Ascolta ora gratuitamente con il tuo abbonamento Audible

9,99 € /mese

Dopo 30 giorni, 9,99 €/mese. Cancella quando vuoi.
Ascolta senza limiti migliaia di audiolibri, podcast e serie originali
Disponibile su ogni dispositivo, anche senza connessione
9,99 € al mese, cancelli quando vuoi
Acquista ora a 5,95 €

Acquista ora a 5,95 €

Paga usando carta che finisce per
Confermando il tuo acquisto, accetti le Condizioni d'Uso di Audible e l'Informativa sulla Privacy di Amazon. Tasse dove applicabili.

Sintesi dell'editore

Pubblicato fra il 1907 e il 1908, a puntate, da Vamba, pseudonimo di Luigi Bertelli, il Giornalino di Gian Burrasca ha acquisito negli anni una grande notorietùà anche grazie alle numerose trasposizioni teatrali e televisive. Attraverso l’ironia, le burle, il divertimento, il libro non manca di far riflettere sui metodi educativi dei ragazzi.Legge Silvia Cecchini, cornice musicale di Kevin Mac Leod.

Public Domain (P)2011 Gli Ascoltalibri

Cosa pensano gli ascoltatori di Il giornalino di Gian Burrasca

Valutazione media degli utenti. Nota: solo i clienti che hanno ascoltato il titolo possono lasciare una recensione
Generale
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    8
  • 4 stelle
    2
  • 3 stelle
    2
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Lettura
  • 5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    10
  • 4 stelle
    1
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    0
Storia
  • 4.5 out of 5 stars
  • 5 stelle
    8
  • 4 stelle
    1
  • 3 stelle
    1
  • 2 stelle
    0
  • 1 stella
    1

Recensioni - seleziona qui sotto per cambiare la provenienza delle recensioni.

Ordina per:
Filtra per:
  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • Utente anonimo
  • 23/12/2020

Bello!

Bravissima Silvia! La narratrice è riuscita a rendere bene il testo di Vamba e la lettura è fluida e piacevole.

  • Generale
    5 out of 5 stars
  • Lettura
    5 out of 5 stars
  • Storia
    5 out of 5 stars
  • giocar.
  • 15/01/2018

divertente

facendo divertire,dice verità ancora attuali, purtroppo! Almeno per quanto riguarda le bugie della politica,eccetera eccetera. .