Il cerchio rosso

Letto da: Silvia Cecchini
Durata: 12 ore e 23 min
3,4 out of 5 stars (10 recensioni)
Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Maurice Leblanc, creatore del fortunato personaggio di Arsenio Lupin, ha scritto nel 1916-17 questo romanzo a puntate, che fu pubblicato in Italia in due volumi: "Il cerchio rosso" e "Le avventure di Fiorenza". Il romanzo non vede la partecipazione di Lupin.

Quello che non manca sono le avventure e la fantasia dello scrittore, che elegge come eroina una donna coraggiosa e generosa che assume il ruolo di "giustiziera" intervenendo, con mezzi non ortodossi, in situazioni in cui la legge ha le mani legate.

Quello che le dà questo coraggio è una misteriosa eredità familiare: il cerchio rosso, un segno che compare e scompare dalla sua mano in momenti indipendenti dalla sua volontà. Senza ricorrere al paranormale, Leblanc affida allo psichiatra, altro protagonista del romanzo, la diagnosi e terapia di questa strana manifestazione. Cornice musicale: sonata per flauto viola ed arpa di Debussy.

©dominio pubblico (P)2020 Silvia Cecchini

Cosa pensano gli ascoltatori di Il cerchio rosso

Valutazione media degli utenti
Generale
  • 3.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    2
  • 4 stelle
    4
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    2
Lettura
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    3
  • 4 stelle
    5
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Storia
  • 3.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    2
  • 4 stelle
    3
  • 3 stelle
    3
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    2

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • claudio mastropaolo
  • 29/06/2020

Spazzatura

Purtroppo non sono capace di non finire un libro, neppure questo, puerile e scadente fino ad essere irritante. Se fosse stato di carta sarebbe già nel cestino. Consiglio sincero: eliminatelo dalla lista