Sergio Marchionne

Letto da: Tommaso Ebhardt
Durata: 10 ore e 54 min
4.5 out of 5 stars (247 recensioni)
Dopo 30 giorni EUR 9,99/mese

Sintesi dell'editore

In quattordici anni ha più che decuplicato il valore del gruppo in Borsa. Ha trasformato la Fiat da azienda italiana sull'orlo del fallimento a potente società globale. È andato all'assalto dei mercati. Ha pensato in grande. Le sue scelte, mai scontate, hanno esaltato gli investitori, ma gli hanno attirato accuse come quella di aver spostato il baricentro dell'impresa lontano dall'Italia e quella di aver calpestato i diritti degli operai.

Chi è stato Sergio Marchionne, leader visionario e divisivo, e che cosa resta della sua eredità? Tommaso Ebhardt - che l'ha inseguito per dieci anni da un capo all'altro del mondo - ritrae in questo audiolibro una figura complessa, che si rivela man mano al giornalista in rapide battute, numerose occasioni professionali e preziosi incontri a due, a microfoni spenti.

Il suo racconto inizia nel dicembre 2008 con l'operazione Chrysler, ricostruisce i traguardi storici, i progetti falliti, la leadership di Marchionne. E lancia uno sguardo a quello che rimane di FCA dopo la sua tragica scomparsa. Ma soprattutto indaga le convinzioni, gli interessi, i sentimenti privati di un uomo riservatissimo, che tuttavia gli aveva affidato a volte i suoi pensieri, riconoscendolo pubblicamente come "il suo stalker più affezionato", e prova a capire il segreto del personaggio che da sconosciuto outsider è diventato uno dei manager di maggior successo.

©2019 Sperling & Kupfer (P)2020 Sperling & Kupfer
Cosa ne pensano gli iscritti
Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    190
  • 4 stelle
    45
  • 3 stelle
    7
  • 2 stelle
    3
  • 1 stella
    2
Lettura
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    137
  • 4 stelle
    45
  • 3 stelle
    29
  • 2 stelle
    10
  • 1 stella
    8
Storia
  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    191
  • 4 stelle
    33
  • 3 stelle
    6
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Gregory roncari
  • 18/02/2020

Ma perché non Fate leggere ad un professionista?

La parte che preferisco in audible è la narrazione, anche se non si tratta di triller trovo essenziale un’ottima narrazione per poter seguire ore e ore di lettura. In questo caso il libro viene letto e non narrato, a tratti davvero fastidioso. Il libro perde di significato. Questa la mia opinione.

2 people found this helpful

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    2 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Valentina
  • 15/04/2020

pessimo narratore per STORIA INTERESSANTISSIMA

purtroppo la voce é quasi irritante.
ma la storia di marchionne é interessante, fonte di ispirazione. bel libro sulla storia personale, delle aziende e del periodo storico!

1 person found this helpful

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Tulli
  • 15/03/2020

SM + storia del mercato dell'auto

Ottima narrazione e ascolto; si nota la mano del reporter Bloomberg che conosce le dinamiche del settore oltre ad aver frequentato il personaggio.

1 person found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • susanna
  • 26/06/2020

Un eroe moderno, luci e ombre.

Nelle ultime settimane ho ascoltato l'audiolibro "Sergio Marchionne" scritto e letto da Tommaso Ebhardt, giornalista di Bloomberg.

(Tommaso Ebhardt non è un attore e quindi la lettura trasuda più passione che tecnica. Io però ho apprezzato moltissimo ascoltare il libro per voce dell'autore.)

Ho scelto di leggere questo libro perché voglio entrare nella testa e nel cuore di chi ha fatto grandi imprese di business, voglio capire come pensano, come agiscono i grandi protagonisti.
Così magari da assomigliare a loro sempre un po' di più. Speriamo.

Ecco alcune delle mie riflessioni:

- Un uomo può fare la differenza anche quando sembra impossibile. Sergio Marchionne (SM) prende in mano Fiat nel 2004 in una situazione disperata e la rigenera. Pochi anni dopo si ripete con l'americana Chrysler. Crea un gruppo di 300.000 persone che grazie alla sua caparbietà di un leader scomodo come SM possono dare serenità alle proprie famiglie.

- SM ha cambiato la vita di moltissimi italiani in pochissimo tempo, molto più di migliaia di uomini di stato che si sono avvicendati. Lasciate fare a chi vuole fare, più che a chi vuole farsi eleggere.

- Abbraccio l'auspicio di SM di cambiare mentalità in un paese come l'Italia che è fermo, stantio e che vive celebrando i suoi rituali invece di scegliere il proprio ruolo nel mondo di oggi.

- Mi ha colpito la lucidità di SM nel preparare l'azienda alla tempesta tecnologica sul settore automotive: si punta sui brand che suscitano un'emozione e si sacrifica l'auto utilitaria, commodity per car sharing e nuovi servizi in arrivo. Molto molto interessante.

- La determinazione e il focus, ancor più del talento o del genio, possono far accadere cose impossibili come risanare fiat, chrysler e creare un gruppo da 300.000 persone che sia profittevole in un settore "vecchio" come quello dell'auto.

- I numeri. SM nasce dai numeri, celebra i numeri, sa leggere i numeri e dai numeri ricava i messaggi da dare in mano ai suoi creativi per gli spot televisivi. Da manuale del marketing. Magistrale.

- Mi impressiona la differenza della cultura del lavoro tra Italia e USA. La stessa strategia che ha portato al rilancio prima di Fiat e poi di Chrysler ha incontrato odio in Italia ed esaltazione di SM come eroe moderno in USA. Il giorno in cui in Italia ci accorgeremo che se permettiamo di lavorare a chi ha voglia di fare allora forse faremo il cambio di marcia che serve da decenni.

- Di troppo lavoro si può morire. Anche se probabilmente SM muore per un dialogo interiore spesso soffocato sull'altare della prestazione, per orgoglio verso chi dubita di te, per un inesauribile desiderio di rivalsa che viene, forse, dalle origini umili della sua famiglia.

- Mi ha colpito come alcuni dei migliori manager di SM abbiano lasciato l'azienda, soffocati dall'ossessione che il manager italo-canadese aveva per una e una sola missione nella vita. Personalmente credo nella serenità che viene dall'equilibrio nelle varie cose della vita. Probabilmente io sarei stato uno di quelli usciti dall'azienda.

- Un grande uomo d'azienda che ha preferito la vocazione del lavoro alla famiglia. Moglie e figli non appaiono nel libro, come probabilmente non sono apparsi nella vita di SM come magari desideravano.

- Ogni volta che vedo una 500 per strada ora colgo la visione di SM di un'Italia rinnovata, cosa che però accadrà solo se SM avrà saputo ispirare altri uomini d'azienda coraggiosi per davvero. Chissà.

Infine.
L'eredità spirituale di un'impresa titanica come quella di SM può essere di ispirazione per le altre persone solo se raccontata con amore e maestria, come da Tommaso Ebhart. Senza racconto non c'è la storia. Senza storia non c'è ispirazione, senza ispirazione non c'è cambiamento, senza cambiamento non c'è vita. Grazie Tommaso.

  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Diego Prato
  • 23/06/2020

Come rovinare una bellissima storia

1 se hai una voce di merda con uno sgradevole accento piemonteeeese non fare il narratore.

2. Saper discernere tra realtà e mito è fondamentale nella scrittura delle storie di personaggi. Probabilmente per uno juventino torinese cresciuto con il mito degli agnelli è troppo

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    2 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 17/06/2020

Appassionante e non convenzionale

Un ritratto molto autentico e scritto con passione di un uomo e manager “who made the difference”.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Cesare
  • 14/06/2020

IMPERDIBILE!

Per chiunque abbia un'azienda nel 2020, SM dovrebbe essere uno degli esempi da seguire al posto di Steve Jobs.
Libro scritto benissimo e lettura perfetta.

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • michele soranzo
  • 12/06/2020

Angolatura interessante ma a volte ripetitivo

Almeno nei saggi preferisco sentire la voce dell’autore, quella di Ebhardt e’ particolare ma poi ci si abitua e non si cambierebbe, serviva in po’ piu’ di regia nella registrazione che a tratti risulta piatta e non stacca bene tra i fatto di SM e i suoi privati, la stesura presenta ripetizioni che si potevano eliminare. nel complesso la narrazione ha una buona angolatura tra giornalismo e vita privata, essendo un giornalista di Bloomberg avrebbe un sacco di dettagli finanziari da inserire ma si mantiene a un livello accettabile per chi non ne ha conoscenza e questo e’ in merito non da poco. La sua relazione diretta e personale con SM da sola vale la lettura o l’ascolto.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Alessandro Ferrari
  • 09/06/2020

Biografia molto ben fatta di un manager iconico

Storia interessante, che mette luce sulle capacità del personaggio aldilà della propaganda politica. Un po ripetitivo alla fine.

  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Fanfani
  • 27/05/2020

il narratore è poca cosa non mi piace brutta voce

narratore sscarso. mi dispiace avrei terminato la ascolto molti volentieri guarderò di trovare un altro libro che parli di marchionne

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    2 out of 5 stars
  • Raffaele grandi
  • 23/04/2020

NON PIACEVOLE

Voce di lettura inappropriata
Forma della lettura scolastica
Contenuti sufficienti
Preso il libro ascolto il libro aspettandoMi una adeguata voce,mi ritrovo ad ascoltare una lettura che mi ha riportato a ricordarmi il mio compagno di banco ed altrettanto elementare e’ la forma ed i contenuti ,un continuo di cadenze di accento venezioano mi hanno portato ad interromperlo a pagina 10