
  • Durata: 1 ora e 15 min
  • Versione integrale
  • Data di pubblicazione: 17 05 2016
  • Lingua: Italiano
  • Editore: Il Narratore s.r.l.
Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Quando si tratta di cercare le origini di quel vasto movimento intellettuale e spirituale che va sotto il nome di Rinascimento e che comunemente si suole distinguere in Umanesimo e Rinascimento propriamente detto, dobbiamo tornare indietro nel tempo rispetto ai secoli a cui quei fenomeni sono universalmente attribuiti.

Infatti è proprio nel XIII e XIV secolo che si gettano le basi per l'interesse verso le lettere classiche, l'esaltazione della poesia e della libera creazione. Francesco D'Assisi, Dante Alighieri, Francesco Petrarca, Cola di Rienzo e tanti altri protagonisti di quei secoli sono fra i primi a cercare quella forma di cultura che pone gli uomini nelle condizioni più idonee per far della propria vita una libera invenzione. Ma il Trecento è anche un secolo di crisi politica, sociale e religiosa, con l'arrivo della grande peste che decimerà la popolazione europea, le acerrime lotte fra i signori d'Italia e lo scisma avignonese della Chiesa che durerà per quasi settant'anni.

Questo volume è realizzato a cura di Maurizio Falghera, con riferimento alle opere degli storici Franco Cardini, Marina Montesano, Gino Franceschini. La lettura è di Eugenio Farn.
©2016 il Narratore Srl (P)2016 il Narratore Srl

Cosa ne pensano gli iscritti

Non ci sono recensioni disponibili