Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Corrado Lazzari è stato il più grande attore del Novecento. Il volto della tragedia shakespeariana, l'interprete sofisticato e potente, acclamato dalle platee di tutto il mondo, è oggi un uomo solo. La fama, il successo, gli amici, tutto perduto. Le giornate si inseguono, uguali, in un appartamento di un palazzo abbandonato nel centro di Roma. Corrado riordina l'archivio di una vita intera, giornali, fotografie, copioni, mescolando la fragilità del presente ai ricordi del passato: gli anni all'Accademia di Arte Drammatica, le tournée in giro per il mondo e il grande amore perduto per Francesca. Sembra che tutto debba continuare così, identico a sé stesso, fino alla fine.

Poi un giorno arriva lei, e tutto cambia. Alessandra è giovane, poco più di vent'anni, e studia lettere con indirizzo teatrale, così dice al Maestro presentandosi. Timida e impacciata, cerca di entrare nella vita di Lazzari. L'iniziale ritrosia dell'uomo viene spazzata via dall'ansia di sapere della giovinezza. E attraverso le parole del teatro, quelle che hanno riempito la sua essenza, Corrado forse scoprirà, insieme con quella ragazza, il modo di accettare la propria caduta e di rendersi immortale nello stesso, perfetto istante.


>> Questo audiobook in edizione integrale vi è offerto in esclusiva per Audible ed è disponibile solamente in formato audio digitale.
©2017 Piemme. Illustrazione di copertina: Lorenzo Mattotti (P)2017 Piemme

Cosa pensano gli ascoltatori di Il maestro

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    138
  • 4 stelle
    74
  • 3 stelle
    45
  • 2 stelle
    9
  • 1 stella
    7
Lettura
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    157
  • 4 stelle
    52
  • 3 stelle
    32
  • 2 stelle
    10
  • 1 stella
    4
Storia
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    124
  • 4 stelle
    74
  • 3 stelle
    41
  • 2 stelle
    11
  • 1 stella
    5

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    2 out of 5 stars
  • Roberto
  • 21/04/2018

Pessima interpretazione soporifera

Questa cosa di far leggere i libri agli autori o a personaggi dal nome famoso ma che non fanno di mestiere i narratori o gli attori comincia a diventare controproducente. Una voce affannata, sempre sottotono e di una monotonia incredibile! Una preghiera sarebbe più godibile! Date spazio ai professionisti vedi Pannofino o Bocci tanto per citarne due, dove la differenza di professionalità è molto più che evidente. Una bella storia con una pessima voce non va da nessuna parte.

3 people found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Concetta Vasta
  • 17/12/2017

magnifico

stile asciutto e commovente, storia indimenticabile, interpretazione perfetta.
carofiglio incanta ed emozioni toccando il cuore.

2 people found this helpful

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 08/03/2018

Bello

Interessante, o finito senza fatica, a volte è diventato pesante , ma vale la pena

1 person found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Tommaso Dilonardo
  • 23/01/2018

Coinvolgente, profondo, toccante.

Il testo è molto bello. L'azione si svolge in una stanza, il mondo è tutto in una stanza. È stato bello ascoltarlo. Il narratore, che è anche l'autore del testo, è molto bravo.

1 person found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • mattia pareschi
  • 05/01/2018

profondo

inizio un po' lento, poi sempre più avvincente. pochi personaggi, tutto sviluppato in un unico piccolo ambiente, ma allo stesso tempocompleto
narratore eccezionale, bravo

1 person found this helpful

  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 16/12/2017

lo finisci e ti chiedi...

e quindi? che voleva dire? lento lento e poco appassionante con tono monotono e affannato

3 people found this helpful

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • cosimo
  • 09/02/2021

Il maestro di Francesco carofiglio

Bellissimo. Tutta la vita in una stanza. Libri, copioni sbiaditi, memorie, lampi di vita che tornano. Tutto è stato, ora solo il ricordo è vita. Bravissimo Francesco, ma quanti anni hai?

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    2 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • PATRIZIA ZAMPI
  • 26/10/2020

delusa

Non sono riuscita a finirlo. un racconto lento forse anche per la voce del narratore.

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Roberto P.
  • 31/05/2020

Lento e struggente a tratti angosciante.

Ho fatto fatica ad andare avanti. I primi capitoli fanno sprofondare in un appartamento piccolo, cupo, scuro con un odore intenso di carte vecchie in cui il protagonista, vecchio e fragile naviga tra i ricordi di una vita brillante di attore che non c'è più. Il tono pesante e sospirato della lettura non aiuta. Solo l'entrata in scena di Alessandra da vita al racconto risollevandolo da un torpore ed una malinconia senza speranza.
Il giudizio complessivo supera la sufficienza, ma bisogna avere perseveranza e predisposizione a sopportare un'overdose di malinconia.

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Maria
  • 02/04/2020

il maestro

Cupo, tenero, straziante, vero. La storia di questo maestro, rivissuta attraverso i suoi ricordi, ti catapulta in un'epoca felice, quando lui era un grande attore di teatro che amava viaggiare, amava la vita, amava il suo lavoro. Ora è solo un povero anziano che vive solo, che solo poco prima di spirare farà da maestro alla ragazza che gli porta i pasti, una ragazza che studia letteratura con indirizzo teatro. Le insegnerà a vivere i personaggi che andrà ad interpretare. La differenza tra un attore di Teatro e uno del cinema sta proprio in questo, il primo vive i personaggi, il secondo si limita a dargli voce. Bello!!