Vantaggi dell'abbonamento Vantaggi dell'abbonamento
  • Accedi ad un universo di contenuti audio, senza limiti d'ascolto.
  • Ascolta dove vuoi, quando vuoi, anche offline.
  • Dopo i primi 30 giorni gratis l’iscrizione si rinnova automaticamente a EUR 9,99 al mese.
  • Cancella la tua iscrizione in ogni momento.

Sintesi dell'editore

Ciò che è non può non essere; ciò che non è non può essere. Nel VI secolo a.C., Parmenide di Elea enuncia un principio di realtà che era già stato ampiamente esplorato millenni prima nella Bhagavad-Gita, testo di riferimento per tutta la cultura indovedica.

Confondere l'impermanente con il reale e il reale con l'impermanente è un equivoco fatale che condanna a una serie infinita di errori e conseguenti frustrazioni. La realtà è eterna per definizione, in quanto trascende e sottende tutte le trasformazioni che il tempo imprime agli agglomerati della materia. I nostri corpi sono un esempio lampante di tali agglomerati e, per questa loro natura temporanea, non dovrebbero essere considerati reali nel pieno senso della parola. È il nostro sé spirituale a possedere le caratteristiche del reale e quindi dell'eterno, ma a causa della falsa identificazione con i corpi che abitiamo, siamo propensi a proiettare il sano desiderio di eternità su una struttura, quella fisica, che mai potrà esaudirlo.

È da questo equivoco che nasce la paura della morte. Vivere nella prospettiva dell'eternità non significa soltanto fugare questa ancestrale paura. Significa anche imparare ad agire correttamente in ogni circostanza, avendo superato gli attaccamenti tipici di una mentalità egoica e ristretta. Significa cogliere a pieno il frutto della vita, gustando già in questa dimensione immanente il nettare della gioia e dell'amore spirituali.

©2017 Centro Studi Bhaktivedanta (P)2017 Centro Studi Bhaktivedanta

Cosa ne pensano gli iscritti

Valutazione media degli utenti

Totali

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    13
  • 4 stelle
    0
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    1

Lettura

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    11
  • 4 stelle
    0
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    1

Storia

  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    11
  • 4 stelle
    0
  • 3 stelle
    0
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    1
Ordina per:
  • Totali
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Cliente Amazon
  • 24/06/2019

Bravo Audible

Molto interessante.
Si ascolta piacevolmente
Ancora una volta Audible ricorda l'importanza della
la parola, il logos.
La parola può essere utilizzata come un’arma autentica e, in effetti, costituisce l’affilo più forte di cui l’uomo possa disporre. Saper utilizzare la parola con saggezza significa non trincerarsi dinanzi ad alcun compromesso.
La verità, va ben scandita e il filosofo non si può, programmaticamente, ritrarre da essa.
Trasformare la parola scritta in orale è quello che Audible sta facendo in maniera egregia.

  • Totali
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • Marcello Benghi
  • 14/06/2019

Inascoltabile

Uno dei tanti venditori di fumo. Capace di parlare di tutto, su tutto senza aver realizzato nulla.
Un altro Terzani.
Memorabili le sue conferenze su Patanjali; 3 ore di monologo senza mai dire nulla di personale, solo un copia incolla.
Vergognoso