Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Linn Stahl, esperta di crittografia informatica, è ancora una studentessa quando i detective Stenlander e Svensson chiedono il suo aiuto per indagare su un macabro omicidio. Una giovane donna è stata trovata morta in un appartamento; sul corpo, una patina di lacca che le dà l'aspetto di una bambola di porcellana.

In passato, Linn è stata un'attivista dell'AFA, un'organizzazione antifascista inserita nella lista nera delle forze dell'ordine svedesi, e ha una condanna per crimini contro la sicurezza nazionale. È quindi molto scettica quando inizia a lavorare con la polizia. Tuttavia, si rende conto che nel caso potrebbero essere coinvolti i suoi nemici di sempre, ossia il movimento di estrema destra, e capisce che è un'occasione unica per iniziare un'indagine privata con l'aiuto dell'AFA.

Ciò che Linn non ha previsto è che il suo coinvolgimento la rende un bersaglio dei nazisti. Mentre altre donne vengono ritrovate prive di vita, Linn dovrà guardarsi le spalle se non vorrà finire lei stessa in quella lugubre collezione di bambole.

©2021 Piemme (P)2021 Piemme

Cosa pensano gli ascoltatori di L'uomo che giocava con le bambole

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    20
  • 4 stelle
    20
  • 3 stelle
    12
  • 2 stelle
    2
  • 1 stella
    3
Lettura
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    41
  • 4 stelle
    9
  • 3 stelle
    3
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Storia
  • 3.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    14
  • 4 stelle
    17
  • 3 stelle
    12
  • 2 stelle
    5
  • 1 stella
    3

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • franca zirioni
  • 24/04/2021

Lynn

l'invincibile protagonista della vicenda è tanto irreale da risultare aliena nel contesto ben raccontato e contestualizzato. Comunque storia dal ritmo incalzante e trama avvincente. Molto ben interpretata la lettura.

1 person found this helpful

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • galli martina
  • 04/05/2021

Primo libro letto di M. Jonsson

La risoluzione del caso è stata trattata troppo velocemente a parer mio.Trama interessante. Buon libro per chi ama i gialli scandinavi.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • caty
  • 28/04/2021

Bel giallo

Un bel giallo e, sullo sfondo, le inquietanti manovre delle organizzazioni neonaziste che stanno rialzando la testa un po' in tutto il mondo, ben più inquietanti del serial killer.
Bravo il lettore

  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • claudio mastropaolo
  • 26/04/2021

Pura monnezza

Scritto male, trama cialtrona, personaggi da operetta, ma quella brutta. C'è pure l'inseguimento in skateboard, ma non è James Bond, è il vilcojote. Peggio delle peggiori americanate. Perfetto come sceneggiatura per uno di quegli action-movies che alla terza scena cambi canale.
Mi spiace per il lettore, che di per sé sarebbe anche bravino, ma sentire l'enfasi che spreca per trasmettere suspense a questa squallida buffonata me ľha fatto andare di traverso.
P.S.: ho riletto quello che ho appena scritto. Sono stato decisamente troppo buono...

  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • Cliente Kindle
  • 25/04/2021

inutile e stupido

l'unico motivo per cui l'ho finito è la lettura. complimenti!!! riuscire a rendere ascoltabile questa sequela di stupidaggini è indice di grande talento. l'eroina del romanzo è di una stupidità abissale

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Loulou
  • 24/04/2021

Bambole e xenofobia

Il romanzo non è male anche se in alcuni momenti diventa noioso e prolisso. Butta anche troppa carne sul fuoco per buona parte del libro che crea grande confusione e a tratti noia perché sembra Voler distrarre il lettore dal delitto principale. Solo alla fine si riprende un po’. È chiaro da subito che stia gettando le basi di una serie. Il colpevole del delitto lo si comprende fin da subito ed è un po’ scontato. Devo dire che questi autori nord europei sono piuttosto fissati con la xenofobia: sembra quasi che non siano in grado di scrivere un libro se dentro non ce n’è piazzano una vagonata! Il narratore ha una voce gradevole però dovrebbe essere meno teatrale in alcuni momenti, e fare delle pausa più lunga e quando la scena cambia sta cambiando altrimenti genera confusione… Poi..... alibi è un sostantivo maschile!!!!! La alibi NON ESISTE!

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    2 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 21/04/2021

Pensavo meglio

Parte bene, ma poi la qualità peggiora molto da metà in poi. Sia la trama che la scrittura. Finale inconsistente.
Narratore eccezionale, ma avrebbe potuto controllare almeno la pronuncia svedese delle parole che vengono ripetute più spesso - tipo Linköping o gatan.