Ascolta ora gratuitamente con il tuo abbonamento Audible

9,99 € /mese

Dopo 30 giorni, 9,99 €/mese. Cancella quando vuoi.
Ascolta senza limiti migliaia di audiolibri, podcast e serie originali
Disponibile su ogni dispositivo, anche senza connessione
9,99 € al mese, cancelli quando vuoi
Acquista ora a 12,95 €

Acquista ora a 12,95 €

Paga usando carta che finisce per
Confermando il tuo acquisto, accetti le Condizioni d'Uso di Audible e l'Informativa sulla Privacy di Amazon. Tasse dove applicabili.

Sintesi dell'editore

Un filo resistente lega gli uni agli altri i racconti di questa antologia: un'agenda rossa. Si affaccia dalla pagina declinata in diversi modi, una volta ha i fogli strappati, un'altra è gonfia di biglietti di teatro, ma sempre intende ricordare quella appartenuta a Paolo Borsellino - che conteneva appunti, nomi e forse rivelazioni sulla strage di Capaci, scomparsa immediatamente dopo l'attentato mafioso del 19 luglio 1992 e mai più riapparsa.

Sette autori, ciascuno con la propria storia, la propria sensibilità e la propria voce, riattualizzano con altrettanti racconti inediti, scritti appositamente per "L'agenda ritrovata", il nucleo dell'impegno di Paolo Borsellino e gli interrogativi ancora aperti a venticinque anni dalla strage di via D'Amelio - la verità negata, il bisogno di giustizia, la sottrazione indebita, il mancato ritrovamento, la resistenza della politica... Ci riescono senza il bisogno della cronaca dei fatti: ci riescono inventando storie.

"Uno scrittore che fa il suo dovere," sottolinea Marco Balzano nell'introduzione, "è prima di tutto uno scrittore che scrive bene e che sa consegnare agli altri una storia. Volevamo un libro vivo, completamente calato nell'oggi, senza ulteriori mitizzazioni, senza altre ipocrite santificazioni, che sono servite soltanto a collocare in un olimpo inaccessibile chi apparteneva alla collettività e solo per questa si è sacrificato. La letteratura, invece, quando è letteratura, compie sempre un'operazione di avvicinamento".

Un avvicinamento che è anche un viaggio da Nord a Sud:
  • Helena Janeczek (Lombardia),
  • Carlo Lucarelli (Emilia-Romagna),
  • Vanni Santoni (Toscana),
  • Alessandro Leogrande (Lazio),
  • Diego De Silva (Campania),
  • Gioacchino Criaco (Calabria) ed
  • Evelina Santangelo (Sicilia).
"Un passaggio di testimone", scrive Gianni Biondillo, ricordando com'è nato il libro, "per raccontare non tanto dov'eravamo alla morte dei due magistrati, ma dove forse siamo stati in questi anni, tutti noi: chi silente, chi indifferente, chi deluso, chi vigliacco, chi sempre e comunque, ostinatamente contrario, in prima fila".


>> Questo audiobook in edizione integrale vi è offerto in esclusiva per Audible ed è disponibile solamente in formato audio digitale.
©2017 Feltrinelli (P)2017 Audible Studios

Altri titoli dello stesso

Cosa pensano gli ascoltatori di L'agenda ritrovata: Sette racconti per Paolo Borsellino

Valutazione media degli utenti. Nota: solo i clienti che hanno ascoltato il titolo possono lasciare una recensione
Generale
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    53
  • 4 stelle
    20
  • 3 stelle
    12
  • 2 stelle
    1
  • 1 stella
    2
Lettura
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    42
  • 4 stelle
    22
  • 3 stelle
    12
  • 2 stelle
    3
  • 1 stella
    1
Storia
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    45
  • 4 stelle
    23
  • 3 stelle
    5
  • 2 stelle
    3
  • 1 stella
    2

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Fiamma
  • 18/02/2018

La Mafia non ci risulta

Bello coinvolgente. Finalmente se ne parla. Andrebbe ascoltato da tutti. Una presa di coscienza. per tutti.

2 persone l'hanno trovata utile

  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    1 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • Umberto
  • 12/07/2021

Fuori luogo.

Trovo sia aberrante, nel ricordare Borsellino, dovermi sentire l'ennesima pappardella riguardante Lega,Salvini, migranti. Credo che una persona normale, un eroe borghese immolatosi nella malaugurata speranza di eliminare il cancro mafioso, meriti ben altro della spicciola retorica dei salotti buoni di sinistra (se ancora si può chiamare così). Stiamo parlando di una persona normale, fatta a pezzi da animali senza Dio, e ci perdiamo in discorsi da supermercato. Non cambieremo mai.

1 persona l'ha trovata utile

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Patricia Kwiat
  • 08/11/2021

Un omaggio vero e sincero

Un capitolo più bello e straordinario dell'altro.
Andrebbe consigliato da leggere nelle scuole, agli studenti delle superiori.
Grazie agli autori e ad Audibel per avermelo proposto.

  • Generale
    1 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    1 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 26/10/2020

Non è questo il modo di ricordare i nostri eroi

Un'accozzaglia di storie a tema e poco ispirate di autori singolarmente anche interessanti ma diversi tra loro e disomogenei, raccolti soprattutto per il nome di grido e che della mafia reale conoscono poco o nulla e scrivono per lo più per luoghi comuni. Stile 7 Contenuto 2. Media 4,5

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Elisabetta Passagrilli
  • 02/10/2020

Racconto interessante

Bellissime storie in onore di un uomo che sarebbe poco definire eroe. Anche la lettura è molto piacevole

  • Generale
    4 out of 5 stars
  • Lettura
    3 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Stella
  • 11/11/2018

storie differenti

Bello, alcuni punti sono storicamente "forti". Gli interpreti e le storie hanno stili troppo diversi l'uno dell'altro per un ascolto sereno. Il giudizio è comunque positivo.

  • Generale
    3 out of 5 stars
  • Lettura
    4 out of 5 stars
  • Storia
    4 out of 5 stars
  • Simone
  • 24/05/2018

Si poteva fare meglio soprattutto alcune storie.

A me piacciono molto i libri o le storie che narrano la realtà che ci circonda, perché spesso mi ridanno quel piccolo slancio che mi permette di dire che c'è ancora molta gente disposta nel suo piccolo (o grande) di cambiare le cose,forse non per se stessi ma sicuramente per gli altri. Il suo gesto, il suo dire, il suo scrivere, può far nascere una piccola o grande speranza.
Però in quasi tutti i testi presenti in questo libro, sembra il contrario o almeno a me ha dato quel senso di angoscia che nulla può e potrà mai cambiare, perché il potere è più forte della speranza e comunque vada a finire, a vincere sarà sempre chi ha sfruttato gli altri.
Ho la stessa amarezza provata quando ho sentito dire: "Hanno vinto loro" invece di sentir dire "dovremmo vincere per loro".

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Salvatore
  • 11/05/2018

Racconti per riflettere

Dei racconti che permettono serie riflessioni antimafia, per chi conosce il fenomeno e per chi vuole conoscerlo o conoscerlo meglio.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • jean-louis jaumin
  • 03/09/2019

great book

this book is really great and will take you into the italian romantic imunity system to Mafia. I loved it. the only problem is that it is in Italian