Ascolta ora gratuitamente con il tuo abbonamento Audible

9,99 € /mese

Dopo 30 giorni, 9,99 €/mese. Cancella quando vuoi.
Ascolta senza limiti migliaia di audiolibri, podcast e serie originali
Disponibile su ogni dispositivo, anche senza connessione
9,99 € al mese, cancelli quando vuoi
Acquista ora a 14,95 €

Acquista ora a 14,95 €

Paga usando carta che finisce per
Confermando il tuo acquisto, accetti le Condizioni d'Uso di Audible e l'Informativa sulla Privacy di Amazon. Tasse dove applicabili.

Sintesi dell'editore

In UN COMPITO DI VALORE (Libro 6 in L'Anello dello Stregone), Thor continua la sua ricerca, addentrandosi sempre di più nell'Impero, per rinvenire la trafugata Spada del Destino e salvare quindi l'Anello.

Mentre lui e i suoi amici affrontano tragedie inaspettate e perdono un membro del loro affiatato gruppo, Thor e quelli che sono rimasti diventano ancora più legati che mai, imparando che devono affrontare e superare insieme le avversità.

Il loro viaggio li porta verso territori nuovi ed esotici, inclusi i desolati Campi di Sale, il Grande Tunnel e le Montagne di Fuoco, dove, ad ogni svolta, si trovano ad affrontare un sacco di mostri inimmaginabili. Le abilità di Thor si affinano e lui si assoggetta all'allenamento più completo mai affrontato.

Sarà costretto a richiamare poteri più grossi che mai se vorrà sopravvivere. Alla fine gli amici scoprono dove è stata nascosta la Spada e vengono a sapere che, per recuperarla, dovranno avventurarsi nel luogo più temibile dell'Impero: la Terra dei Draghi. 

Intanto nell'Anello, Gwendolyn si riprende lentamente e affronta una profonda depressione dopo l'attacco subito. Kendrick e gli altri giurano di combattere per il suo onore, nonostante le impossibili circostanze. Ne segue una delle più grandi battaglie della storia dell'Anello, mentre tutti lottano per liberare Silesia e sconfiggere Andronico.

Nel frattempo Godfrey si trova dietro le linee nemiche e inizia a raggiungere il successo, imparando cosa significhi diventare un guerriero, in un modo unico e tutto suo. Gareth riesce a rimanere in vita, utilizzando tutta la sua astuzia per evitare di essere catturato da Andronico, mentre Erec combatte con tutto se stesso per salvare Savaria dall'imminente invasione di Andronico, e per salvare il proprio amore, Alistair.

Argon paga un caro prezzo per fare ciò che non è consentito: immischiarsi negli affari umani. E Gwendolyn deve decidere se arrendersi alla vita o se prendere la strada di un'esistenza di clausura diventando una suora nell'antica Torre dell'Asilo. Ma non prima che Thor venga a sapere, in una svolta scioccante, chi sia il suo vero padre.

Thor e gli altri sopravviveranno all'impresa? Recupereranno la Spada del Destino? L'Anello sopravviverà all'invasione di Andronico? Cosa ne sarà di Gwendolyn, Kendrick ed Erec? E chi è il vero padre di Thor?

Con la sua sofisticata struttura e caratterizzazione, UN COMPITO DI VALORE è un racconto epico di amicizia e amore, di rivali e seguaci, di cavalieri e draghi, di intrighi e macchinazioni politiche, di maturazione, di cuori spezzati, di inganno, ambizione e tradimento.

È un racconto di onore e coraggio, di fato e destino, di stregoneria. È un fantasy capace di portarci in un mondo che non dimenticheremo mai, in grado di affascinare ogni età. Ha 70.000 parole.

©2020 Morgan Rice (P)2020 Morgan Rice

Cosa pensano gli ascoltatori di Un Compito Di Valore

Valutazione media degli utenti. Nota: solo i clienti che hanno ascoltato il titolo possono lasciare una recensione
Generale
  • 4 out of 5 stars
  • 5 stelle
    77
  • 4 stelle
    39
  • 3 stelle
    34
  • 2 stelle
    9
  • 1 stella
    7
Lettura
  • 3 out of 5 stars
  • 5 stelle
    41
  • 4 stelle
    21
  • 3 stelle
    24
  • 2 stelle
    28
  • 1 stella
    41
Storia
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    89
  • 4 stelle
    33
  • 3 stelle
    26
  • 2 stelle
    6
  • 1 stella
    2

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Darkstarry
  • 11/07/2020

PECCATO IL CAMBIO LETTORE

Dopo 5 libri in cui ci si abitua alla cadenza ed alla voce di un lettore, il cambio di chi legge, e quindi di voce, fa perdere di molto il coinvolgimento nella storia, un vero peccato, la storia è avvincente e spinge ad ascoltare tutti i libri in un fiato

8 persone l'hanno trovata utile

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • michele c.
  • 15/09/2020

narratore da eliminare

noooo....il narratore non si può sentire mi sono LETTERALMENTE ROTTO I C......a sentirlo!!!!! rivogliamo CAMPONESCHI X FAVOREEEE

2 persone l'hanno trovata utile

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 25/11/2020

Era meglio l'altro

Era meglio l'altro lettore, questi in confronto ha una lettura più monotona.
la scrittura poi rimane ridondante con le sue parole (vedi "cacofonia") e frasi e concetti ripetuti continuamente.

1 persona l'ha trovata utile

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    2 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Manuel B.
  • 20/11/2020

vorrei finire la saga.

mi pare si peggiori di capitolo in capitolo, sia da un punto di vista narrativo, che di lettura.
ogni martellata o schivata la eviterei, risulta un po' rispettiva, anche se forse il culmine si raggiunge con un protagonista così stupido.
ma nonostante tutto vorrei riuscire a finire la saga, quindi andiamo avanti...

1 persona l'ha trovata utile

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Amalia
  • 05/10/2020

l'intreccio non è tutto...

Lettura ipnotica e soporifera...consiglierei all'editore di regalare a Ridolfi oltre ad un corso di lettura espressiva, un paio d'ore di fonetica inglese, così tanto da non ridurre alla disperazione gli ascoltatori alfabetizzati. Non che il traduttore non abbia a giovare anche lui/lei di qualche ora di grammatica elementare, giusto per azzeccare le concordanza tra aggettivi e sostantivi . Per la consecutio poi...(ma qui le cose forse si fanno troppo complicate).

1 persona l'ha trovata utile

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    2 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 20/08/2020

Cambio di narratore negativo

La storia è semplice, ma tutto sommato avvincente e, anche se non tra le migliori saghe che conosco, ascoltabile. Purtroppo il narratore nuovo risulta decisamente spiacevole, sia nella pronuncia di nomi e luoghi in lingua inglese, che nel tono, nel l’interpretazione dei dialoghi, e chi più ne ha più ne metta.

1 persona l'ha trovata utile

  • Generale
    2 out of 5 stars
  • Lettura
    2 out of 5 stars
  • Storia
    2 out of 5 stars
  • Viola
  • 22/07/2020

Per ragazzi

Saga con molti limiti... le descrizioni delle innumerevoli creature (troppe) lasciano molto a desiderare. Una domanda perche' farla leggere a chi ha problemi con le "gli"??

1 persona l'ha trovata utile

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    2 out of 5 stars
  • Maxone
  • 20/04/2022

insomma

di per sé la saga avrebbe anche un senso. I problemi sono altri. tra cui la confusione narrativa che fa lo scrittore.
forse dipende dalla traduzione ma non credo.
troppe cose a caso è l'utilizzo del deux ex troppo pesante.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    2 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • ottosil3
  • 21/03/2022

peccato per il cambio di lettore

il narratore non è un granché, peccato l'abbiano cambiato. la storia è sempre meravigliosa e ricca di colpi di scena

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    3 out of 5 stars
  • Claudio R.
  • 09/03/2022

pessimo

la storia continua a prendermi ma i continui errori di pronuncia del narratore e la voce piatta che non dà senso alle parole che legge ne peggiora molto il contenuto non apprezzavo il narratore prima ma sicuramente è peggiorato mi dispiace molto dire questo perché Ridolfi lo apprezzo come narratore ma non lo sento preso da questo libro.